Passa ai contenuti principali

“Richard O'Brien's Rocky Horror Show” arriva in Italia a partire dall’11 ottobre



TAM Teatro Arcimboldi Milano
dall’11 al 23 ottobre 2022

IL LEGGENDARIO ROCK’N’ROLL MUSICAL DI RICHARD O’BRIEN

STA PER TORNARE IN ITALIA!

Il tour internazionale farà tappa in prima nazionale al TAM


LET'S DO THE TIME WARP AGAIN!



Universalmente riconosciuto come uno degli spettacoli più amati e applauditi al mondo, “Richard O'Brien's Rocky Horror Show” sarà Milano nella sua versione originale al TAM Teatro Arcimboldi Milano dall’11 al 23 ottobre 2022.

Dal 1973, The Rocky Horror Show ha sedotto con la sua trasgressività intere generazioni di spettatori, conquistando anche i benpensanti più integerrimi e trasformandoli in devoti fan con corsetto e calze a rete.

Dopo oltre 40 anni, la meravigliosa creatura di Richard O’Brien non smette di travolgere, coinvolgere, sovvertire le regole. Ha viaggiato in più di 30 paesi, è stata tradotta in più di 20 lingue e torna ora in tour con la regia di Christopher Luscombe.

Migliaia di appassionati hanno creato fan club, guardano il film centinaia di volte, travestendosi e partecipando sempre attivamente allo spettacolo (come richiesto dalla filosofia del “Rocky Horror Show”).

Ed è così che il Rocky, proprio per l’entusiasmo e la partecipazione del suo pubblico, ogni sera si trasforma in un grande non-stop party fatto di quei successi senza tempo da cui ognuno, almeno una volta, si è lasciato trascinare come “Sweet Transvestite”, “Damn it Janet” e “Time Warp”.

Appuntamento imperdibile al Teatro Arcimboldi con il nuovo, eccitante, sfrenato spettacolo del ROCKY HORROR SHOW!


…vi consigliamo di tenere pronte calze a rete e guêpière!


DON’T DREAM IT, BE IT!

ITALIAN TOUR 2022



MILANO – TAM Teatro Arcimboldi Milano dall’11 al 23 ottobre

TRIESTE – Politeama Rossetti dal 25 al 30 ottobre

ROMA – Teatro Olimpico dall’1 al 6 novembre



ROCKY HORROR SHOW

Definito come “la madre di tutti i musical”, The Rocky Horror Show è uno spettacolo unico nel suo genere.

È sicuramente il musical più trasgressivo e audace che sia mai stato concepito.

La storia del Rocky Horror non inizia con un film, ma con una piccola produzione teatrale a Londra, scritta da Richard O'Brien per tenersi occupato mentre cercava lavoro come attore.

Londra, Royal Court Theatre Upstairs, 16 giugno 1973: un fenomeno stava per nascere. Era la prima di una serie di anteprime del nuovo musical, descritto come “una mostruosa ragnatela di mutanti folli, docili travestiti e mostri muscolosi …”.

Il fenomeno cult ROCKY HORROR stava nascendo in un piccolo teatro sperimentale di soli sessanta posti.

Sono previste sei settimane di rappresentazioni ma, fin dalla prima sera, il successo di critica e pubblico è tale che ben presto si crea un mercato nero di biglietti per lo spettacolo.

La produzione decide quindi di spostare lo show nel King's Road Theatre dove continuerà a registrare il tutto esaurito fino al 1974, data poi del debutto americano. Fra gli spettatori celebri figurano grandi star del rock come Elvis Presley...

Una nota di quella memorabile notte descrive come, benché fosse la metà di giugno, “rullassero tuoni in un cielo livido, saettassero fulmini e la pioggia avesse trasformato le strade in fiumi”. Era il giusto presagio di un successo immediato.

La leggenda del The Rocky Horror Show è ancora viva ed è diventato un simbolo internazionale, un fenomeno di proporzioni mondiali seguito da innumerevoli fans.


ROCKY HORROR PICTURE SHOW

Nel 1975 dal musical ne è stata tratta una versione cinematografica. Il "Rocky Horror Picture Show" la versione cinematografica, tuttora in programmazione, detiene il record come la pellicola più proiettata della storia del cinema.

Tra gli attori americani che tentarono di aggiudicarsi una parte nel film ci sono stati anche John Travolta e Richard Gere. Il ruolo principale venne però assegnato a Tim Curry.

Migliaia di appassionati hanno creato fan club, continuano a vedere il film centinaia di volte, partecipano sempre attivamente allo spettacolo travestendosi (com'è filosofia del “Rocky Horror Show” e come si può anche vedere nell'omaggio che gli tributa il film “Fame”).

Il Rocky è diventato oggetto di studi psicologici e sociologici, libri, tesi di laurea, trattati. E così ogni sera il Rocky si trasforma, per l'entusiasmo e la collaborazione del pubblico che rende ogni rappresentazione uno spettacolo sempre nuovo e diverso.


Cast del film

Tim Curry: Frank-N-Furter

Susan Sarandon: Janet Weiss

Barry Bostwick: Brad Majors

Richard O'Brien: Riff Raff

Patricia Quinn: Magenta

Nell Campbell (accreditata come Little Nell): Columbia

Jonathan Adams: Dr. Everett Scott

Peter Hinwood: Rocky

Meat Loaf (accreditato come Meatloaf): Eddie

Charles Gray: The Criminologist

Jeremy Newson: Ralph Hapschatt

Hilary Labow: Betty Munroe



ROCKY HORROR PICTURE SHOW,

il seguito…



Il film ha avuto un sequel nel 1981: "Shock Treatment" sempre diretto da Jim Sharman con Richard O'Brien e Patricia Quinn.



RICHARD O'BRIEN

(Autore)

La carriera di Richard O’Brien è lunga e varia: attore, operatore luci e attrezzista. Mentre faceva da babysitter al figlio scrisse lo spettacolo “They Came From Denton High” che tutto il mondo conosce come “ROCKY HORROR SHOW”. Negli anni è apparso in diversi film come “The Spice Girls Saga” e “Ever After” con Drew Barrymore.

Ha inciso un album intitolato “Absolute O'Brien” e ha recitato nel musical “Chitty Chitty Bang Bang”. È considerato il più “vecchio teenager” di tutti i tempi!


ROCKY HORROR, uno show interattivo

Se la trasposizione cinematografica, "The Rocky Horror Picture Show", ha trasformato il musical scritto da Richard O'Brien in un mito, la versione teatrale si rinnova di continuo coinvolgendo gli spettatori che si lasciano trascinare nell'audience partecipation, ovvero quel fenomeno tipico del Rocky che vede il pubblico partecipare attivamente, con travestimenti a tema ma anche battute recitate in risposta a quelle degli attori e, ovviamente, ballare uno scatenato "Time Warp" sotto il palco. Questo è tutto quello che in un "Rocky Horror Show" non può mancare.

La stessa produzione dello show propone a chiunque lo desideri un manuale intitolato the VIRGINS GUIDE che è possibile visualizzare a questo indirizzo: https://www.rockyhorror.co.uk/virginsguide






ITALIAN TOUR 2022 - CAST

Frank - Stephen Webb

Janet - Haley Flaherty

Brad - Richard Meek

Rocky - Ben Westhead

Magenta - Suzie McAdam

Riff Raff - Kristian Lavercombe

Columbia - Darcy Finden

Eddie/Dr Scott/Phantom - Joe Allen

Narrator: da definire *

Phantoms: Reece Budin, Stefania Du Toit, Jessica Sole

Swings: Nathan Shaw, Tyal Nurden



Regia di Christopher Luscombe





VIRGIN RADIO è la radio ufficiale del tour italiano






Commenti

Post popolari in questo blog

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic, l'orchestra che unisce le diverse tradizioni musicali dei paesi che circondano il Mar Baltico, nella convinzione che la musica non conosca né confini né limiti, sia di natura geografica che di genere. Il tour, realizzato grazie al sostegno di Saipem, debutterà il 10 settembre a Heiden, in Germania, e toccherà, in dieci giorni, nove differenti città in Svizzera, Italia, Danimarca e Polonia. In Italia la Baltic Sea Youth Philharmonic sarà a Milano il 14 settembre nel suggestivo contesto della Basilica di Santa Maria delle Grazie, ospite dell’Associazione Musicale ArteViva, e a Verona il 15 settembre al Teatro Filarmonico per il festival “Settembre dell’Accademia” dove si esibirà per il secondo anno consecutivo. Il pubblico milanese avrà il piacere di applaudire i giovani artisti della Baltic Sea Youth Philharmonic per la quarta volta. L’orchestra, fondata nel 2008 da Kristjan Järvi (affiancato da un prestigioso consiglio di consulent

Rugantino - dal 10 marzo al Sistina!

  Per la gioia del pubblico rivive una pagina indimenticabile della lunga e gloriosa storia del Teatro Sistina: dopo lo stop forzato dovuto alla pandemia, dal prossimo giovedì 10, e fino al 27 marzo, sarà di nuovo in scena, con la supervisione di Massimo Romeo Piparo, la maschera amara e dissacrante di "Rugantino" dei mitici Garinei & Giovannini. Lo spettacolo, che fonde mirabilmente tradizione e modernità, viene presentato nella sua versione storica originale, con la regia di Pietro Garinei, le splendide musiche del M° Armando Trovajoli, le preziose scene e i bellissimi costumi originali firmati da Giulio Coltellacci: un imperdibile ritorno alle radici e un'occasione per riscoprire un classico del teatro musicale italiano. Sul palco, la splendida Serena Autieri, ancora una volta straordinaria interprete dell'intrigante personaggio di Rosetta, donna bella altera e irraggiungibile, che fa battere il cuore di Rugantino, un ruolo in cui l’attrice napoletana dà prova

Torna in scena "The Boys in the band". Gabrio Gentilini sarà ancora Donald.

Gabrio Gentilini sarà in scena sabato 26 marzo al Teatro Nuovo di San Marino con lo spettacolo “The Boys in the Band”, di cui è co-protagonista dalla prima messa in scena italiana del 2019. Nella piece, proposta al pubblico italiano grazie alla traduzione e all’adattamento di Costantino della Gherardesca, che la produce accanto a Giorgio Bozzo, il regista, Gabrio ricopre il ruolo di Donald, un ragazzo di 28 anni, americano e gay, che con la sua presenza a una festa di compleanno tra amici omosessuali in un appartamento di New York a fine anni '60, creerà varie dinamiche all’interno del gruppo, in un crescendo di colpi di scena, tensione, umorismo feroce e riflessioni profonde. Gabrio ha nel suo curriculum esperienze molto importanti nel teatro di prosa e musicale oltre che ruoli in produzioni cinematografiche e televisive nazionali. “Sono veramente contento di portare questo spettacolo nella mia Romagna. Ne amo il testo, così come la sintonia che si crea con i mie colleghi ogni vol