Passa ai contenuti principali

Terzo titolo della IX edizione di A Summer Musical Festival

 

8 – 10 luglio Bologna Open Air Theatre



Dall’8 al 10 luglio arriva sul palco di BOAT – Bologna Open Air Theater – La Piccola bottega degli Orrori, terzo e ultimo titolo della IX edizione di A Summer Musical Festival prodotto da BSMT con la direzione artistica di Shawna Farrell.

Regia e coreografie hanno la firma di Fabrizio Angelini «un grande cast e un grande bancone all’interno del negozio del fioraio Mushnik di Skid Row… Queste sono forse le principali caratteristiche di questa edizione de La Piccola Bottega degli Orrori».

In scena si alterneranno tre differenti cast composti da ben 39 perfomer ciascuno (a differenza dei consueti 10/12); uno spettacolo di grandi numeri di ensemble creati appositamente per questa edizione su suggestione delle splendide e divertenti musiche di Alan Menken il cui accompagnamento musicale e arrangiamenti vocali sono affidati a Gianluca Sticotti.

Il bancone del negozio di fiori dalle dimensioni ingombranti si trasforma di scena in scena, assumendo posizioni e funzionalità diverse, permettendo di “giocare” con la regia e la coreografia in maniera anche non convenzionale. Ma al centro di tutto rimane comunque lei, la famigerata pianta mangiatrice di uomini (e donne) che vediamo crescere nel corso dello spettacolo e che sconvolge le vite di una cittadina della provincia americana, in questa edizione assai popolata…

Trama

Seymour Krelborn lavora nel negozio di fiori del signor Mushnik insieme ad Audrey, la sua giovane collega. Quando Mushnik decide di chiudere il negozio per la poca clientela Audrey gli consiglia di esporre la strana piantina che possiede Seymour, presa in un negozio cinese durante un'eclissi.

La pianta, soprannominata da Seymur "Audrey II", esposta in vetrina attira nuovi clienti, ma inizia a morire proprio quando gli affari del negozio migliorano, preoccupando Seymur che prova di tutto per farla star meglio. Nulla funziona, finché tagliandosi accidentalmente un dito scopre che Audrey II si nutre esclusivamente di sangue umano per vivere e crescere.

Diventato una celebrità, Seymour prova a chiedere ad Audrey di uscire con lui, ma lei, rifiuta l’invito per via del suo fidanzato, il dottor Orin Scrivello, un sadico e violento dentista. In realtà Audrey segretamente ricambia l'amore che Seymour prova per lei.

Una notte, non appena Seymour chiude il negozio, Audrey II, sempre più grande, inizia a parlare chiedendogli di ricevere più sangue, ma Seymour non è più in grado darle il proprio. Allora la pianta gli propone di uccidere la gente per nutrirla, promettendogli che in cambio lo farà diventare ricco e famoso. Inizialmente Seymour rifiuta l'orribile proposta, ma quando vede Audrey che viene maltrattata da Scrivello, cambia idea provocando un susseguirsi di omicidi e risate che lo porteranno alla scoperta della vera natura di Audrey II.



Libretto e liriche: Howard Ashman

Musiche: Alan Menken

Regia e coreografie: Fabrizio Angelini

Direzione Musicale: Gianluca Sticotti

Costumi: Antonio Tomacci

Scenografie: realizzate in collaborazione con l’Accademia delle Belle Arti di Bologna

Light Designer: Emanuele Agliati

Sound Designer: Tommaso Macchi



All’interno di A Summer Musical Festival IX edizione

BSMT Productions – Direzione Artistica Shawna Farrell



Bologna Open Air Theatre - Via Paolo Nanni Costa 12/6 – Bologna
Per info: www.bsmt.it

8-9-10 luglio 2021
Orario: 21.00


Prezzo biglietti (posto unico):
INTERO: 15 €

RIDOTTO (under 14): 5€

Biglietti in vendita tramite il circuito VivaTicket

Commenti

Post popolari in questo blog

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic, l'orchestra che unisce le diverse tradizioni musicali dei paesi che circondano il Mar Baltico, nella convinzione che la musica non conosca né confini né limiti, sia di natura geografica che di genere. Il tour, realizzato grazie al sostegno di Saipem, debutterà il 10 settembre a Heiden, in Germania, e toccherà, in dieci giorni, nove differenti città in Svizzera, Italia, Danimarca e Polonia. In Italia la Baltic Sea Youth Philharmonic sarà a Milano il 14 settembre nel suggestivo contesto della Basilica di Santa Maria delle Grazie, ospite dell’Associazione Musicale ArteViva, e a Verona il 15 settembre al Teatro Filarmonico per il festival “Settembre dell’Accademia” dove si esibirà per il secondo anno consecutivo. Il pubblico milanese avrà il piacere di applaudire i giovani artisti della Baltic Sea Youth Philharmonic per la quarta volta. L’orchestra, fondata nel 2008 da Kristjan Järvi (affiancato da un prestigioso consiglio di consulent

Rugantino - dal 10 marzo al Sistina!

  Per la gioia del pubblico rivive una pagina indimenticabile della lunga e gloriosa storia del Teatro Sistina: dopo lo stop forzato dovuto alla pandemia, dal prossimo giovedì 10, e fino al 27 marzo, sarà di nuovo in scena, con la supervisione di Massimo Romeo Piparo, la maschera amara e dissacrante di "Rugantino" dei mitici Garinei & Giovannini. Lo spettacolo, che fonde mirabilmente tradizione e modernità, viene presentato nella sua versione storica originale, con la regia di Pietro Garinei, le splendide musiche del M° Armando Trovajoli, le preziose scene e i bellissimi costumi originali firmati da Giulio Coltellacci: un imperdibile ritorno alle radici e un'occasione per riscoprire un classico del teatro musicale italiano. Sul palco, la splendida Serena Autieri, ancora una volta straordinaria interprete dell'intrigante personaggio di Rosetta, donna bella altera e irraggiungibile, che fa battere il cuore di Rugantino, un ruolo in cui l’attrice napoletana dà prova

Torna in scena "The Boys in the band". Gabrio Gentilini sarà ancora Donald.

Gabrio Gentilini sarà in scena sabato 26 marzo al Teatro Nuovo di San Marino con lo spettacolo “The Boys in the Band”, di cui è co-protagonista dalla prima messa in scena italiana del 2019. Nella piece, proposta al pubblico italiano grazie alla traduzione e all’adattamento di Costantino della Gherardesca, che la produce accanto a Giorgio Bozzo, il regista, Gabrio ricopre il ruolo di Donald, un ragazzo di 28 anni, americano e gay, che con la sua presenza a una festa di compleanno tra amici omosessuali in un appartamento di New York a fine anni '60, creerà varie dinamiche all’interno del gruppo, in un crescendo di colpi di scena, tensione, umorismo feroce e riflessioni profonde. Gabrio ha nel suo curriculum esperienze molto importanti nel teatro di prosa e musicale oltre che ruoli in produzioni cinematografiche e televisive nazionali. “Sono veramente contento di portare questo spettacolo nella mia Romagna. Ne amo il testo, così come la sintonia che si crea con i mie colleghi ogni vol