Passa ai contenuti principali

LA CENA DEI CRETINI - Tour Nazionale



Cosa succede quando due veri mattatori teatrali calcano il palcoscenico
in una delle commedie più famose e irriverenti?!

NINO FORMICOLA sta preparando la cena. MAX PISU sarà la sua vittima…
Pronti ad assistere a “LA CENA DEI CRETINI”?!

Siamo in Francia, nella Parigi bene. Ogni mercoledì un gruppo di amici, stanchi ed annoiati, organizza una cena speciale a cui vengono invitati personaggi ritenuti stupidi per riderne e farne beffa per tutta la serata. Gli invitati sono ignari del “gioco” e che la cena sia denominata “La Cena dei Cretini”.

Ma non sempre le cose vanno come ci si aspetta…


Il “cretino” Francois, invitato dal brillante Pierre, ribalterà la situazione, passando da vittima a carnefice. Riuscirà infatti a creare una serie infinita di problemi a Pierre, arrivando persino a mettergli in crisi il matrimonio. 

Il tutto in un crescendo di gags, malintesi e situazioni comiche paradossali ed esplosive.

Il capolavoro di Francis Veber torna a divertire le platee di tutta Italia con due protagonisti d’eccezione.

“La Cena dei Cretini” è stata scritta negli anni Novanta dall’autore francese, diventando un vero e proprio cult dopo la trasposizione cinematografica del 1998, con regia dello stesso Veber.

Una trama semplice, ma di grande impatto comico, come si addice alle commedie più riuscite.


I PROTAGONISTI

Nino Formicola
Milanese sì, ma di padre napoletano e madre catanese, inizia ad intraprendere l’arte del comico nel locale culto degli anni ’70: lo Zelig. Qui inizia anche il suo sodalizio storico con Andrea Brambilla. Insieme formeranno una delle coppie comiche italiane più famose: Zuzzurro & Gaspare. La loro spontaneità, semplicità e naturalezza, li porteranno ad essere amatissimi dal pubblico di tutte le età, diventando persino fumetti grazie alla penna di Silver, padre di “Lupo Alberto”.

Sul finire degli anni ’80 Gaspare si consacra insieme a Zuzzurro con il programma “Drive In” proseguendo negli anni ’90 con una incredibile carriera teatrale.



Max Pisu
Nome d’arte di Massimo Pisu (ok, non ha avuto molta fantasia), conquista il grande pubblico televisivo nei panni di Tarcisio, il fervente frequentatore di parrocchie e gite a Lourdes che, con la sua ingenuità e la sua infantile cattiveria, ha fatto ridere le platee di tutta Italia.

Così come il suo Tarcisio è riuscito ad allontanarsi dall’oratorio per imbarcarsi nelle avventure più incredibili, Max trova modo di dare sfogo alla sua poliedricità artistica, per calarsi nei panni di conduttore, cabarettista, attore, dandogli modo di esplorare ed approfondire tante sfumature di entertainment.

Pisu porta in scena una comicità mai volgare, svariando dal romantico all’ingenuo, a tratti cinico, a tratti surreale. Il pubblico acclama le sue performance anno dopo anno, registrando sold-out in ogni tour teatrale.


IL TOUR
Debutto a metà dicembre per un tour che toccherà molte città italiane fino a marzo 2020.
Ecco le tappe principali:

  • 7 dicembre: MONTECATINI – Teatro Verdi
  • dal 16 al 19 gennaio: MILANO – Teatro Nuovo
  • dal 21 gennaio al 2 febbraio: ROMA – Teatro Ciak
  • dal 28 febbraio al 1 marzo: TORINO – Teatro Gioiello


Prevendita biglietti con il circuito Ticket One (on-line su www.ticketone.it ed in tutti i punti vendita affiliati) e presso le biglietterie dei singoli teatri.

Per maggiori informazioni è possibile contattare la produzione, Dimensione Eventi, al numero 011/2632323, dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 18.
www.dimensioneeventi.it

Commenti

Post popolari in questo blog

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic, l'orchestra che unisce le diverse tradizioni musicali dei paesi che circondano il Mar Baltico, nella convinzione che la musica non conosca né confini né limiti, sia di natura geografica che di genere. Il tour, realizzato grazie al sostegno di Saipem, debutterà il 10 settembre a Heiden, in Germania, e toccherà, in dieci giorni, nove differenti città in Svizzera, Italia, Danimarca e Polonia. In Italia la Baltic Sea Youth Philharmonic sarà a Milano il 14 settembre nel suggestivo contesto della Basilica di Santa Maria delle Grazie, ospite dell’Associazione Musicale ArteViva, e a Verona il 15 settembre al Teatro Filarmonico per il festival “Settembre dell’Accademia” dove si esibirà per il secondo anno consecutivo. Il pubblico milanese avrà il piacere di applaudire i giovani artisti della Baltic Sea Youth Philharmonic per la quarta volta. L’orchestra, fondata nel 2008 da Kristjan Järvi (affiancato da un prestigioso consiglio di consulent

Rugantino - dal 10 marzo al Sistina!

  Per la gioia del pubblico rivive una pagina indimenticabile della lunga e gloriosa storia del Teatro Sistina: dopo lo stop forzato dovuto alla pandemia, dal prossimo giovedì 10, e fino al 27 marzo, sarà di nuovo in scena, con la supervisione di Massimo Romeo Piparo, la maschera amara e dissacrante di "Rugantino" dei mitici Garinei & Giovannini. Lo spettacolo, che fonde mirabilmente tradizione e modernità, viene presentato nella sua versione storica originale, con la regia di Pietro Garinei, le splendide musiche del M° Armando Trovajoli, le preziose scene e i bellissimi costumi originali firmati da Giulio Coltellacci: un imperdibile ritorno alle radici e un'occasione per riscoprire un classico del teatro musicale italiano. Sul palco, la splendida Serena Autieri, ancora una volta straordinaria interprete dell'intrigante personaggio di Rosetta, donna bella altera e irraggiungibile, che fa battere il cuore di Rugantino, un ruolo in cui l’attrice napoletana dà prova

Torna in scena "The Boys in the band". Gabrio Gentilini sarà ancora Donald.

Gabrio Gentilini sarà in scena sabato 26 marzo al Teatro Nuovo di San Marino con lo spettacolo “The Boys in the Band”, di cui è co-protagonista dalla prima messa in scena italiana del 2019. Nella piece, proposta al pubblico italiano grazie alla traduzione e all’adattamento di Costantino della Gherardesca, che la produce accanto a Giorgio Bozzo, il regista, Gabrio ricopre il ruolo di Donald, un ragazzo di 28 anni, americano e gay, che con la sua presenza a una festa di compleanno tra amici omosessuali in un appartamento di New York a fine anni '60, creerà varie dinamiche all’interno del gruppo, in un crescendo di colpi di scena, tensione, umorismo feroce e riflessioni profonde. Gabrio ha nel suo curriculum esperienze molto importanti nel teatro di prosa e musicale oltre che ruoli in produzioni cinematografiche e televisive nazionali. “Sono veramente contento di portare questo spettacolo nella mia Romagna. Ne amo il testo, così come la sintonia che si crea con i mie colleghi ogni vol