Passa ai contenuti principali

In primo piano

Trani Teatro Clown. L'Intervista al direttore artistico Santo Nicito.

  E' stata una prima edizione di grande successo quella del Trani Teatro Clown Festival Internazionale che dal 6 all'11 luglio ha rallegrato la città di Trani con spettacoli, incontri, laboratori e workshop tutti incentrati sulla figura del Clown. Tantissimi i partecipanti per un'edizione che ha rappresentato solo l'inizio di una nuova avventura che continuerà anche d'inverno nella bellissima città pugliese. Abbiamo intervistato Santo Nicito direttore artistico della Rassegna.       E' terminato da poco il Trani Teatro Clown qual è il bilancio di questa esperienza? Assolutamente positiva! I numeri sono dalla nostra parte, questo dimostra che l’offerta messa in campo ha   suscitato curiosità e interesse. Questa prima edizione del Trani Teatro Clown Festival Internazionale è stata la realizzazione di un sogno. Un vero miracolo! Abbiamo gettato le basi per quello che già da settembre, per la seconda edizione, speriamo e vogliamo sia un progetto molto più

SUORE NELLA TEMPESTA - Anteprima Nazionale


TEATRO SUPERGA
sabato 16 febbraio 2019 ore 21.00

SUORE NELLA TEMPESTA

di e con ALESSANDRO FULLIN
con Tiziana Catalano, Diego Casale, Simone Faraon, Sonia Belforte, Paolo Mazzini 
e Sergio Cavallaro 
coreografie Sergio Cavallaro 
scenografia Compagnia NuoveForme 
costumi Monica Cafiero 
regia Alessandro Fullin 
ANTEPRIMA NAZIONALE


Dopo “Piccole Gonne” e “La Divina”, Alessandro Fullin si presenta nuovamente sul palco del Teatro Superga di Nichelino con gli attori della Compagnia NuoveForme, nell’anteprima nazionale di “Suore nella Tempesta” sabato 16 febbraio 2019.
Alessandro Fullin, poliedrico artista, attore, scultore, scrittore, è un personaggio unico in Italia, reso noto dalla televisione ma affermato attraverso un percorso originale di comicità teatrale. Triestino di nascita, bolognese di adozione (ha studiato al DAMS nei favolosi anni ’80) e torinese (attualmente) di residenza. La sua cifra comica è figlia del surrealismo e della grande ironia. Acuto e raffinato osservatore delle debolezze, delle contraddizioni e delle follie umane, nelle sue opere scritte e teatrali, Fullin pesca a piene mani dalla grande letteratura, da Wilde a D’Annunzio a Omero, con esilaranti risultati, spesso evidenti già dai titoli: “Come fidanzarsi con un uomo senza essere donna”, “Un delitto senza importanza: chi ha ucciso Oscar Wilde?”, “Pomodori sull'orlo di una crisi di nervi”, “Le Serve di Goldoni”. I suoi personaggi, primo fra tutti la isterica insegnante di una lingua morta “Tuscolana”, sono noti per aver calcato i palcoscenici di trasmissioni televisive come Zelig. 

A teatro è stato autore e interprete di numerosi spettacoli che hanno riscosso ottimi successi di pubblico e critica: “L’auto dei comizi”, con la regia di Andrea Adriatico, produzione Teatri di Vita nel 2003, “Le serve di Goldoni”, una coproduzione Teatri di Vita -Biennale di Venezia nel 2007, “Gengis Khan: ovvero il problema del Tartaro” con Clelia Sedda e “Un delitto senza importanza: chi ha ucciso Oscar Wilde?”, regia di Roberto Piana. Su quest’ultimo spettacolo, Fullin ha commentato: “In questo spettacolo non faccio ruoli etero, detesto la fantascienza…”. Nel 2016 la tournée di “Piccole Gonne”, esilarante e raffinata rivisitazione del famigerato classico della letteratura americana, e nella stagione seguente anche “La Divina”, parodia della Divina Commedia di Dante Alighieri, condita come sempre da aforismi esilaranti e pungenti ironie.

La nuova produzione 2019, allestita proprio al Teatro Superga, è “Suore nella Tempesta”, non la rilettura di un classico, come i suoi ultimi spettacoli, ma un testo nato in dialetto friulano, ”Le Basabanchi”, pubblicato nel 2017 da Mgs Press. Torino, 1944: le truppe naziste invadono l'Italia. Nel convento di via Monginevro un gruppo di suore, “Le Sorelle di Santa Tecla”, tentano di attraversare incolumi la Tempesta della Storia. Inutilmente: alla loro porta bussano i tedeschi, ma anche persone in cerca di aiuto. Coinvolte nella guerra, torturate dalla fame, bombardate dagli americani, sorvegliate dalle SS, le nostre eroine con molta fortuna e granitica fede riusciranno comunque a far navigare la loro piccola e torinesissima barchetta per condurla infine in un porto sicuro.

Biglietti: fino al 8/02 platea 25 € - platea ridotto 22,50 € | galleria € 20 - galleria ridotto € 18 - dal 9/02 platea 30 € - platea ridotto 27 € | galleria € 24 - galleria ridotto € 21,50
Informazioni e prevendite biglietti: Teatro Superga, Via Superga 44 – Nichelino (To)
Biglietteria: dal lunedì al venerdì dalle ore 15 alle ore 19
Prenotazioni: biglietteria@teatrosuperga.it | 011.6279789
Acquisto online su www.teatrosuperga.it e prevendite abituali del Circuito Ticketone

Commenti