Passa ai contenuti principali

"BLOCCATO NELLA RETE" torna in scena per una serata benefica




Internet, i social e le app danno spettacolo 

BLOCCATO NELLA RETE

Il cattivissimo one man show di Thomas Centaro torna in scena per beneficenza 



Dopo il successo di pubblico e critica della passata stagione, Thomas Centaro torna con il suo esilarante one man show BLOCCATO NELLA RETE venerdì 27 settembre al Teatro Alle Colonne, in Corso di Porta Ticinese, 45 (Mi), per una speciale serata cui parte dell’incasso sarà a favore della giovane Associazione priSMART. 

Con il suo innato talento comico Thomas Centaro analizza tutti i cambiamenti che si sono insinuati nelle nostre vite da quando internet ci ha ingabbiato attraverso lo smartphone: con un divertentissimo viaggio nel tempo sulla social revolution, Thomas Centaro racconta la giungla del web e della app trattando con impertinenza e sfacciataggine un tema torbido e assurdo come il mondo del WWW. Facebook, Whatsapp, Instagram, YouTube, Linkedin, Tinder, Ebay e Amazon si trasformano in esilaranti monologhi che per due ore mettono in luce tutte le alterazioni comportamentali che stanno convertendo il genere umano in qualcosa di disumano! 

Ce ne sarà per tutti e ci sarà da ridere e riflettere: la piaga degli haters, di cui lo stesso attore è continuamente vittima, diventa una doverosa e pertinente pagina dello spettacolo, una parentesi ruvida che mette a fuoco lo spinoso tema del cyberbullismo evidenziando il lato oscuro dei social media. Un tema attuale e caldissimo che riguarda tutti molto da vicino, così vicino che durante lo show sarà possibile interagire con il protagonista direttamente dal proprio cellulare. 

La Dott.ssa Antonella Di Troia, Presidente dell’Associazione priSMART, dichiara “L’associazione priSMART è una organizzazione di volontariato che desidera offrire servizi psicologici e riabilitativi a persone in situazione di difficoltà economiche. La nostra associazione è giovane e ha bisogno di crescere. Per questo motivo abbiamo chiesto a Thomas Centaro, nostro sostenitore e stimato professionista in ambito teatrale, di riportare in scena il suo one man show. Questo spettacolo fa esattamente al caso nostro per le tematiche che tratta in modo comico, e perché può far riflettere le persone di tutte le età sull’uso dei social network. Credo abbiamo tutti un po’ bisogno di essere educati! Thomas inoltre, ama documentarsi e non lascia niente al caso, per i suoi spettacoli chiede spesso una consulenza agli esperti per essere sicuro di dare i giusti messaggi. Ci è sembrato naturale associare questo spettacolo alla nostra mission e al nostro lavoro con adulti e ragazzi, e Thomas ha accolto pienamente lo spirito dell’iniziativa, decidendo di donare alla nostra associazione parte del ricavato. Speriamo di fare un bel sold-out, la causa è sicuramente buona!”

I biglietti sono in vendita a € 18 esclusivamente presso lo Studio Prisma, Via Bartolomeo Eustachi, 3 – Milano, dalle 10:30 alle 12:30 tutti i mercoledì mattina. Sceneggiatura e Regia di Thomas Centaro.

-------------------

CONTATTI WEB: 



ASSOCIAZIONE PRISMART WEB: https://associazioneprismart.wordpress.com/ 

Commenti

Post popolari in questo blog

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic, l'orchestra che unisce le diverse tradizioni musicali dei paesi che circondano il Mar Baltico, nella convinzione che la musica non conosca né confini né limiti, sia di natura geografica che di genere. Il tour, realizzato grazie al sostegno di Saipem, debutterà il 10 settembre a Heiden, in Germania, e toccherà, in dieci giorni, nove differenti città in Svizzera, Italia, Danimarca e Polonia. In Italia la Baltic Sea Youth Philharmonic sarà a Milano il 14 settembre nel suggestivo contesto della Basilica di Santa Maria delle Grazie, ospite dell’Associazione Musicale ArteViva, e a Verona il 15 settembre al Teatro Filarmonico per il festival “Settembre dell’Accademia” dove si esibirà per il secondo anno consecutivo. Il pubblico milanese avrà il piacere di applaudire i giovani artisti della Baltic Sea Youth Philharmonic per la quarta volta. L’orchestra, fondata nel 2008 da Kristjan Järvi (affiancato da un prestigioso consiglio di consulent

Rugantino - dal 10 marzo al Sistina!

  Per la gioia del pubblico rivive una pagina indimenticabile della lunga e gloriosa storia del Teatro Sistina: dopo lo stop forzato dovuto alla pandemia, dal prossimo giovedì 10, e fino al 27 marzo, sarà di nuovo in scena, con la supervisione di Massimo Romeo Piparo, la maschera amara e dissacrante di "Rugantino" dei mitici Garinei & Giovannini. Lo spettacolo, che fonde mirabilmente tradizione e modernità, viene presentato nella sua versione storica originale, con la regia di Pietro Garinei, le splendide musiche del M° Armando Trovajoli, le preziose scene e i bellissimi costumi originali firmati da Giulio Coltellacci: un imperdibile ritorno alle radici e un'occasione per riscoprire un classico del teatro musicale italiano. Sul palco, la splendida Serena Autieri, ancora una volta straordinaria interprete dell'intrigante personaggio di Rosetta, donna bella altera e irraggiungibile, che fa battere il cuore di Rugantino, un ruolo in cui l’attrice napoletana dà prova

Torna in scena "The Boys in the band". Gabrio Gentilini sarà ancora Donald.

Gabrio Gentilini sarà in scena sabato 26 marzo al Teatro Nuovo di San Marino con lo spettacolo “The Boys in the Band”, di cui è co-protagonista dalla prima messa in scena italiana del 2019. Nella piece, proposta al pubblico italiano grazie alla traduzione e all’adattamento di Costantino della Gherardesca, che la produce accanto a Giorgio Bozzo, il regista, Gabrio ricopre il ruolo di Donald, un ragazzo di 28 anni, americano e gay, che con la sua presenza a una festa di compleanno tra amici omosessuali in un appartamento di New York a fine anni '60, creerà varie dinamiche all’interno del gruppo, in un crescendo di colpi di scena, tensione, umorismo feroce e riflessioni profonde. Gabrio ha nel suo curriculum esperienze molto importanti nel teatro di prosa e musicale oltre che ruoli in produzioni cinematografiche e televisive nazionali. “Sono veramente contento di portare questo spettacolo nella mia Romagna. Ne amo il testo, così come la sintonia che si crea con i mie colleghi ogni vol