Passa ai contenuti principali

Afèghesis Teatro presenta "Sweet Home"


Abarico Teatro
28-29 febbraio e 1 marzo 2020
ore 21:00
Afèghesis Teatro
presenta
Sweet Home
Di Luca di Pierno con la collaborazione di Vasco Meddi
Con Stefano Dattrino, Luca di Pierno. David Lecca, Vasco Meddi
Regia di Umberto Bianchi



Sinossi

“Le isole”, luogo di confino per tutti coloro che sono accusati di sessualità non conforme alla norma. In un nontempo/nonluogo, il Più Alto, leader supremo a capo della “rivoluzione di quelli che strisciano”, ha pieno potere decisionale su tutto. L'assurdità e la pesantezza della vita di confino condurrà i protagonisti della vicenda a scoprire l'essenza più profonda dell'animo umano, fatta di contraddizione e ambiguità. In un mondo in cui troppo spesso non ci accorgiamo di essere noi stessi i nostri carcerieri, come si può raggiungere la forza di scegliere la libertà?

NOTE DELL'AUTORE

Mi sono dato “solo” il tempo; la cosa più preziosa che un artista possa dedicare a ciò che ama fare; il tempo per godere di questa storia collettiva ricca e complessa, piena di contraddizioni interne, di corto circuiti e di svolte inaspettate; il tempo, proprio quello che non hanno avuto i nostri protagonisti delle Tremiti. Mi sono lasciato attraversare dai personaggi, loro mi hanno aiutato, da loro ho percepito le risposte ai drammi personali, le reazioni differenti al dolore, i loro tentativi coraggiosi di andare avanti. Personaggi vivi, riconoscibili, visibili, con umane zone di luci e di ombre, in cui ognuno di noi può ritrovare un pezzetto di sé. Al fianco dei protagonisti viviamo il confino, respiriamo l’aria dei cameroni, gli odori, vivendo le loro stesse privazioni e stenti, guardando l’orizzonte infinito del mare delle Tremiti, lo stesso che si intravedeva dalle grate delle loro celle. Come loro noi tutti siamo posti di fronte a scelte e a circostanze che mettono a dura prova i nostri valori ed il nostro modo di vivere. Assistiamo all’assidua e costante lotta per preservare la propria identità ed il proprio spazio, tanto sottile quanto prezioso, di libertà. Per non essere prima ancora che prigionieri degli altri, prigionieri di noi stessi.

Note di Regia

Le Tremiti: isole sataniche! Una storia senza precedenti che pone le basi nella realtà; un luogo tutto italiano dove la libertà di essere se stessi avveniva solo attraverso la prigionia, dove si viene rinchiusi solo per il fatto di essere al mondo per ciò che si è senza nascondersi, o con la paura del giudizio di essere accettati. Empatia, pregiudizio, accettazione, resilienza, tematiche queste che sembrano non essere mai disquisite abbastanza, tematiche di una storia che va riportata alla luce per riscoprirci ora più che mai un po’ più umani.

La volontà registica è quella di portare sulla scena quattro personaggi ben delineati nei loro tratti emotivi, sessuali e caratteriali attraverso l'ambivalenza dell'animo umano dove buono e cattivo si fondono, si cercano, si allontanano e rendono possibile la convivenza con i lati più oscuri di noi.

I personaggi vivono grazie ad una sedia, studiata, scelta, resa ora oggetto di scena, ora parte del sé. Essi stessi vivono tutto e il contrario di tutto. Vivono della sedia la parte più vera, quella che l'estetica nasconde e solo discostandosi da essa riescono a trovare una quotidianità emotiva che li liberi, o forse no, dalle costrizioni e dalle dinamiche sociali.

Il tema dell'omosessualità, di accettare sé e gli altri, di vivere la propria vita secondo criteri di scelta soggettiva è solo un pretesto per riportare a galla un pezzo di storia della nostra terra che in pochi conoscono. È il pretesto giusto per renderci conto che si fa ancora fatica a trovare il centro di noi; si fa fatica a mostrare la nostra “sedia”, alla quale rimaniamo ancorati per paura di perderci: siamo tutti capaci di essere carnefici da seduti, vittime di noi stessi e delle nostre emozioni più profonde. E se quella sedia la ribaltassimo? Se fossimo capaci di scegliere la libertà, anche in prigionia, e rendere casa ogni luogo in cui dobbiamo vivere e, famiglia ogni persona con cui siamo costretti ad interagire? E se potessimo amare, imprescindibilmente, ed essere amati, liberamente? Se non ci fossero, sedie o barriere? La risposta è solo una: sapremmo sempre dov'è casa e la strada per tornarci, ovunque essa sia, qualunque essa sia, comunque essa appaia.

Umberto Bianchi
-----------------------
Afèghesis Teatro
presenta

Sweet Home
Di Luca di Pierno con la collaborazione di Vasco Meddi

28 – 29 febbraio e 1 marzo 2020 ore 21.00
Regia di Umberto Bianchi
Con Stefano Dattrino, Luca di Pierno. David Lecca, Vasco Meddi
Aiuto Regia Prisca D'Andrea – Jessica Tavanti

Abarico Teatro
Via dei Sabelli 116 (San Lorenzo)
28 – 29 febbraio e 1 marzo 2020 - Ore 21.00

Info e prenotazioni
tel. 0698932488

Biglietti
Intero € 13,00
Ridotto € 10,00
(Tessera associativa 1 €)

Commenti

Post popolari in questo blog

Teatro Trastevere: Nuovo Progetto Artistico

                                                                                           Associazione Culturale Teatro Trastevere presenta il Nuovo Progetto Artistico   GERMOGLI Esperimenti Teatrali, per artisti e spettatori   COS'E'   È la nostra personale risposta alla riapertura delle strutture teatrali a ridosso della stagione estiva. Un percorso di RICERCA, sia del Teatro Trastevere che degli artisti coinvolti, per riabituare gli spettatori a frequentare gli spazi di condivisione artistica, riabbracciandoci, seppur simbolicamente, attraverso l'arte, portatrice di sana socialità.   MA IN PRATICA   In pratica apriamo il Teatro alle compagnie e ai singoli artisti che, dopo mesi di elaborazione di nuovi contenuti, vogliano finalmente dare viva realtà al proprio progetto. Offriamo 50 ore di RESIDENZA CREATIVA e 2 giorni di restituzione al pubblico non solo in forma di spettacolo, ma anche di semplice studio:  “...Faremo le cose in sicurezza, seguendo i protocolli e metter

BROADWAY CELEBRATION - I GRANDI SUCCESSI DEL MUSICAL IN CONCERTO SPETTACOLO

                                                                  Tour 2021/22 BROADWAY CELEBRATION I GRANDI SUCCESSI DEL MUSICAL IN CONCERTO SPETTACOLO Rocky Horror Show, Jesus Christ Superstar, Rent, Mamma Mia! Sister Act, Les Misérables, Cats, Hairspray, Hair, Grease, Evita, The Phantom of the Opera… PRESENTA UMBERTO SCIDA Una produzione Marco Caselle, Alex Negro per Palco5. I due fondatori uniscono la loro ventennale esperienza nel settore del Musical il primo, e nel Gospel internazionale il secondo, per dar vita ad una serata imperdibile con un cast di 24 performer e musicisti per i grandi successi del Musical. 10 sono i performer di fama nazionale che compongono la sezione dei solisti, accompagnati da una band d’eccezione e supportati da altrettanti coristi. Non sarà un semplice concerto, ma una esperienza di storytelling attraverso parole e canzoni, come insegna il teatro di Broadway. La serata, infatti, verrà raccontata da Umberto Scida, già noto in tutto il Paese

Tornano in scena "I Nuovi Tragici"

            I NUOVI TRAGICI monologhi scritti e diretti da Pietro De Silva TEATRO MARCONI  18/19/20 GIUGNO 2021 Tornano in scena I Nuovi Tragici. La rassegna nata nel 1990 arriva sul palco del Teatro Marconi il 18, 19 e 20 giugno 2021. Si tratta di monologhi scritti e diretti da Pietro De Silva portati in scena da giovani attori che partecipano al Festival. A presentare la serata due ospiti d'eccezione: Marco Simeoli e Bruno Maccallini. Una storica rassegna dunque a cui hanno partecipato circa ottanta attori fra i quali Enrico Brignano, Flavio Insinna, Neri Marcorè, Valerio Aprea, Massimiliano Bruno, Paola Cortellesi, Francesco Pannofino, Paola Minaccioni, Massimiliano Bruno, Valerio Aprea e tanti altri Il termine NUOVI TRAGICI è dichiaratamente ironico. Si tratta di una serie di monologhi sotto forma di casi clinici singolari. Individui disperati che cercano conforto, confessando in pubblico le loro piccole e grandi manie. Si prende di mira la follia e i suoi derivati, con occhio