Passa ai contenuti principali

In primo piano

NASCE L' ASSOCIAZIONE STEFANO D'ORAZIO

                                                           Ad un anno dalla scomparsa di uno dei più amati artisti italiani   NASCE L’ASSOCIAZIONE STEFANO D’ORAZIO   UN PROGETTO RIVOLTO A GIOVANI ARTISTI DI TALENTO   «Vorrei poter contribuire ad accendere degli entusiasmi e delle attenzioni verso qualcuno che meriti una storia di successo fortunata come la mia» Stefano D’Orazio     Ad un anno dalla scomparsa di un grande artista, che insieme ai Pooh ha fatto la storia della musica italiana nasce l’Associazione Stefano D’Orazio, un progetto rivolto a giovani artisti di talento. Lo scopo dell’Associazione è quello costituire un polo di eccellenza nel settore artistico-musicale-imprenditoriale, un’accademia di alta formazione professionale ed imprenditoriale per giovani artisti, quale strumento di integrazione sociale e culturale, con potenziale innovativo e di crescita per il sistema economico, occupazionale e sociale. Associazione Stefano D’Orazio si pone come obiettivo quello di organi

IL 27 E 28 APRILE TORNA A ROMA LO SPETTACOLO TEATRALE 'USCITA DI EMERGENZA'




TeatroSenzaTempo in collaborazione con KA.ST presenta:

𝗨𝗦𝗖𝗜𝗧𝗔 𝗗𝗜 𝗘𝗠𝗘𝗥𝗚𝗘𝗡𝗭𝗔
Testo di: Manlio Santanelli
Adattamento e Regia di: Davide Fasano e Valerio Villa
Scenografie: Marco Maradei
Luci e audio: Federico Fiordigigli

27 Aprile ore 21.00
28 Aprile ore 18.00

Teatro Due Roma
Vicolo dei due Macelli, 37

Con: Davide Fasano e Valerio Villa

Cirillo e Pacebbene condividono un alloggio di fortuna in un appartamento pericolante a Napoli. Il bradisismo ha fatto fuggire la popolazione verso zone più sicure e per loro due rimasti soli e poveri non resta che occupare una casa vuota e malmessa, col pericolo che da un momento all'altro crolli sulle loro teste.

Cirillo è un ex suggeritore di teatro ,che inseguendo la vanagloria, ha perso sia la moglie che la carriera, Pacebbene è un ex sacrestano fuggito dalla sua parrocchia per la paura di essersi scoperto umano fallibile e irrisolto.

Il pericolo più grande per loro è quello di rimanere soli, senza pubblico né parrocchiani, senza possibilità di dialogo alcuno, senza neanche quelle quattro pareti crepate a dar loro una parvenza di normalità. E allora optano per una convivenza forzata, per un battibecco senza tregua, rubandosi a vicenda le poche cose che sono riusciti a conservare, brandelli di una vita precedente a cui rimanere aggrappati con i denti, perché essere disperati in due è sempre meglio che esserlo da soli.

Insieme passano il tempo raccontandosi sempre dello stesso passato, smascherandosi e proteggendosi, litigando sempre sulle stesse questioni di principio, prendendosi crudelmente gioco dell'altro, esasperandosi e richiamandosi, nell'illusione di muoversi per ritrovarsi alla fine di ogni giorno sempre nello stesso posto. In un gioco esilarante di botta e risposte dispetti e baruffe, in un crescendo di nevrosi e confidenze, i due si ritrovano ad essere ognuno brutalmente specchio e giustificazione dell'altro, illusi dalla loro risoluzione nel cercare un'uscita di emergenza che troppo coraggio richiede e li spaventa.

Non c’è più religione, non c’è più teatro, non c’è più città.

--------------------------------------------------------------------------------------


𝗕𝗜𝗚𝗟𝗜𝗘𝗧𝗧𝗜: Intero: 15 Euro

Ridotto (under 18 e over 65): 12 Euro

PRENOTAZIONI: uscitadiemergenza.biglietti@gmail.com – 3496225680







Commenti

Post più popolari