Passa ai contenuti principali

LOGIN Quattro Account in cerca d’Autore



Teatro Stabile di Roma®
presenta

LOGIN
Quattro Account in cerca d’Autore

Uno spettacolo di improvvisazione teatrale di Giorgia Mazzucato
Con l’amichevole partecipazione di Massimiliano Vado
Con Maria Beatrice Alonzi, Francesco Guglielmi, Simona Faustino Ventapane, Lorenzo Giovannetti, Ludovica Bove e Giorgia Mazzucato
Luci di Andrea Vannini



SINOSSI

Il Teatro Stabile di Roma® porta in scena la prima ESCAPE ROOM teatrale al mondo, Il primo ESCAPE PLAY® insieme a Massimiliano Vado.

I personaggi dello spettacolo avranno infatti un massimo di 60 minuti per convincere il pubblico a lasciarli in scena.

Come? Gli spettatori lo scopriranno proprio pochi minuti prima di iniziare, in totale libertà e (per chi lo preferirà) anche nel più completo anonimato.

Gli attori tenteranno di convincere il pubblico a restare in scena, solo grazie alle personalità che gli sono state assegnate proprio dagli spettatori, in un vortice di storie ad incastro comiche o drammatiche. Anche questo, sarà solo il pubblico a deciderlo.

Ma allo spettatore non verrà chiesto solo di creare il profilo per uno degli attori in scena: durante lo spettacolo, infatti, il pubblico voterà con un LIKE il proprio personaggio preferito, sacrificando l’esistenza di uno degli altri. Quello con il minor numero di preferenze avrà perso e pagherà la sconfitta con la propria esistenza. Cessando di essere, per sempre.

Ogni sera un evento unico, irripetibile, completamente diverso, basato proprio sulle scelte degli spettatori in sala.




INFORMAZIONI

Giorgia Mazzucato e Maria Beatrice Alonzi ideatrici, produttrici dello spettacolo e direttrici del Teatro Stabile di Roma®, affrontano la presenza dei social network nella nostra vita in modo divertente e appassionante. Mischiando l’ultima frontiera internazionale dell’intrattenimento (l’Escape Room) con la più antica delle arti: il teatro; finalizzando un lavoro suggestivo e mai banale che tiene incollato lo spettatore alla sua poltroncina per tutta la durata del singolare spettacolo.

“Esistiamo nella realtà pur non esistendo sui social network?”

Questa la domanda che si sono poste stavolta le due giovani artiste: la Mazzucato allieva di Dario Fo e Franca Rame e la Alonzi, definita dalla stampa estera la digital artist italiana con i suoi 6 milioni di click.

La risposta? Solo il pubblico in sala sarà chiamato a rispondere, sera dopo sera, a qualcosa di irripetibile.

Per il quarto anno consecutivo Login - Quattro Account in cerca d’Autore torna a Roma, dopo aver collezionato una lunga lista di sold-out e riconoscimenti in tutto il mondo.

Il pubblico romano verrà accolto dal 22 al 25 Novembre al Teatro Anfitrione per assistere alla potenza del reale che incontra il virtuale. Chi vincerà? Come sempre negli spettacoli del Teatro Stabile di Roma®, il pubblico: questo è certo.




LO SPETTACOLO

Questo non è uno spettacolo normale.

Gli attori che saranno in scena, non sanno cosa succederà loro, chi saranno e cosa diranno.

Le storie che li vedranno protagonisti, i personaggi che interpreteranno, saranno solo e soltanto quelli che il pubblico chiederà loro di mettere in scena.

Questo spettacolo si chiama LOGIN perché i quattro attori che calcheranno le scene, attraverseranno il confine fra il mondo reale e il mondo virtuale, accedendo ad un account che ancora non è stato creato, che ancora non conoscono ma che per tutta la durata dello spettacolo sarà il loro.

La loro unica possibilità di esistere.

La loro unica possibilità di non rimanere dietro le quinte.

Saranno gli attori infatti, in un massimo di 60 minuti, a dover convincere il pubblico a non eliminarli.

Il pubblico sarà sempre l’unico, vero moderatore dello spettacolo: creando l’identità dei personaggi che vorrà vedere, prendendosi gioco di loro, mettendoli in difficoltà.

Il pubblico sarà chiamato a votare finché non li avrà eliminati tutti, tranne uno, fino ad allora: lo spettacolo non potrà finire e gli attori non saranno liberi da questo mondo.

Un mondo che, pur non esistendo, prende vita tutti i giorni con i nostri commenti, le nostre opinioni, le nostre foto, condivisioni, etc. giorno, dopo giorno, dopo giorno.

Lo vedrete in scena. E gli attori? Saranno abbastanza coraggiosi da fare Login?


TEATRO ANFITRIONE,
Via di San Saba 24, Roma
Da Giovedì 22 a Sabato 24 Novembre 2018: ore 20.30
Domenica 25 Novembre: ore 18.30

BIGLIETTI
Intero 15 - Ridotto 12 (per ottenere un biglietto ridotto basta prenotare)

PRENOTAZIONI
È possibile prenotare a questo link http://bit.ly/login-biglietti oppure inviando una mail a biglietti@lasiti.it o ancora con un messaggio WhatsApp al +393932307974
Ulteriori info al sito: www.teatrostabilediroma.it


Commenti

Post popolari in questo blog

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic, l'orchestra che unisce le diverse tradizioni musicali dei paesi che circondano il Mar Baltico, nella convinzione che la musica non conosca né confini né limiti, sia di natura geografica che di genere. Il tour, realizzato grazie al sostegno di Saipem, debutterà il 10 settembre a Heiden, in Germania, e toccherà, in dieci giorni, nove differenti città in Svizzera, Italia, Danimarca e Polonia. In Italia la Baltic Sea Youth Philharmonic sarà a Milano il 14 settembre nel suggestivo contesto della Basilica di Santa Maria delle Grazie, ospite dell’Associazione Musicale ArteViva, e a Verona il 15 settembre al Teatro Filarmonico per il festival “Settembre dell’Accademia” dove si esibirà per il secondo anno consecutivo. Il pubblico milanese avrà il piacere di applaudire i giovani artisti della Baltic Sea Youth Philharmonic per la quarta volta. L’orchestra, fondata nel 2008 da Kristjan Järvi (affiancato da un prestigioso consiglio di consulent

Rugantino - dal 10 marzo al Sistina!

  Per la gioia del pubblico rivive una pagina indimenticabile della lunga e gloriosa storia del Teatro Sistina: dopo lo stop forzato dovuto alla pandemia, dal prossimo giovedì 10, e fino al 27 marzo, sarà di nuovo in scena, con la supervisione di Massimo Romeo Piparo, la maschera amara e dissacrante di "Rugantino" dei mitici Garinei & Giovannini. Lo spettacolo, che fonde mirabilmente tradizione e modernità, viene presentato nella sua versione storica originale, con la regia di Pietro Garinei, le splendide musiche del M° Armando Trovajoli, le preziose scene e i bellissimi costumi originali firmati da Giulio Coltellacci: un imperdibile ritorno alle radici e un'occasione per riscoprire un classico del teatro musicale italiano. Sul palco, la splendida Serena Autieri, ancora una volta straordinaria interprete dell'intrigante personaggio di Rosetta, donna bella altera e irraggiungibile, che fa battere il cuore di Rugantino, un ruolo in cui l’attrice napoletana dà prova

Torna in scena "The Boys in the band". Gabrio Gentilini sarà ancora Donald.

Gabrio Gentilini sarà in scena sabato 26 marzo al Teatro Nuovo di San Marino con lo spettacolo “The Boys in the Band”, di cui è co-protagonista dalla prima messa in scena italiana del 2019. Nella piece, proposta al pubblico italiano grazie alla traduzione e all’adattamento di Costantino della Gherardesca, che la produce accanto a Giorgio Bozzo, il regista, Gabrio ricopre il ruolo di Donald, un ragazzo di 28 anni, americano e gay, che con la sua presenza a una festa di compleanno tra amici omosessuali in un appartamento di New York a fine anni '60, creerà varie dinamiche all’interno del gruppo, in un crescendo di colpi di scena, tensione, umorismo feroce e riflessioni profonde. Gabrio ha nel suo curriculum esperienze molto importanti nel teatro di prosa e musicale oltre che ruoli in produzioni cinematografiche e televisive nazionali. “Sono veramente contento di portare questo spettacolo nella mia Romagna. Ne amo il testo, così come la sintonia che si crea con i mie colleghi ogni vol