Passa ai contenuti principali

Campagna contro abbandono Roma Capitale/Terrazze Teatro Festival

Anche quest’anno, in vista dell’estate, torna la campagna contro l’abbandono degli animali domestici di Roma Capitale, che per il secondo anno consecutivo condivide anche quella lanciata da “Le Terrazze Teatro Festival di Roma”. Sono state presentate entrambe le iniziative alla presenza della Sindaca, Virginia Raggi, del Presidente della Commissione Capitolina all’Ambiente, Daniele Diaco, e del direttore artistico della kermesse teatrale, Achille Mellini. 

Entrambe con lo scopo di prevenire e contenere il fenomeno estivo dell’abbandono di animali di proprietà puntando a favorire l’adozione responsabile degli ospiti dei canili di Roma Capitale: Muratella e Ponte Marconi. Nel primo caso a fare da testimonial, con lo slogan “Se abbandoni, sei complice!”, l’attore romano Stefano Fresi (non presente per motivi di lavoro) che, gratuitamente, ha dato la propria adesione comparendo su oltre 1000 manifesti affissi sul territorio di Roma, nei punti strategici, per sensibilizzare e responsabilizzare i cittadini. Con lui nella foto il cagnolino Benji e sullo sfondo la statua dedicata ad Angelo, il cane torturato e ucciso a Sangineto in Calabria, posta a Largo Ravizza nel quartiere Monteverde. 


Oltre ai manifesti, la campagna, coordinata da Roma Capitale, Commissione Ambiente e Dipartimento Tutela Ambientale, in collaborazione con il Dipartimento Comunicazione, prevede anche la realizzazione di retrobus e spot radiofonici trasmessi su RadioRomaCapitale. A sostenere, invece, l’iniziativa ideata da “Le Terrazze Teatro Festival”, dal 5 luglio al 3 agosto al Palazzo dei Congressi, realizzata da Aurora Produzioni, una squadra di comici, protagonisti in cartellone: Cinzia Leone, Enzo Salvi, Pablo & Pedro, Dado, Antonello Costa, Massimo Bagnato e Carmine Faraco, I Centouno, i comici di S.C.Q.R. e il Premio Persefone Comicus, presieduto da Maurizio Costanzo e diretto da Francesco Bellomo. Tutti uniti nel lanciare un messaggio importante ogni sera dal palco: "Si recita a teatro non in famiglia. Io potrei essere nella tua. Se mi adotti sei da applausi". Lo scopo è quello di far comprendere che la scelta di accogliere un animale in casa implica un insieme di attenzioni e cure quotidiane, un dono per la vita e non un desiderio temporaneo. Per questo è importante anche condividere gli spazi comuni con i propri animali, oggi entrati a pieno titolo nel concetto di nucleo familiare, e quindi sollecitare le varie strutture pubbliche a valutare la possibilità di ammetterli, ovviamente rispettando apposite regole. Durante ogni serata saranno poi diffuse le foto di cani e gatti in cerca di una famiglia, attualmente ospiti presso i canili comunali. “L’estate è il periodo in cui, a Roma ma non solo, registriamo il maggior numero di abbandoni: un vero e proprio disastro per i nostri amici a quattro zampe che, come amministrazione, stiamo cercando di combattere in tutti i modi. Proprio per questo - ha spiegato in conferenza la Sindaca Raggi - ogni anno promuoviamo questa campagna di sensibilizzazione che mette al centro i diritti degli animali. Da gennaio ad oggi abbiamo accolto più di 810 animali nei due canili comunali di Muratella e Ponte Marconi. Negli stessi mesi, ben 513 esemplari sono stati adottati. Circa 210 cani sono stati ricongiunti ai loro proprietari ed altri smistati in rifugi convenzionati. Ma questi dati non bastano: vogliamo incentivare ancora di più le adozioni e fornire assistenza a chi desidera aiutare un animale”. La tutela degli animali resta uno degli obiettivi fondamentali dell’Amministrazione che punta ad evitare l’abbandono, incentivare l’adozione e combattere ogni tipo di maltrattamento. “Nei canili o nei rifugi ci sono tantissimi amici a quattro zampe che aspettano solo di essere adottati e amati", afferma il Presidente della Commissione Capitolina all’Ambiente Daniele Diaco. Sul sito www.canilidiroma.it, sono disponibili i contatti per la richiesta di affido e anche le foto, con relativa scheda informativa, di ciascun animale.

Commenti

Post popolari in questo blog

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic, l'orchestra che unisce le diverse tradizioni musicali dei paesi che circondano il Mar Baltico, nella convinzione che la musica non conosca né confini né limiti, sia di natura geografica che di genere. Il tour, realizzato grazie al sostegno di Saipem, debutterà il 10 settembre a Heiden, in Germania, e toccherà, in dieci giorni, nove differenti città in Svizzera, Italia, Danimarca e Polonia. In Italia la Baltic Sea Youth Philharmonic sarà a Milano il 14 settembre nel suggestivo contesto della Basilica di Santa Maria delle Grazie, ospite dell’Associazione Musicale ArteViva, e a Verona il 15 settembre al Teatro Filarmonico per il festival “Settembre dell’Accademia” dove si esibirà per il secondo anno consecutivo. Il pubblico milanese avrà il piacere di applaudire i giovani artisti della Baltic Sea Youth Philharmonic per la quarta volta. L’orchestra, fondata nel 2008 da Kristjan Järvi (affiancato da un prestigioso consiglio di consulent

Rugantino - dal 10 marzo al Sistina!

  Per la gioia del pubblico rivive una pagina indimenticabile della lunga e gloriosa storia del Teatro Sistina: dopo lo stop forzato dovuto alla pandemia, dal prossimo giovedì 10, e fino al 27 marzo, sarà di nuovo in scena, con la supervisione di Massimo Romeo Piparo, la maschera amara e dissacrante di "Rugantino" dei mitici Garinei & Giovannini. Lo spettacolo, che fonde mirabilmente tradizione e modernità, viene presentato nella sua versione storica originale, con la regia di Pietro Garinei, le splendide musiche del M° Armando Trovajoli, le preziose scene e i bellissimi costumi originali firmati da Giulio Coltellacci: un imperdibile ritorno alle radici e un'occasione per riscoprire un classico del teatro musicale italiano. Sul palco, la splendida Serena Autieri, ancora una volta straordinaria interprete dell'intrigante personaggio di Rosetta, donna bella altera e irraggiungibile, che fa battere il cuore di Rugantino, un ruolo in cui l’attrice napoletana dà prova

Torna in scena "The Boys in the band". Gabrio Gentilini sarà ancora Donald.

Gabrio Gentilini sarà in scena sabato 26 marzo al Teatro Nuovo di San Marino con lo spettacolo “The Boys in the Band”, di cui è co-protagonista dalla prima messa in scena italiana del 2019. Nella piece, proposta al pubblico italiano grazie alla traduzione e all’adattamento di Costantino della Gherardesca, che la produce accanto a Giorgio Bozzo, il regista, Gabrio ricopre il ruolo di Donald, un ragazzo di 28 anni, americano e gay, che con la sua presenza a una festa di compleanno tra amici omosessuali in un appartamento di New York a fine anni '60, creerà varie dinamiche all’interno del gruppo, in un crescendo di colpi di scena, tensione, umorismo feroce e riflessioni profonde. Gabrio ha nel suo curriculum esperienze molto importanti nel teatro di prosa e musicale oltre che ruoli in produzioni cinematografiche e televisive nazionali. “Sono veramente contento di portare questo spettacolo nella mia Romagna. Ne amo il testo, così come la sintonia che si crea con i mie colleghi ogni vol