Passa ai contenuti principali

Un letto per quattro. San Valentino 2020 - Dal 20 febbraio al Teatro Marconi di Roma

Al Teatro Marconi arriva “Un letto per quattro. San Valentino 2020”

Dal 20 al 23 febbraio 2020

con Raimondo Todaro, Gigi Miseferi, Marina Vitolo, Lorenza Giacometti, Giulia di Turi

La vita coniugale non è tutta una luna di miele e, soprattutto, per le coppie che convivono da molto tempo si presentano svariati problemi che a volte sembrano impossibili da fronteggiare. Questo è quanto accade anche ai protagonisti della commedia “Un letto per quattro. San Valentino 2020”, al teatro Marconi dal 20 al 23 febbraio, con Raimondo Todaro, da anni nel cast fisso del programma tv “Ballando con le stelle”, Gigi Miseferi, attore di provata esperienza con ben venti anni di Bagaglino sulle spalle, e le bravissime Marina Vitolo, Lorenza Giacometti, Giulia di Turi. Lo spettacolo, scritto da Tonino Tosto per le regia di Sebastiano Rizzo e prodotto da Francesco Spena, narra le vicissitudini Claudia e Luisa, due cugine che non si vedono da tempo e che decidono di trascorrere una serata insieme con i rispettivi mariti, Vittorio e Riccardo. 

Nonostante il legame di parentela, e la dichiarata amicizia, tra le donne, entrambe molto insicure e decisamente diverse tra loro (una punta ai rimedi della chirurgia estetica e l’altra difende il suo calo fisico a colpi di intelligenza), non corre buon sangue ma anzi una esagerata dose di invidia, che le spinge ad un comportamento immaturo eppure dominante nei confronti dei mariti. Tra mezzucci e menzogne ad un certo puto della storia Luisa, ossessionata dalla voglia di diventare madre, convinta che il marito Riccardo non possa avere figli, riesce a conquistare Vittorio con il quale avvia una relazione. Intanto Riccardo, fiero della sua “fisicità”, rivede Claudia e la convince di meritare un uomo migliore. Tutto sembra andare per il meglio finchè le cugine non si ritrovano, per puro caso, nella stessa abitazione una con il marito dell’altra. A complicare il tutto le incursioni di una vicina di casa, Orchidea, giovane ed esuberante che contribuirà a generare ulteriori incertezze. Alla fine riuscirà l’amore vero a trionfare e, soprattutto, a perdonare un tradimento? Un testo brillante ed un cast eccellente, che nel dare vita ad una serie di situazioni comiche ed esilaranti lascia anche riflettere sull’importanza di non trascurare il valore dei sentimenti, da sempre il vero motore della vita.

INFO

Teatro Marconi, Viale Guglielmo Marconi, 698/E, 00146 Roma RM

Orario spettacoli: ore 21.00 e la domenica ore 17.30

Infoline 06 594 3554

Commenti

Post popolari in questo blog

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic, l'orchestra che unisce le diverse tradizioni musicali dei paesi che circondano il Mar Baltico, nella convinzione che la musica non conosca né confini né limiti, sia di natura geografica che di genere. Il tour, realizzato grazie al sostegno di Saipem, debutterà il 10 settembre a Heiden, in Germania, e toccherà, in dieci giorni, nove differenti città in Svizzera, Italia, Danimarca e Polonia. In Italia la Baltic Sea Youth Philharmonic sarà a Milano il 14 settembre nel suggestivo contesto della Basilica di Santa Maria delle Grazie, ospite dell’Associazione Musicale ArteViva, e a Verona il 15 settembre al Teatro Filarmonico per il festival “Settembre dell’Accademia” dove si esibirà per il secondo anno consecutivo. Il pubblico milanese avrà il piacere di applaudire i giovani artisti della Baltic Sea Youth Philharmonic per la quarta volta. L’orchestra, fondata nel 2008 da Kristjan Järvi (affiancato da un prestigioso consiglio di consulent

Rugantino - dal 10 marzo al Sistina!

  Per la gioia del pubblico rivive una pagina indimenticabile della lunga e gloriosa storia del Teatro Sistina: dopo lo stop forzato dovuto alla pandemia, dal prossimo giovedì 10, e fino al 27 marzo, sarà di nuovo in scena, con la supervisione di Massimo Romeo Piparo, la maschera amara e dissacrante di "Rugantino" dei mitici Garinei & Giovannini. Lo spettacolo, che fonde mirabilmente tradizione e modernità, viene presentato nella sua versione storica originale, con la regia di Pietro Garinei, le splendide musiche del M° Armando Trovajoli, le preziose scene e i bellissimi costumi originali firmati da Giulio Coltellacci: un imperdibile ritorno alle radici e un'occasione per riscoprire un classico del teatro musicale italiano. Sul palco, la splendida Serena Autieri, ancora una volta straordinaria interprete dell'intrigante personaggio di Rosetta, donna bella altera e irraggiungibile, che fa battere il cuore di Rugantino, un ruolo in cui l’attrice napoletana dà prova

Torna in scena "The Boys in the band". Gabrio Gentilini sarà ancora Donald.

Gabrio Gentilini sarà in scena sabato 26 marzo al Teatro Nuovo di San Marino con lo spettacolo “The Boys in the Band”, di cui è co-protagonista dalla prima messa in scena italiana del 2019. Nella piece, proposta al pubblico italiano grazie alla traduzione e all’adattamento di Costantino della Gherardesca, che la produce accanto a Giorgio Bozzo, il regista, Gabrio ricopre il ruolo di Donald, un ragazzo di 28 anni, americano e gay, che con la sua presenza a una festa di compleanno tra amici omosessuali in un appartamento di New York a fine anni '60, creerà varie dinamiche all’interno del gruppo, in un crescendo di colpi di scena, tensione, umorismo feroce e riflessioni profonde. Gabrio ha nel suo curriculum esperienze molto importanti nel teatro di prosa e musicale oltre che ruoli in produzioni cinematografiche e televisive nazionali. “Sono veramente contento di portare questo spettacolo nella mia Romagna. Ne amo il testo, così come la sintonia che si crea con i mie colleghi ogni vol