Passa ai contenuti principali

In primo piano

Trani Teatro Clown. L'Intervista al direttore artistico Santo Nicito.

  E' stata una prima edizione di grande successo quella del Trani Teatro Clown Festival Internazionale che dal 6 all'11 luglio ha rallegrato la città di Trani con spettacoli, incontri, laboratori e workshop tutti incentrati sulla figura del Clown. Tantissimi i partecipanti per un'edizione che ha rappresentato solo l'inizio di una nuova avventura che continuerà anche d'inverno nella bellissima città pugliese. Abbiamo intervistato Santo Nicito direttore artistico della Rassegna.       E' terminato da poco il Trani Teatro Clown qual è il bilancio di questa esperienza? Assolutamente positiva! I numeri sono dalla nostra parte, questo dimostra che l’offerta messa in campo ha   suscitato curiosità e interesse. Questa prima edizione del Trani Teatro Clown Festival Internazionale è stata la realizzazione di un sogno. Un vero miracolo! Abbiamo gettato le basi per quello che già da settembre, per la seconda edizione, speriamo e vogliamo sia un progetto molto più

"Caterina e Francesco – Due Straordinari italiani"

Convento di S. Maria Sopra Minerva
Antica Biblioteca del Palazzo dei Domenicani.

Sabato 6 luglio e domenica 7 20:30
Apertura straordinaria
Antica Biblioteca del Palazzo dei Domenicani

Con il Patrocinio di: Senato della Repubblica,
Associazione SS. Pietro e Paolo, Casa della Romanità – Roma Capitale














Ore 19.30 - Degustazione offerta dalla ditta Ramazzotti

Ore 20.30 - Spettacolo Caterina e Francesco – Due Straordinari Italiani

Ingresso libero


Musiche dal vivo di Mozart, Granados, Mendelsshon, Liszt, Faurè, Gounod, Ravel e Schumann.

Per ricordare e onorare le figure dei due santi italiani in occasione dell’ottuagenario della loro proclamazione, il convento domenicano della Minerva a Roma mette in scena uno spettacolo teatrale ispirato agli anni della loro giovinezza.

Chi erano prima di diventare San Francesco e Santa Caterina? Come sono arrivati alle loro scelte? Quanto hanno dovuto lottare e contro chi per inseguire e realizzare la loro chiamata?

Fra Angelo Di Marco, frate del convento domenicano della Minerva, e la regista Elisabetta Bernardini cercheranno, attraverso studi e ricerche biografiche, di rispondere a queste domande.

Lo spettacolo sarà accompagnato da musica dal vivo.

Lo spettacolo è rivolto prevalentemente ad un pubblico giovane, sperando che possa facilmente identificarsi con gli impulsi e le dinamiche che hanno vissuto da giovani Francesco e Caterina: dinamiche universali e sempre attuali.

Clara Galante è Caterina da Siena

Giuseppe Nitti è Francesco d'Assisi

Tiziana Corese è Suor Letizia

Emidio La Vella è la voce off di papa Pacelli.



Eseguono:

Massimiliano Faraci, pianoforte

Pamela Lucciarini, soprano



Sinossi

Roma 1939, Papa Pacelli ha deciso di dare all’Italia un Patrono nazionale, considerando i tempi drammatici di una guerra imminente. Ma è indeciso tra san Francesco e santa Caterina, cosi decide di esaminarli, con delle domande orali e scritte, per capire chi dei due sarà perfetto come Santo Patrono D’Italia. Il plot, surreale, farà sorridere ma anche emozionare e riflettere.


Sulla Antica biblioteca

Segnaleranno il percorso per raggiungere la Biblioteca antica quattro manichini in costume d’epoca provenienti dalla collezione di Roberto Consorsi, Presidente dell’Associazione Arca Petrina ONLUS, esperto del costume ecclesiastico e laico della Corte pontificia.
----------------------


CHIOSTRO DEL CONVENTO DI S. MARIA SOPRA MINERVA

Piazza della Minerva, 42 -Roma

Ingresso libero

Commenti