Passa ai contenuti principali

Il volo - L’uomo alla sfida del progresso




16 e 17 novembre – ore 21

Il volo - L’uomo alla sfida del progresso 

Liberamente tratto dal romanzo di Saint Exupéry “Volo di notte”

Drammaturgia Michela Mastroianni
Regia Nicolas Ceruti
Con Luca Marchiori
Sound Designer Luca Piazza - Voci off: Nicolas Ceruti, Mattia Airoldi, Elisa Campoverde, Marco Ottolini
Produzione ILINX teatro in residenza produttiva presso R.A.M.I. Residenza Artistica MultidisciplinareILINXARIUM


Liberamente tratto dal romanzo di Saint-Exupéry, nell’adattamento di Michela Mastroianni e Nicolas Ceruti, Volo di notte, intepretato da Luca Marchiori e Luca Piazza, con la regia dello stesso Nicolas Ceruti, cerca di affrontare fra realismo e ricerca di quotidianità, il dilemma che tutti viviamo oggi, la competizione nel nostro lavoro con l'ingresso nella nostra vita di una tecnologia sempre più presente, a volte capace di difenderci e spingerci oltre, generatrice di ricchezza, a volte causa della perdita di lavoro, di drammi e povertà: fra l'uomo chiamato nel suo piccolo a compiere quotidiani gesti eroici per spingere oltre il limite dell'uomo, ma desideroso di una tranquillità che sogna ma non riesce a vivere, e il suo manager, preso dalla missione di costruire per il genere umano un monumento che sopravviva alla specie stessa, si svolge un dialogo a distanza che l'immaginazione di Saint-Exupéry ha dipinto in modo netto ma anche crudele, poetico e al contempo contemporaneo. Verranno utilizzate come tecniche sia il teatro d’attore sia le ombre attraverso proiezioni sul fondale che separa la scena dal fondale.

Note allo spettacolo

Le relazioni, la vita, il progresso: è possibile una coesistenza serena di questi elementi o lo sviluppo tecnologico chiede all'uomo uno sforzo che alla lunga non può sostenere? Spesso le nostre vite sembrano lanciate al limite, spinte in là in una sfida che avviene per mezzo delle macchine, ma che sempre più sta diventando una sfida con le macchine, per un risultato incerto in termini di felicità di lungo periodo. Attorno a questa serie di interrogativi era stato redatto un secolo fa Volo di notte, un romanzo di Antoine De Saint-Exupéry. A bordo del suo aereo postale, Fabien deve affrontare la sua missione di corriere aereo nelle Ande. Siamo nei primi decenni del XX secolo. Questi uomini sono i pienieri del volo, negli anni eroici dei primi collegamenti internazionali, dei pericolosi voli sulle sconfinate regioni dell'America Latina. Dall'aeroporto di Buenos Aires, il responsabile dell'intera rete aerea, Rivière, segue il suo volo, e quello dei molti altri corrieri spingendoli un passo oltre, nella pericolosa impresa dei primi voli notturni. Ad un certo punto l'uragano, che spinge l'aereo fuori rotta, i contatti radio sono difficili, la scorta di carburante è limitata.

Nel buio della notte il pilota deve continuare a volare, e il responsabile, in un ideale dialogo a distanza con l'uomo, ci pone davanti ai grandi quesiti dell'umanità: a cosa siamo pronti pur di spingere avanti le conquiste dell'uomo?

Alta Luce Teatro

Alzaia Naviglio Grande 192 - 20144 Milano
Info e prenotazioni: 348.7076093 - alt@altaluceteatro.com
Prezzi: 15 euro - ridotto 13 euro - con tessera associativa (costo 2 euro. Valida per la stagione 2018/2019).
Orario spettacolo: ore 21. A seguire brindisi con gli artisti

Commenti

Post popolari in questo blog

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic, l'orchestra che unisce le diverse tradizioni musicali dei paesi che circondano il Mar Baltico, nella convinzione che la musica non conosca né confini né limiti, sia di natura geografica che di genere. Il tour, realizzato grazie al sostegno di Saipem, debutterà il 10 settembre a Heiden, in Germania, e toccherà, in dieci giorni, nove differenti città in Svizzera, Italia, Danimarca e Polonia. In Italia la Baltic Sea Youth Philharmonic sarà a Milano il 14 settembre nel suggestivo contesto della Basilica di Santa Maria delle Grazie, ospite dell’Associazione Musicale ArteViva, e a Verona il 15 settembre al Teatro Filarmonico per il festival “Settembre dell’Accademia” dove si esibirà per il secondo anno consecutivo. Il pubblico milanese avrà il piacere di applaudire i giovani artisti della Baltic Sea Youth Philharmonic per la quarta volta. L’orchestra, fondata nel 2008 da Kristjan Järvi (affiancato da un prestigioso consiglio di consulent

Rugantino - dal 10 marzo al Sistina!

  Per la gioia del pubblico rivive una pagina indimenticabile della lunga e gloriosa storia del Teatro Sistina: dopo lo stop forzato dovuto alla pandemia, dal prossimo giovedì 10, e fino al 27 marzo, sarà di nuovo in scena, con la supervisione di Massimo Romeo Piparo, la maschera amara e dissacrante di "Rugantino" dei mitici Garinei & Giovannini. Lo spettacolo, che fonde mirabilmente tradizione e modernità, viene presentato nella sua versione storica originale, con la regia di Pietro Garinei, le splendide musiche del M° Armando Trovajoli, le preziose scene e i bellissimi costumi originali firmati da Giulio Coltellacci: un imperdibile ritorno alle radici e un'occasione per riscoprire un classico del teatro musicale italiano. Sul palco, la splendida Serena Autieri, ancora una volta straordinaria interprete dell'intrigante personaggio di Rosetta, donna bella altera e irraggiungibile, che fa battere il cuore di Rugantino, un ruolo in cui l’attrice napoletana dà prova

Torna in scena "The Boys in the band". Gabrio Gentilini sarà ancora Donald.

Gabrio Gentilini sarà in scena sabato 26 marzo al Teatro Nuovo di San Marino con lo spettacolo “The Boys in the Band”, di cui è co-protagonista dalla prima messa in scena italiana del 2019. Nella piece, proposta al pubblico italiano grazie alla traduzione e all’adattamento di Costantino della Gherardesca, che la produce accanto a Giorgio Bozzo, il regista, Gabrio ricopre il ruolo di Donald, un ragazzo di 28 anni, americano e gay, che con la sua presenza a una festa di compleanno tra amici omosessuali in un appartamento di New York a fine anni '60, creerà varie dinamiche all’interno del gruppo, in un crescendo di colpi di scena, tensione, umorismo feroce e riflessioni profonde. Gabrio ha nel suo curriculum esperienze molto importanti nel teatro di prosa e musicale oltre che ruoli in produzioni cinematografiche e televisive nazionali. “Sono veramente contento di portare questo spettacolo nella mia Romagna. Ne amo il testo, così come la sintonia che si crea con i mie colleghi ogni vol