Passa ai contenuti principali

In primo piano

NASCE L' ASSOCIAZIONE STEFANO D'ORAZIO

                                                           Ad un anno dalla scomparsa di uno dei più amati artisti italiani   NASCE L’ASSOCIAZIONE STEFANO D’ORAZIO   UN PROGETTO RIVOLTO A GIOVANI ARTISTI DI TALENTO   «Vorrei poter contribuire ad accendere degli entusiasmi e delle attenzioni verso qualcuno che meriti una storia di successo fortunata come la mia» Stefano D’Orazio     Ad un anno dalla scomparsa di un grande artista, che insieme ai Pooh ha fatto la storia della musica italiana nasce l’Associazione Stefano D’Orazio, un progetto rivolto a giovani artisti di talento. Lo scopo dell’Associazione è quello costituire un polo di eccellenza nel settore artistico-musicale-imprenditoriale, un’accademia di alta formazione professionale ed imprenditoriale per giovani artisti, quale strumento di integrazione sociale e culturale, con potenziale innovativo e di crescita per il sistema economico, occupazionale e sociale. Associazione Stefano D’Orazio si pone come obiettivo quello di organi

ANGELIQUE CAVALLARI È LELÉ NE “LA NUIT”



ANGELIQUE CAVALLARI
È LELÉ NE “LA NUIT”
TRA CINEMA, MUSICA E POESIA

Sono appena terminate le riprese de “La nuit”, nuovo cortometraggio di Stefano Odoardi. Angelique Cavallari veste i panni della star internazionale Lelé, cantante e compositrice di musica elettronica, immersa in una struggente e bellissima storia d'amore. La giovane donna ritrova infatti il suo amore lontano Effe, interpretato da Alessandro Intini.

“Un altro intenso e poetico progetto che farà sicuramente vibrare le anime e i cuori” - dice l'attrice.

Nel corto ci sono due concerti di Lelé e il regista ha voluto che la scaletta fosse realizzata proprio con i brani composti e scritti da Angelique Cavallari per “Collection A”, il suo nuovo progetto poetico-musicale d'avanguardia, che sta ultimando.

Si tratta di brani onirici, che si sposano benissimo con il suo personaggio Lelé e il film.
Uno dei concerti ha come scenario il bellissimo Teatro Garibaldi di Lucera, bomboniera del teatro classico all'italiana.

Il cortometraggio è stato girato interamente girato di notte, tra Foggia, Lucera e Pescara, in luoghi che Stefano Odoardi definisce “inattesi e metafisici”.

La fotografia è di Michele Paradisi, mentre la colonna sonora porta la firma di Carlo Crivelli (che ha lavorato in passato con Marco Bellocchio, Paolo e Vittorio Taviani, Michele Placido).

“La Nuit” è prodotto da Superottofilmproduction, con il sostegno del MIBAC, dell'Apulia Film Fund 2018/2020, Regione Puglia.

Mentre il corto è in postproduzione, Angelique Cavallari sta continuando a portare avanti la sua carriera parallela di attrice e di compositrice, cantante e poetessa.

Infatti, dopo aver ultimato le riprese de “La Nuit” è ripartita per un suo concerto a Parigi, all'interno del Festival F.A.M.E. Festival delle Arti e della Musica Elettronica ed Eclettica.
Crediti foto: @angeliquecavallari frame dal film "La nuit"

Commenti

Post più popolari