Passa ai contenuti principali

"Risate da Oscar: CHRISTMAS SHOW" con Margherita Antonelli e Francesco Rizzuto


“RISATE da OSCAR: Christmas Show”
Margherita Antonelli e Francesco Rizzuto in scena
per la data natalizia della rassegna di cabaret 2018-19 targata KarmArtistico
Sabato 22 dicembre, h.21,00
Teatro Oscar
Via Lattanzio 60/B, 20137 Milano


Dopo il sold out dello scorso 17 novembre con Leonardo Manera prosegue al teatro di via Lattanzio la fortunata rassegna di cabaret Risate da Oscar promossa dalla KarmArtistico di Francesco Ruta con il terzo appuntamento mensile in compagnia di storici cabarettisti e nuovi comici televisivi: per la data natalizia, ribattezzata “Risate da Oscar: Christmas Show”, il capocomico Matteo Iuliani, in arte Bruce Ketta porterà in scena altri due protagonisti memorabili del cabaret milanese, Margherita Antonelli e Francesco Rizzuto.

Per la data di “Risate da Oscar: Christmas Show” non mancherà Sofia, celebre donna delle pulizie con la quale Margherita Antonelli ha debuttato a marzo al Pacta Salone con il recentissimoLezioni di Filo-Sofia: «Presenterò più della metà di questo nuovo spettacolo: dall’ossessione per una nota marca di divani all’idolatria dei cani, agli amici che fanno coming-out, questi ed altri temi verranno trattati da Sofia con il solito “ignorante buon senso da italiano medio”, nel quale credo che ci si ritrovi tutti», spiega la comica riferendosi alla sua satira di costume, mentre Rizzuto assicura che «ci sarà Ciccio, il vigile palermitano e altri cavalli di battaglia insieme a nuovi sketch di cabaret da strada ispirati a fatti realmente accaduti, parlando della vita della mia Sicilia e delle problematiche con i figli adolescenti. Solitamente prediligo il ‘One Man Show’ ma in questo caso sono particolarmente felice di condividere il palco con Margherita, artista che ho sempre ammirato sin dagli esordi e che si è guadagnata negli anni grande stima da parte del pubblico». Aggiunge la Antonelli: «Sono felice che per molte artiste come me la considerazione sia favorevolmente cambiata negli ultimi anni, anche se ritengo che il mondo del cabaret rimanga ancora oggi, per molti versi, prettamente maschile. Mi viene sempre in mente il caso di Fred Astaire e Ginger Rogers: lui era bravissimo ma lei faceva gli stessi numeri sui tacchi. Una bella metafora per spiegare quanto una donna per emergere purtroppo abbia (ancora) bisogno del doppio dell’energia, non per dimostrare il proprio talento in paragone ad un uomo ma in quanto donna».

Il comico palermitano Francesco Rizzuto riguardo l’attuale situazione del cabaret milanese riconosce «un momento di transizione nel quale vedo spesso tanti non-comici presentare in pochi minuti forme di spettacolo che poco hanno a che fare col vero cabaret». Dal canto suo Margherita Antonelli, in scena fin dagli anni ‘80 aggiunge: «Il cabaret era un genere di nicchia oggi sdoganato in tutte le salse, persino nei centri commerciali, motivo per cui rischia di essere inflazionato, tanto che molti colleghi monologhisti sempre più si orientano al teatro comico vero e proprio o alla stand up comedy. Gli youtuber dal canto loro stanno cambiando il modo di fare comicità abituando la gente agli schermi degli smartphone più che al palcoscenico: per certi versi il panorama è più ricco ma molti poi rimangono vincolati a quegli schermi proprio perché per essere un vero cabarettista bisogna saper mantenere il contatto con il pubblico dal vivo. Se posso dare un consiglio a tutti gli aspiranti colleghi vorrei ricordare che questo lavoro ha bisogno di tempo, esperienza, maturazione, consapevolezza e soprattutto contenuti. Il cabaret non è raccontare barzellette altrimenti si è destinati a durare una stagione o due talent». Ribadisce Rizzuto: «Così come per ogni categoria di professionisti, dovrebbe esistere un patentino anche per chi sale su un palco a fare cabaret».

A tal proposito, Margherita Antonelli spiega l’importanza di una rassegna come “Risate da Oscar” sottolineandone «la valida occasione per dare vita non solo all’autentico cabaret ma anche per far vivere e dare dignità anche a un bellissimo teatro come l’Oscar, importante presidio culturale come meriterebbero anche altri per i quartieri e la città», mentre Rizzuto approva «questo importante e ambizioso progetto grazie al quale Bruce Ketta e Francesco Ruta stanno sostenendo il vero cabaret dal vivo valorizzando la dimensione del live show. É importante dare spazio e riconoscimento allo spettacolo dal vivo che continua a rappresentare la dimensione più importante per noi comici».

BIGLIETTERIA, INFORMAZIONI e PREVENDITE
esclusivamente presso Francesco Ruta
KarmArtistico Italia (StudioManagementTv),
via Venosa 2 (100 mt dal Teatro Oscar),
Dal lunedì al venerdì dalle 10,00 alle 17,30. Sabato solo tramite contatto telefonico. 
Chi desidera acquistare il biglietto presso la biglietteria del Teatro Oscar verificando la disponibilità degli ultimi ed eventuali posti liberi potrà farlo esclusivamente la sera del 22 dicembre dalle h.19,00 alle 20,30.
Prevendite on-line al link: https://prevenditekarmartistico.ecwid.com
Prezzo € 10,00 (+ € 2,00 di prevendita)
Ingresso in teatro per il pubblico dalle h.19,30 alle 20,50.
Durata spettacolo h.21,00 - 22,30 circa.

BIGLIETTERIA, INFORMAZIONI e PREVENDITE
esclusivamente presso
Francesco Ruta
331 743 5613

Commenti

Post popolari in questo blog

Teatro Trastevere: Nuovo Progetto Artistico

                                                                                           Associazione Culturale Teatro Trastevere presenta il Nuovo Progetto Artistico   GERMOGLI Esperimenti Teatrali, per artisti e spettatori   COS'E'   È la nostra personale risposta alla riapertura delle strutture teatrali a ridosso della stagione estiva. Un percorso di RICERCA, sia del Teatro Trastevere che degli artisti coinvolti, per riabituare gli spettatori a frequentare gli spazi di condivisione artistica, riabbracciandoci, seppur simbolicamente, attraverso l'arte, portatrice di sana socialità.   MA IN PRATICA   In pratica apriamo il Teatro alle compagnie e ai singoli artisti che, dopo mesi di elaborazione di nuovi contenuti, vogliano finalmente dare viva realtà al proprio progetto. Offriamo 50 ore di RESIDENZA CREATIVA e 2 giorni di restituzione al pubblico non solo in forma di spettacolo, ma anche di semplice studio:  “...Faremo le cose in sicurezza, seguendo i protocolli e metter

BROADWAY CELEBRATION - I GRANDI SUCCESSI DEL MUSICAL IN CONCERTO SPETTACOLO

                                                                  Tour 2021/22 BROADWAY CELEBRATION I GRANDI SUCCESSI DEL MUSICAL IN CONCERTO SPETTACOLO Rocky Horror Show, Jesus Christ Superstar, Rent, Mamma Mia! Sister Act, Les Misérables, Cats, Hairspray, Hair, Grease, Evita, The Phantom of the Opera… PRESENTA UMBERTO SCIDA Una produzione Marco Caselle, Alex Negro per Palco5. I due fondatori uniscono la loro ventennale esperienza nel settore del Musical il primo, e nel Gospel internazionale il secondo, per dar vita ad una serata imperdibile con un cast di 24 performer e musicisti per i grandi successi del Musical. 10 sono i performer di fama nazionale che compongono la sezione dei solisti, accompagnati da una band d’eccezione e supportati da altrettanti coristi. Non sarà un semplice concerto, ma una esperienza di storytelling attraverso parole e canzoni, come insegna il teatro di Broadway. La serata, infatti, verrà raccontata da Umberto Scida, già noto in tutto il Paese

Tornano in scena "I Nuovi Tragici"

            I NUOVI TRAGICI monologhi scritti e diretti da Pietro De Silva TEATRO MARCONI  18/19/20 GIUGNO 2021 Tornano in scena I Nuovi Tragici. La rassegna nata nel 1990 arriva sul palco del Teatro Marconi il 18, 19 e 20 giugno 2021. Si tratta di monologhi scritti e diretti da Pietro De Silva portati in scena da giovani attori che partecipano al Festival. A presentare la serata due ospiti d'eccezione: Marco Simeoli e Bruno Maccallini. Una storica rassegna dunque a cui hanno partecipato circa ottanta attori fra i quali Enrico Brignano, Flavio Insinna, Neri Marcorè, Valerio Aprea, Massimiliano Bruno, Paola Cortellesi, Francesco Pannofino, Paola Minaccioni, Massimiliano Bruno, Valerio Aprea e tanti altri Il termine NUOVI TRAGICI è dichiaratamente ironico. Si tratta di una serie di monologhi sotto forma di casi clinici singolari. Individui disperati che cercano conforto, confessando in pubblico le loro piccole e grandi manie. Si prende di mira la follia e i suoi derivati, con occhio