Passa ai contenuti principali

In primo piano

Tornano in scena "I Nuovi Tragici"

            I NUOVI TRAGICI monologhi scritti e diretti da Pietro De Silva TEATRO MARCONI  18/19/20 GIUGNO 2021 Tornano in scena I Nuovi Tragici. La rassegna nata nel 1990 arriva sul palco del Teatro Marconi il 18, 19 e 20 giugno 2021. Si tratta di monologhi scritti e diretti da Pietro De Silva portati in scena da giovani attori che partecipano al Festival. A presentare la serata due ospiti d'eccezione: Marco Simeoli e Bruno Maccallini. Una storica rassegna dunque a cui hanno partecipato circa ottanta attori fra i quali Enrico Brignano, Flavio Insinna, Neri Marcorè, Valerio Aprea, Massimiliano Bruno, Paola Cortellesi, Francesco Pannofino, Paola Minaccioni, Massimiliano Bruno, Valerio Aprea e tanti altri Il termine NUOVI TRAGICI è dichiaratamente ironico. Si tratta di una serie di monologhi sotto forma di casi clinici singolari. Individui disperati che cercano conforto, confessando in pubblico le loro piccole e grandi manie. Si prende di mira la follia e i suoi derivati, con occhio

Sobre Las Olas - ispirato ad una delle più famose liriche di Pablo Neruda



SOBRE LAS OLAS

Spettacolo di Flamenco

SABATO 22 GIUGNO 2019
ORE 21.00
Largo Ascianghi 5 Roma


Lo spettacolo trae ispirazione da una lirica del Maestro Pablo Neruda: “Oda al vals Sobre las Olas”.

Bailar contigo, amor, a la fragante luz de aquella luna, de aquella antigua luna, besar, besar tu frente mientras rueda aquella música sobre las olas!

Ballare con te, amore, alla fragrante luce di quella luna, di quell'antica luna, baciare, baciare la tua fronte mentre va quella musica sulle onde!

Il poeta cileno considerato, tra i più grandi poeti del XX secolo, si avvicinò al flamenco grazie all’amicizia con Federico García Lorca, durante il suo esilio in Spagna.

Nel XV secolo, come è noto, la Spagna incontrò e occupò l’America del centro sud. Le barche spagnole partite dal porto sul mare di Cadiz e dal porto fluviale di Sevilla approdarono in quelle terre d’oltre Oceano riportando in patria non solo oro, patate, pomodori o tabacco, ma anche manifestazioni culturali con musica e danze indigene. Nacquero nuovi palos flamencos (stili) “aflamencados”. L’atmosfera all'interno della quale si muove lo spettacolo è quella de los “Cantes de ida y vuelta”, Canti di andata e ritorno. Un insieme di palos flamencos che hanno origine nella musica popolare ispano-americana e che sono stati reinterpretati in flamenco ed entrati nel repertorio di grandi musicisti spagnoli e, in particolare, andalusi.

Il repertorio musicale e coreografico di “Sobre las Olas” si articola sui alcuni di questi palos; milonga, rumba, vidalita, colombiana e guajira; conducendo lo spettatore, in uno spazio immaginario e colorato, attraverso “cuadros flamencos”, chitarra, cante, baile.

E' insita nella tradizione flamenca la tendenza ad assorbire generi nuovi; il flamenco contiene radici culturali comuni a popoli del Mediterraneo e a quelli dell’America Latina. Eppure, il flamenco ha una particolare caratteristica che lo rende unico e riconoscibile in tutti i tempi e in tutti i luoghi: la simbiosi tra musica e danza. Il baile non solo interpreta la musica, ma ne è parte integrante perché le palmas e lo zapateado sono contemporaneamente elementi coreografici e ritmici.
------------------------------
ANA RITA ROSARILLO Cante, SERGIO VARCASIA Chitarra, PAOLO MONALDI Percussioni, SIMONE SALERNI Sax, CATERINA LUCIA COSTA e FRANCISCA BERTON Baile

Costumi di Daniela Catone

Biglietto Unico 10,00 Euro


INFO e PRENOTAZIONI:

Associazione Culturale Algeciras Flamenco www.algecirasflamenco.com

Tel. +39 331 5973316 info@algecirasflamenco.com algecirasflamenco@gmail.com

Commenti

Post più popolari