Passa ai contenuti principali

Progetto Goldstein e Teatro Studio Uno presentano "AMORE"


Progetto Goldstein e Teatro Studio Uno
presentano

AMORE

un progetto di Tristeza Ensemble
scritto da Matteo Gatta
regia Viola Marietti
con Matteo Gatta, Grazia CapraroMatteo PrincipiViola Marietti

Dal 21 al 24 marzo 2019
Teatro Studio Uno via Carlo della Rocca, 6 Roma


LEI e LUI. Non più bambini (forse), non ancora adulti (decisamente),
o forse nessuna delle due.
LUI e LEI nell'occhio del ciclone di una tempesta ormonale.
LEI e LUI abitanti di un luogo delicatissimo, fatto di contraddizioni, incoerenze,
di sbalzi d'umore, di tentativi falliti, di corpi in stravolgimento: l'adolescenza.
LUI e LEI decisamente male assortiti per provenienza, educazione, abitudini, playlists, alimentazione, intelletto, anima e core, ma così simili nel loro
bisogno famelico di comprendersi.
Di comprendere. Che cosa? Una qualsiasi cosa.
LEI e LUI, tutti sturm e tutti drang.
LUI e LEI, tutti sbagliati.



In prima assoluta dal 21 al 24 marzo al Teatro Studio Uno “Amore”, vincitore del bando Under25_Gold dedicato alle giovani realtà teatrali contemporanee, ideato e prodotto da Progetto Goldstein e Teatro Studio Uno, opera prima del giovanissimo attore e drammaturgo Matteo Gatta, in scena insieme ad un altrettanto giovane e talentuoso cast di attori: Grazia Capraro, Matteo Principi, Viola Marietti, quest'ultima anche regista della pièce, uno spettacolo ironico, tagliente e fortemente attuale che racconta una storia apparentemente semplice, l'amore tra due ragazzi poco più che adolescenti.

Forse non esiste storia più lineare di questa: un ragazzo e una ragazza che si piacciono.
Tra l’amico dispensatore di pessimi consigli, le famiglie che incombono, gli incontri del terzo tipo in discoteca e una massiccia dose di caustica leggerezza.

Forse non esiste storia più complicata di questa: l'angoscioso mondo di una ragazza che oscilla tra il voler tornare bambina e il sentirsi donna, l'altrettanto surreale dimensione di un ragazzo di provincia che vorrebbe solo “stare bene con lei”. E in mezzo a loro questa cosa enorme incomprensibile meravigliosa spaventosa. Non sapendo come chiamare questa cosa, hanno deciso di chiamarla AMORE.

Un ragazzo di provincia senza zone d’ombra con un immaginario disneyano difficilissimo da infrangere e una ragazza di città piena di ansie e nevrosi, anche lei incapace di partorirsi alla vita rinunciando alla protezione dei suoi problemi. Entrambi sulla soglia del mondo dei grandi, che temporeggiano sul confine.

“Amore” è una storia di crescita, di come solo attraverso la relazione con gli altri possiamo effettivamente trasformarci in creature più ricche e mature, e forse prima o poi sciogliere quei nodi senza nome ma dolorosissimi che ci portiamo dentro e che ci rendono fragili e zoppi nell’affrontare la vita.

Lo spettacolo offre numerosi punti di vista, della distanza abissale che intercorre tra la generazione dei giovani e quella dei genitori, la quale propone un modello tradizionale dove difficilmente riusciranno a identificarsi, agli esempi degli “altri”, i coetanei disillusi e feriti che propongono loro solo prospettive ciniche e sconsolati sulla possibilità di credere all’amore, e soprattutto, LUI e LEI, opposti, incompatibili. Il tutto affrontato con un linguaggio che rivela le follie del parlato, una regia che scansa la possibilità di essere “quotidiani” condensando con feroce ironia i dettagli umani nei quali tutti possiamo identificarci, e lasciando che le emotività galoppino nella loro natura più selvaggia e illogica. Esattamente come avviene quando il cuore straborda. Come avviene quando si è giovani. Quando tutto appare incomprensibile e enorme. Cercando di essere fedeli a una natura umana che forse, in realtà, ha ben poco di realistico.

Quattro attori dentro tanti personaggi tutti sbagliati, storti e teneri, spalancati, che vengono sballottati con leggerezza e profondità in un mare in tempesta che hanno nella pancia e davanti agli occhi.

“Quello di cui puoi star certa, è che non ti porterò mai più a fare una camminata in spiaggia.”




Amore” dal 21 al 24 marzo | Sala Specchi
Teatro Studio Uno, Via Carlo della Rocca, 6 (Torpignattara).
Ingr. 12 euro. Tessera associativa gratuita
Giov – Sab ore 21.00, Dom. ore 18.00

PRENOTAZIONI http://j.mp/prenotaTS1
Per info: 3494356219- 3298027943

Commenti

Post popolari in questo blog

DAREC ACADEMY: APERTE LE SELEZIONI PER L’ACCADEMIA DI FORMAZIONE PROFESSIONALE AL MUSICAL

  La Darec Academy, fiera dei risultati ottenuti dai suoi allievi, tra cui Luca Gaudiano, vincitore del Festival di Sanremo 2021 nella sezione  Nuove Proposte, è lieta di annunciare l’apertura delle selezioni per il prossimo biennio.   Darec Academy è L’Accademia di Musical con la direzione artistica di Gino Landi (Regista e Coreografo delle commedie musicali di Garinei e Giovannini del Teatro Sistina di Roma e dei più famosi varietà della RAI) e diretta da Riccardo Trucchi, suo collaboratore da oltre trent ’ anni, prima come performer poi come regista RAI e di musical con la supervisione artistica del Maestro Gino Landi. I prossimi provini si terranno su PRENOTAZIONE il 16 e il 25 settembre e il 5 ottobre presso la sede della Darec Academy, Via Lucio Elio Seiano, 21 (Zona Tuscolana - Metro A - Giulio Agricola). Per prenotare la tua audizione clicca qui e compila il form: https://www.darec-academy.it/audizioni/   Il comitato direttivo offre l’opportunità di ottenere borse

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic, l'orchestra che unisce le diverse tradizioni musicali dei paesi che circondano il Mar Baltico, nella convinzione che la musica non conosca né confini né limiti, sia di natura geografica che di genere. Il tour, realizzato grazie al sostegno di Saipem, debutterà il 10 settembre a Heiden, in Germania, e toccherà, in dieci giorni, nove differenti città in Svizzera, Italia, Danimarca e Polonia. In Italia la Baltic Sea Youth Philharmonic sarà a Milano il 14 settembre nel suggestivo contesto della Basilica di Santa Maria delle Grazie, ospite dell’Associazione Musicale ArteViva, e a Verona il 15 settembre al Teatro Filarmonico per il festival “Settembre dell’Accademia” dove si esibirà per il secondo anno consecutivo. Il pubblico milanese avrà il piacere di applaudire i giovani artisti della Baltic Sea Youth Philharmonic per la quarta volta. L’orchestra, fondata nel 2008 da Kristjan Järvi (affiancato da un prestigioso consiglio di consulent

PRETTY WOMAN - IL MUSICAL. DAL 28 SETTEMBRE A MILANO!

                                     Dal 28 settembre 2021 all’8 gennaio 2022     Stage Entertainment Matteo Forte & Dan Hinde presentano PRETTY WOMAN il Musical Scritto da Musiche e Testi di GARRY MARSHALL & J.F. LAWTON Musiche e Testi di  BRYAN ADAMS & JIM VALLANCE Basato sul film della Touchstone Pictures scritto da J.F.Lawton Presentato in accordo con Music Theatre International: www.mtishows.eu   “VOGLIO DI PIÙ, VOGLIO LA FAVOLA”   TEAM CREATIVO   Regia CARLINE BROUWER Regia Associata CHIARA NOSCHESE Coreografie DENISE HOLLAND BETHKE Supervisione musicale SIMONE MANFREDINI Direzione Musicale ANDREA CALANDRINI Scene CARLA JANSSEN HÖFELT Costumi IVAN STEFANUTTI Disegno Fonico ARMANDO VERTULLO Disegno Luci FRANCESCO VIGNATI Traduzione, adattamento e versi italiani FRANCO TRAVAGLIO   CAST   Vivian Ward    BEATRICE BALDACCINI Edward Lewis   THOMAS SANTU Happy Man / Mr. Thompson / Mr. Hollister   CRISTIA