Passa ai contenuti principali

In primo piano

Trani Teatro Clown. L'Intervista al direttore artistico Santo Nicito.

  E' stata una prima edizione di grande successo quella del Trani Teatro Clown Festival Internazionale che dal 6 all'11 luglio ha rallegrato la città di Trani con spettacoli, incontri, laboratori e workshop tutti incentrati sulla figura del Clown. Tantissimi i partecipanti per un'edizione che ha rappresentato solo l'inizio di una nuova avventura che continuerà anche d'inverno nella bellissima città pugliese. Abbiamo intervistato Santo Nicito direttore artistico della Rassegna.       E' terminato da poco il Trani Teatro Clown qual è il bilancio di questa esperienza? Assolutamente positiva! I numeri sono dalla nostra parte, questo dimostra che l’offerta messa in campo ha   suscitato curiosità e interesse. Questa prima edizione del Trani Teatro Clown Festival Internazionale è stata la realizzazione di un sogno. Un vero miracolo! Abbiamo gettato le basi per quello che già da settembre, per la seconda edizione, speriamo e vogliamo sia un progetto molto più

UN PALLIDO PUNTINO AZZURRO



UN PALLIDO PUNTINO AZZURRO
produzione Teatro dei Limoni
di Christian di Furia
diretto e interpretato da Roberto Galano
ass. alla regia Maggie Salice
elementi scenici e costumi Michele Ciuffreda, Roberto Moretto, Anna Lucia Palladino
musiche originali Christian di Furia

9-10 febbraio 2019
Teatro Studio Uno via Carlo della Rocca, 6 Roma

Vincitore della Residenza artistica CTU (centro teatrale Umbro) e finalista al Premio Riccione Tatro “Pier Vittorio Tondelli” arriva al Teatro Studio Uno il 9 e 10 febbraio 2019, “Un pallido puntino azzurro” di Christian di Furia diretto e interpretato da Roberto Galano.

H3+ è lo ione triatomico di idrogeno, ed è l’elemento chimico alla base dell’Universo. Tutto nasce da questa molecola: le stelle, le galassie, l’acqua. La vita. Esplorare l’Universo, quindi, significa esplorare una parte di se stessi, e nel suo viaggio spaziale verso Giove e Saturno, il Maggiore Franchino Accatagliato, il protagonista di questo monologo, scopre il proprio mondo: un pianeta che, in effetti, aveva sempre misconosciuto.

Un pallido puntino azzurro è un monologo di genere fantastico che aspira a calare nella magica scatola teatrale il percorso umano di un personaggio, trasfigurando lo spazio infinito in un viaggio avventuroso. Una via di mezzo tra una messa in scena e un racconto da leggere, nel quale si narra la vicenda di un singolare astronauta che tanto ricorda il Tom del celebre brano di David Bowie, “Space Oddity”, mentre arranca nella sua condizione di ottundimento spaziale, fino a regalarci uno dei più bei versi della canzone rock del Novecento, dove bellezza e malinconia convivono nella consapevolezza della nostra condizione di esseri infinitesimamente piccoli e fragili al cospetto della vastità dell’universo: “planet Earth is blue and there’s nothing I can do”.




“Un pallido puntino azzurro” 9-10 febbraio 2019
Teatro Studio Uno, Via Carlo della Rocca, 6 (Torpignattara).
Ingr. 12 euro. Tessera associativa gratuita
Sab ore 21.00, Dom. ore 18.00
Per info: 3494356219- 3298027943

Commenti