Passa ai contenuti principali

MOTUS VITAE ACADEMY PARTECIPA A MILANO FAIR SATURDAY


MOTUS VITAE ACADEMY
PARTECIPA A
MILANO FAIR SATURDAY
24 NOVEMBRE
presso Ecoteatro (Via Fezzan, 11)
ore 21


Motus Vitae Academy parteciperà al Milano Fair Saturday, previsto per sabato 24 novembre.
Di cosa si tratta? Di un festival internazionale di arti e cultura per il sociale. Protagonisti artisti e organizzazioni culturali che, attraverso le loro performances e spettacoli, contribuiranno con il ricavato a sostenere associazioni senza scopo di lucro e progetti sociali coinvolgendo i cittadini in una grande festa diffusa.

Prima di ogni eventoci sarà un momento di presentazione da parte dell’ente organizzatore che illustrerà al pubblico i principi che ispirano la giornata globale del “Fair Saturday”. Un’occasione per spiegare a quale progetto sociale o gruppo no profit si è deciso di destinare il ricavato e per quali ragioni.
Il festival è oranizzato grazie all’impegno di Energie Sociali Jesurum Lab col patrocinio del Comune di milano.

Motus Vitae parteciperà con il “Gala di danza”, spettacolo che rappresenta un viaggio emozionale accompagnato dalla narrazione figurativa di straordinarie scenografie ed animazioni.

“Le coreografie mostreranno le diverse emozioni che si posssono provare nella vita. Quest'ultime catturano il corpo che si muove come specchio di un mondo interiore e, passando da una sensazione all’altra, il corpo si trasforma: si fa piccolo e nascosto perchè impaurito, combatte rabbiosamente contro qualcosa o qualcuno che non gli corrisponde. Si quieta e si intenerisce, poi accarezzando l’aria si culla dentro essa. Immerso in quiete il corpo si riempie di una pace e di una serenità che si fa gioia e al ritmo incalzante della musica culmina in un’esplosione di energia” - spiega Elena Gigliucci - “ Il corpo si muove, disegna forme nello spazio e così danza avvolto da una scena, che è in alcuni istanti una pennellata di colore che rispecchia lo stato emotivo, mentre in altri raffigura ambientazioni naturali che riflettono la fragilità, la potenza e la bellezza del nostro essere così meravigliosamente complesso e ricco, di fronte alla cui manifestazione noi restiamo incantati!”

Sul palcoscenico l'arte si fonderà in un caleidoscopio di colori ed emozioni. Un mix di danza, canto, teatro, pittura, musica e poesia che darà vita a uno spettacolo indimenticabile.

Le coreografie saranno curate, come sempre da Elena Gigliucci (fondatrice di Motus Vitae Academy) e danzate dal corpo di ballo costituio dagli allievi della Motus Vitae Academy.

Vi sarà la partecipazione straordinaria di Dania Cericola, Alessandro Martire ed Akos Barat

L’incasso sarà interamente devoluto in beneficenza a favore del Don Orione aderendo al progetto Fair Saturday 2018.


Sono aperte le vendite per il gala di danza di sabato 24 ore 21
on line con carta di credito al seguente link:

Informazioni Spettacolo: Gala di danza: eSRO
Toptix Ribes eSRO Internet Sales


oppure direttamente in biglietteria che è aperta da giovedì a sabato dalle ore 15 alle 19
Tel: 02 8773651



Commenti

Post popolari in questo blog

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic, l'orchestra che unisce le diverse tradizioni musicali dei paesi che circondano il Mar Baltico, nella convinzione che la musica non conosca né confini né limiti, sia di natura geografica che di genere. Il tour, realizzato grazie al sostegno di Saipem, debutterà il 10 settembre a Heiden, in Germania, e toccherà, in dieci giorni, nove differenti città in Svizzera, Italia, Danimarca e Polonia. In Italia la Baltic Sea Youth Philharmonic sarà a Milano il 14 settembre nel suggestivo contesto della Basilica di Santa Maria delle Grazie, ospite dell’Associazione Musicale ArteViva, e a Verona il 15 settembre al Teatro Filarmonico per il festival “Settembre dell’Accademia” dove si esibirà per il secondo anno consecutivo. Il pubblico milanese avrà il piacere di applaudire i giovani artisti della Baltic Sea Youth Philharmonic per la quarta volta. L’orchestra, fondata nel 2008 da Kristjan Järvi (affiancato da un prestigioso consiglio di consulent

Rugantino - dal 10 marzo al Sistina!

  Per la gioia del pubblico rivive una pagina indimenticabile della lunga e gloriosa storia del Teatro Sistina: dopo lo stop forzato dovuto alla pandemia, dal prossimo giovedì 10, e fino al 27 marzo, sarà di nuovo in scena, con la supervisione di Massimo Romeo Piparo, la maschera amara e dissacrante di "Rugantino" dei mitici Garinei & Giovannini. Lo spettacolo, che fonde mirabilmente tradizione e modernità, viene presentato nella sua versione storica originale, con la regia di Pietro Garinei, le splendide musiche del M° Armando Trovajoli, le preziose scene e i bellissimi costumi originali firmati da Giulio Coltellacci: un imperdibile ritorno alle radici e un'occasione per riscoprire un classico del teatro musicale italiano. Sul palco, la splendida Serena Autieri, ancora una volta straordinaria interprete dell'intrigante personaggio di Rosetta, donna bella altera e irraggiungibile, che fa battere il cuore di Rugantino, un ruolo in cui l’attrice napoletana dà prova

Torna in scena "The Boys in the band". Gabrio Gentilini sarà ancora Donald.

Gabrio Gentilini sarà in scena sabato 26 marzo al Teatro Nuovo di San Marino con lo spettacolo “The Boys in the Band”, di cui è co-protagonista dalla prima messa in scena italiana del 2019. Nella piece, proposta al pubblico italiano grazie alla traduzione e all’adattamento di Costantino della Gherardesca, che la produce accanto a Giorgio Bozzo, il regista, Gabrio ricopre il ruolo di Donald, un ragazzo di 28 anni, americano e gay, che con la sua presenza a una festa di compleanno tra amici omosessuali in un appartamento di New York a fine anni '60, creerà varie dinamiche all’interno del gruppo, in un crescendo di colpi di scena, tensione, umorismo feroce e riflessioni profonde. Gabrio ha nel suo curriculum esperienze molto importanti nel teatro di prosa e musicale oltre che ruoli in produzioni cinematografiche e televisive nazionali. “Sono veramente contento di portare questo spettacolo nella mia Romagna. Ne amo il testo, così come la sintonia che si crea con i mie colleghi ogni vol