Passa ai contenuti principali

In primo piano

Trani Teatro Clown. L'Intervista al direttore artistico Santo Nicito.

  E' stata una prima edizione di grande successo quella del Trani Teatro Clown Festival Internazionale che dal 6 all'11 luglio ha rallegrato la città di Trani con spettacoli, incontri, laboratori e workshop tutti incentrati sulla figura del Clown. Tantissimi i partecipanti per un'edizione che ha rappresentato solo l'inizio di una nuova avventura che continuerà anche d'inverno nella bellissima città pugliese. Abbiamo intervistato Santo Nicito direttore artistico della Rassegna.       E' terminato da poco il Trani Teatro Clown qual è il bilancio di questa esperienza? Assolutamente positiva! I numeri sono dalla nostra parte, questo dimostra che l’offerta messa in campo ha   suscitato curiosità e interesse. Questa prima edizione del Trani Teatro Clown Festival Internazionale è stata la realizzazione di un sogno. Un vero miracolo! Abbiamo gettato le basi per quello che già da settembre, per la seconda edizione, speriamo e vogliamo sia un progetto molto più

ROSANNA OBERBIZER DEBUTTA CON IL ROMANZO “IL GIORNO IN CUI SEGUIMMO LE API”

La scrittrice milanese Rosanna Oberbizer debutta con il suo primo romanzo “Il giorno in cui seguimmo le api”.
Il libro racconta la storia di Tommaso, che ha 13 anni e vive in una grande città. Intelligente e un po’ timido, coltiva un sogno: per una volta, vorrebbe sentire su di sé gli sguardi ammirati dei compagni di classe, mentre racconta una storia avvincente alla festa di Halloween.

È un ragazzino razionale, quindi procede con metodo. Comincia a navigare su Internet alla ricerca di ispirazione, fino a quando non si imbatte in una leggenda sorprendente, ambientata nella cittadina di mare dove trascorre l’estate da quando è nato. In un attimo i piani cambiano: l’occasione è diventare protagonista di una vera avventura e, a confronto, limitarsi a raccontarla non è così emozionante.

C’è un mistero da risolvere, una grotta da esplorare, un segreto da svelare. Per tutto questo, coinvolge gli amici di sempre, quelli di ogni estate. Con Filippo, Andrea e Stefania, Tommaso affronta molte sfide, imparando ad ascoltare, condividere e ammettere che, in ogni avventura che si rispetti, non tutto può essere programmato.

“L’idea del libro nasce in un pomeriggio di luglio di alcuni anni fa, osservando un gruppo di ragazzini intenti ad architettare grandi spedizioni e avventure su una spiaggia della Liguria” - racconta Rosanna Oberbizer - “La visione ha evocato molte suggestioni: il tempo dilatato e apparentemente infinito delle estati di quando ero piccola, le giornate che prendevano ritmi del tutto inusuali, la paura di mettersi in gioco e il desiderio di essere riconosciuti, l’odore buono del sole sulla pelle. Tutto il resto è nato da sé”.

Vi è venuta voglia di leggere “Il giorno in cui seguimmo le api”? Prima questa emozionante storia deve vincere una piccola ma preziosa sfida: portare a termine, con un bel 100%, la sua campagna crowdfunding.

Il romanzo, infatti, è stato selezionato dalla casa editrice bookabook che ha scelto (con successo) un nuovo modo di fare editoria: sono proprio i lettori, infatti, a scegliere le storie che diventeranno libri attraverso una raccolta crowdfunding sui preordini.

Se infatti “Il giorno in cui seguimmo le api” raggiungerà i 200 preordini entro il 15 agosto potrà entrare in catalogo.

Intanto un primo obiettivo è già stato raggiunto: tutti quelli che effettuano il preordine hanno la garanzia di ricevere la propria copia, qualunque sia l'esito della campagna.

Nota importante: per tutti i preordini effettuati tra il 1 luglio e il 15 agosto (in versione cartacea o ebook), l'autrice si impegna a donare 1 euro all'Associazione Gaslini Onlus.

CHI È ROSANNA OBERBIZER

Nata e vissuta a Milano, lavora come copy strategist in un'agenzia di comunicazione digitale. Un percorso costruito sul delicato equilibrio tra la passione per il linguaggio e una leggera fissazione per i numeri che, nell'evoluzione dell'attuale mercato digitale, si rivela un discreto colpo di fortuna.

Da sempre affascinata da ogni forma di affabulazione, legge dall'età di 5 anni e scrive da quando, a 7, scopre una Olivetti Lettera 32 in casa. Da lì in poi, si innamora della sensazione di potersi esprimere attraverso un elemento di mediazione, che invece di ridurre la potenza del messaggio, gli regala una nuova vita.

Crowdfunding “Il giorno in cui seguimmo le api”: https://bookabook.it/libri/giorno-cui-seguimmo-le-api/




Seguite Rosanna Oberbizer anche su

Blog – www.popstory.it

Facebook - https://www.facebook.com/PopStory.Blog

Instagram - https://www.instagram.com/popstory_blog/

Commenti

Posta un commento