Passa ai contenuti principali

IL TEMPO NON ESISTE - È per questo che lo facciamo. Festival di Nuovo Teatro del Teatro Stabile di Roma®



Teatro Stabile di Roma®
presenta

IL TEMPO NON ESISTE
È per questo che lo facciamo

Festival di Nuovo Teatro del Teatro Stabile di Roma®


Dopo lo straordinario successo di ULULUNA, di e con Stefano Benni, il Teatro Stabile di Roma lancia un Festival a chiusura della vasta programmazione artistica del 2019 riportando in scena due dei successi della stagione appena trascorsa e due spettacoli inediti, sotto il grande tema del tempo.

La rassegna Il tempo non esiste. (È per questo che lo facciamo) in scena dal 23 al 26 maggio al Teatro Keiros di Roma trasporta lo spettatore in un mondo fantastico, al limite del tempo e dello spazio, dove uccelli si radunano per decidere il destino del mondo, un uomo vive la morte attraverso il dialogo dei suoi organi e uomini senza identità aspettano qualcuno che possa dare un senso alle loro vite. Il tempo non è più quello scientifico misurato con precisione da orologi ultramoderni, ma diventa il tempo dell’anima e delle emozioni, dove un secondo può sembrare un’eternità (se si sta aspettando chi ci potrà portare alla salvezza) e dove cento anni possono passare rapidi come un secondo.

Una rassegna sull’assurdo della vita e della morte dominate dal caso o forse no. Questo solo lo spettatore sarà a deciderlo.

E se nemmeno la morte fosse la soluzione per uscire dal (non) senso della vita? Queste le domande che gli attori, attraverso le pièces del ciclo di spettacoli, mescolando leggerezza e profondità, risate, riflessioni e colpi di scena, faranno al pubblico in sala.

I registi: Francesco Guglielmi, classe ’94 e Jacopo Neri, classe ’95, entrambi già selezionati al premio Hystrio, si confronteranno con il Teatro dell’Assurdo 2.0. Sul palco i giovani attori del Teatro Stabile di Roma®, a dimostrare ancora una volta quanto l’establishment dello Stabile voglia puntare sul riuscito mix di giovani talenti e scrittura importante.

La serata di sabato 25 maggio, torna ancora una volta Stand-Up Baby di e con Maria Beatrice Alonzi, che dopo il sold-out di tutte le date di marzo, riporta a Roma per una sera la sua comicità frizzante e completamente improvvisata, in una serata dallo stampo americano, senza copione e senza appigli. Per perdere di nuovo la concezione nel tempo, questa volta, ridendo a crepapelle.


IL PROGRAMMA

Giovedì 23 maggio RENATORTO, inedito di Alessia Giovanna Matrisciano, per la regia di Francesco Guglielmi. Con Chiara Cappelli, Maria Caterina Catroppa, Federica Ciminelli, Amandine Delclos, Margherita Maggio, Lorenzo Giovannetti, Lorenza Molina, Francesco Renna, Valeria Pian

Venerdì 24 maggio TRILOGIA DI UN CORPO IN PUNTO DI MORTE, di e con Francesco Guglielmi.

Sabato 25 maggio STAND- UP BABY, di e con Maria Beatrice Alonzi, musiche dal vivo in scena di Francesco Guglielmi

Domenica 26 maggio QUESTO NON È UNO SPETTACOLO DI BECKETT, per la regia di Jacopo Neri. Con Chiara Cappelli, Maria Caterina Catroppa, Amandine Delclos, Margherita Maggio, Valeria Pian.

La produzione della rassegna è affidata al Teatro Stabile di Roma®, capitanato dalla Digital Artist Maria Beatrice Alonzi, che ha regalato alla stagione romana teatrale un successo di pubblico e critica ad ogni messa in scena, per tutto l’anno.
----------------------

TEATRO KEIROS

Via Padova 38a (Metro B P.zza Bologna)


Dal 23 al 26 maggio 2019

da giovedì a sabato ore 20.30 - domenica pomeridiana ore 18.30



BIGLIETTI & ABBONAMENTI

ABBONAMENTI (acquistabili a questo link http://bit.ly/il-tempo-non-esiste e al botteghino la prima sera di spettacolo)

3 spettacoli a scelta

INTERO: 40 €

UNDER 24 (compresi) e OVER 65: 30 €

verrà rihiesto un documento di identità al botteghino per provare l'età dichiarata in fase d'acquisto




4 spettacoli (tutti gli spettacoli)

INTERO: 50 €

UNDER 24 (compresi) e OVER 65: 40 €

verrà rihiesto un documento di identità al botteghino per provare l'età dichiarata in fase d'acquisto




BIGLIETTI SINGOLO SPETTACOLO

(acquistabili al botteghino)




INTERO: 15 €

RIDOTTO: 13 €

RIDOTTO UNDER 24 (compresi) e OVER 65: 12 €

(per ottenere un ridotto basta prenotare)




PRENOTAZIONI BIGLIETTI SINGOLO SPETTACOLO

È possibile prenotare i biglietti mandando una mail a biglietti@lasiti.it o un messaggio WhatsApp al +390692919708

Commenti

Post popolari in questo blog

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic, l'orchestra che unisce le diverse tradizioni musicali dei paesi che circondano il Mar Baltico, nella convinzione che la musica non conosca né confini né limiti, sia di natura geografica che di genere. Il tour, realizzato grazie al sostegno di Saipem, debutterà il 10 settembre a Heiden, in Germania, e toccherà, in dieci giorni, nove differenti città in Svizzera, Italia, Danimarca e Polonia. In Italia la Baltic Sea Youth Philharmonic sarà a Milano il 14 settembre nel suggestivo contesto della Basilica di Santa Maria delle Grazie, ospite dell’Associazione Musicale ArteViva, e a Verona il 15 settembre al Teatro Filarmonico per il festival “Settembre dell’Accademia” dove si esibirà per il secondo anno consecutivo. Il pubblico milanese avrà il piacere di applaudire i giovani artisti della Baltic Sea Youth Philharmonic per la quarta volta. L’orchestra, fondata nel 2008 da Kristjan Järvi (affiancato da un prestigioso consiglio di consulent

Rugantino - dal 10 marzo al Sistina!

  Per la gioia del pubblico rivive una pagina indimenticabile della lunga e gloriosa storia del Teatro Sistina: dopo lo stop forzato dovuto alla pandemia, dal prossimo giovedì 10, e fino al 27 marzo, sarà di nuovo in scena, con la supervisione di Massimo Romeo Piparo, la maschera amara e dissacrante di "Rugantino" dei mitici Garinei & Giovannini. Lo spettacolo, che fonde mirabilmente tradizione e modernità, viene presentato nella sua versione storica originale, con la regia di Pietro Garinei, le splendide musiche del M° Armando Trovajoli, le preziose scene e i bellissimi costumi originali firmati da Giulio Coltellacci: un imperdibile ritorno alle radici e un'occasione per riscoprire un classico del teatro musicale italiano. Sul palco, la splendida Serena Autieri, ancora una volta straordinaria interprete dell'intrigante personaggio di Rosetta, donna bella altera e irraggiungibile, che fa battere il cuore di Rugantino, un ruolo in cui l’attrice napoletana dà prova

Torna in scena "The Boys in the band". Gabrio Gentilini sarà ancora Donald.

Gabrio Gentilini sarà in scena sabato 26 marzo al Teatro Nuovo di San Marino con lo spettacolo “The Boys in the Band”, di cui è co-protagonista dalla prima messa in scena italiana del 2019. Nella piece, proposta al pubblico italiano grazie alla traduzione e all’adattamento di Costantino della Gherardesca, che la produce accanto a Giorgio Bozzo, il regista, Gabrio ricopre il ruolo di Donald, un ragazzo di 28 anni, americano e gay, che con la sua presenza a una festa di compleanno tra amici omosessuali in un appartamento di New York a fine anni '60, creerà varie dinamiche all’interno del gruppo, in un crescendo di colpi di scena, tensione, umorismo feroce e riflessioni profonde. Gabrio ha nel suo curriculum esperienze molto importanti nel teatro di prosa e musicale oltre che ruoli in produzioni cinematografiche e televisive nazionali. “Sono veramente contento di portare questo spettacolo nella mia Romagna. Ne amo il testo, così come la sintonia che si crea con i mie colleghi ogni vol