Passa ai contenuti principali

In primo piano

NASCE L' ASSOCIAZIONE STEFANO D'ORAZIO

                                                           Ad un anno dalla scomparsa di uno dei più amati artisti italiani   NASCE L’ASSOCIAZIONE STEFANO D’ORAZIO   UN PROGETTO RIVOLTO A GIOVANI ARTISTI DI TALENTO   «Vorrei poter contribuire ad accendere degli entusiasmi e delle attenzioni verso qualcuno che meriti una storia di successo fortunata come la mia» Stefano D’Orazio     Ad un anno dalla scomparsa di un grande artista, che insieme ai Pooh ha fatto la storia della musica italiana nasce l’Associazione Stefano D’Orazio, un progetto rivolto a giovani artisti di talento. Lo scopo dell’Associazione è quello costituire un polo di eccellenza nel settore artistico-musicale-imprenditoriale, un’accademia di alta formazione professionale ed imprenditoriale per giovani artisti, quale strumento di integrazione sociale e culturale, con potenziale innovativo e di crescita per il sistema economico, occupazionale e sociale. Associazione Stefano D’Orazio si pone come obiettivo quello di organi

SMISURATA PREGHIERA e un ridere rauco, ricordi tanti e nemmeno un rimpianto


ESTATE SFORZESCA 2019

Lunedì 8 luglio 2019 h 21.15
SMISURATA PREGHIERA
e un ridere rauco, ricordi tanti e nemmeno un rimpianto
Omaggio a Fabrizio De Andrè
di e con Stefano Orlandi
chitarra Massimo Betti / fisarmonica Giulia Bertasi / percussioni Giulio Bortolato /
contrabbasso Stefano Fascioli / fiati classici ed etnici Ermanno Librasi /
arrangiamenti originali di Massimo Betti e Dario Bortolato
produzione ATIR Teatro Ringhiera


Lo spettacolo è un viaggio attraverso l’opera di Fabrizio De André, e di conseguenza un viaggio attraverso i temi a lui cari: gli ultimi, i diseredati, la guerra, la libertà, la giustizia sociale, il potere, la morte, l’amore, la terra... In una sola parola: l’uomo.

Tra le canzoni rimbalzano qua e là, come un’eco, le parole di poeti, scrittori, commediografi che per assonanza ne allargano lo sguardo come a renderlo - se possibile - ancora più universale: Baudelaire, Caproni, Rostand, Saba, Romana, Jammes...

La scelta del titolo, ripreso da una canzone dall’album “Anime salve”, nasce da una osservazione semplice e singolare, e cioè che sia la prima canzone del primo album (“Preghiera in gennaio”) sia l’ultima canzone dell’ultimo album (“Smisurata preghiera”) sono invocazioni a Dio. É curioso constatare che il percorso artistico di un ateo, anticlericale e anarchico si apra e si chiuda con una preghiera. Ma, ripercorrendo tutta l’opera, è evidente e lampante la forte spiritualità che ha segnato l’artista, una spiritualità laica di chi crede fortemente nell’uomo e nel suo desiderio di giustizia, un uomo legato alla terra ma con lo sguardo e il cuore bramoso di infinito.



DURATA 75 minuti
PREZZO biglietto intero 10,00€ + 1,00€ prevendita
ACQUISTO ONLINE https://www.vivaticket.it
INFO tel. 02 87390039 – info@atirteatroringhiera.itwww.atirteatroringhiera.it



Evento all'interno del programma Estate Sforzesca 2019

Commenti