Passa ai contenuti principali

STM laurearsi in Musical col riconoscimento del Ministero



Il Corso Triennale per Attori diventa Diploma Accademico di I Livello, ora anche nella sede di Milano al Teatro degli Arcimboldi

La Scuola del Teatro Musicale è il primo centro di formazione per il Musical riconosciuto come istituzione AFAM dal Ministero dell’Università e Ricerca (D.M. n.421 del 30/07/2020)

Il Ministero dell’Università e della Ricerca ha accolto la richiesta di accreditamento come centro di Alta Formazione Artistica e Musicale riconoscendo la validità del Diploma del Corso Triennale per Attori del Teatro Musicale come Diploma Accademico di I Livello. Quest’anno, accanto a quella storica di Novara al Teatro Coccia, la STM apre una nuova sede a Milano al Teatro degli Arcimboldi.




L’iscrizione al Corso Triennale per Attori del Teatro Musicale significa godere delle agevolazioni che tale percorso comporta:

• Conseguimento di un Diploma Accademico di I Livello riconosciuto a livello statale ed equiparato alla laurea triennale di qualsiasi altra Università e facoltà

• Valutazione del Diploma Accademico tra i titoli riconosciuti per la partecipazione a qualsiasi concorso pubblico • Detrazioni fiscali sulle tasse del corso

• Detrazioni fiscali sull’affitto per studenti fuori sede (oltre i 100km)

• Possibilità di partecipare ai bandi per eventuali borse di studio erogate dalla Regione Piemonte e dal Ministero dell’Università e della Ricerca




Il Direttore Artistico, Marco Iacomelli, con orgoglio dichiara: Grazie all’approvazione completa del nostro istituto e del nostro ordinamento didattico, già i nostri diplomati di quest’anno otterranno un titolo che è equiparato alla laurea triennale.

D’ora in poi chi studierà da noi potrà ottenere un Diploma Accademico di I Livello in Recitazione riconosciuto dal Ministero dell’Università e della Ricerca.

Un passo fondamentale che riconosce soprattutto la qualità e la serietà della nostra didattica e dà la certezza ai nostri studenti di ottenere il famoso “pezzo di carta” che è fondamentale per il loro futuro e per la serenità delle loro famiglie.

Sono passati solo sette anni da quando la Scuola del Teatro Musicale ha iniziato la sua attività come centro per la formazione e la produzione e tutt’ora non ha eguali sul territorio nazionale.

In soli sette anni la STM ha prodotto professionalmente tre musical (Next to Normal, Green Day’s American Idiot, Oklahoma!), uno spettacolo di prosa (L’Attimo Fuggente), coprodotto tre opere liriche (Le Nozze di Figaro, Ami e Tami, Tosca) e i propri studenti hanno realizzato un videotributo a Bohemian Rhapsody dei Queen che ha superato i dieci milioni di visualizzazioni in tutto il mondo.

La STM ha pubblicato anche quattro dischi e due manuali fondamentali per l’educazione teatrale, intrecciando nel suo percorso collaborazioni con centri di formazione in tutto il mondo e accrescendo anno dopo anno la stima e la considerazione da parte dei partner nazionali e internazionali.

Al centro della mission di STM ci sono la centralità dello studente e la qualità della formazione e della didattica.

Iacomelli prosegue: Questo è un momento storico per il teatro musicale italiano. In soli sette anni la Scuola del Teatro Musicale ha formato e diplomato molti attori e l’88% di loro ha trovato immediato sbocco nel mercato del lavoro. Da oggi, nulla sarà più come prima: ora in Italia esiste una vera Accademia con un Corso Triennale per Attori del Teatro Musicale riconosciuto a pieno titolo dal Ministero dell’Università e della Ricerca.




Per informazioni: www.scuolateatromusicale.it

Commenti

Post popolari in questo blog

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic, l'orchestra che unisce le diverse tradizioni musicali dei paesi che circondano il Mar Baltico, nella convinzione che la musica non conosca né confini né limiti, sia di natura geografica che di genere. Il tour, realizzato grazie al sostegno di Saipem, debutterà il 10 settembre a Heiden, in Germania, e toccherà, in dieci giorni, nove differenti città in Svizzera, Italia, Danimarca e Polonia. In Italia la Baltic Sea Youth Philharmonic sarà a Milano il 14 settembre nel suggestivo contesto della Basilica di Santa Maria delle Grazie, ospite dell’Associazione Musicale ArteViva, e a Verona il 15 settembre al Teatro Filarmonico per il festival “Settembre dell’Accademia” dove si esibirà per il secondo anno consecutivo. Il pubblico milanese avrà il piacere di applaudire i giovani artisti della Baltic Sea Youth Philharmonic per la quarta volta. L’orchestra, fondata nel 2008 da Kristjan Järvi (affiancato da un prestigioso consiglio di consulent

Rugantino - dal 10 marzo al Sistina!

  Per la gioia del pubblico rivive una pagina indimenticabile della lunga e gloriosa storia del Teatro Sistina: dopo lo stop forzato dovuto alla pandemia, dal prossimo giovedì 10, e fino al 27 marzo, sarà di nuovo in scena, con la supervisione di Massimo Romeo Piparo, la maschera amara e dissacrante di "Rugantino" dei mitici Garinei & Giovannini. Lo spettacolo, che fonde mirabilmente tradizione e modernità, viene presentato nella sua versione storica originale, con la regia di Pietro Garinei, le splendide musiche del M° Armando Trovajoli, le preziose scene e i bellissimi costumi originali firmati da Giulio Coltellacci: un imperdibile ritorno alle radici e un'occasione per riscoprire un classico del teatro musicale italiano. Sul palco, la splendida Serena Autieri, ancora una volta straordinaria interprete dell'intrigante personaggio di Rosetta, donna bella altera e irraggiungibile, che fa battere il cuore di Rugantino, un ruolo in cui l’attrice napoletana dà prova

Torna in scena "The Boys in the band". Gabrio Gentilini sarà ancora Donald.

Gabrio Gentilini sarà in scena sabato 26 marzo al Teatro Nuovo di San Marino con lo spettacolo “The Boys in the Band”, di cui è co-protagonista dalla prima messa in scena italiana del 2019. Nella piece, proposta al pubblico italiano grazie alla traduzione e all’adattamento di Costantino della Gherardesca, che la produce accanto a Giorgio Bozzo, il regista, Gabrio ricopre il ruolo di Donald, un ragazzo di 28 anni, americano e gay, che con la sua presenza a una festa di compleanno tra amici omosessuali in un appartamento di New York a fine anni '60, creerà varie dinamiche all’interno del gruppo, in un crescendo di colpi di scena, tensione, umorismo feroce e riflessioni profonde. Gabrio ha nel suo curriculum esperienze molto importanti nel teatro di prosa e musicale oltre che ruoli in produzioni cinematografiche e televisive nazionali. “Sono veramente contento di portare questo spettacolo nella mia Romagna. Ne amo il testo, così come la sintonia che si crea con i mie colleghi ogni vol