Passa ai contenuti principali

In primo piano

#NOISIAMOPRONTI - ACCADEMIA UCRAINA DI BALLETTO

                              ACCADEMIA UCRAINA DI BALLETTO Presenta #NOISIAMOPRONTI   Video girato al Teatro Arcimboldi di Milano Gli allievi di Accademia Ucraina di Balletto di Milano, in questo nuovo confinamento, sono stati accolti, come una grande famiglia, nel convitto, ampliato per l’occasione, della sede presso l’Istituto delle Marcelline di via Quadronno: come nei collegi tradizionali, i danzatori sono da qualche tempo isolati dal mondo esterno e studiano, senza mai tornare a casa, nemmeno durante i weekend. Grazie a questi provvedimenti, dopo il grande successo del video della danza con la maglietta da calcio, “DANZA E SPETTACOLO: UN COSTUME DI SCENA PER ESSERE VISIBILI”, girato quasi un anno fa, diventato virale sui social e trasmesso anche su alcune reti principali, grazie alla volontà della Direttrice Caterina Calvino Prina ed ai loro insegnanti, hanno potuto girare un nuovo video, che vuole essere un messaggio di rinascita per il settore dello spettacolo dal vivo. Accade

UP&Down - 6 e 16 novembre Teatro Brancaccio


PAOLO RUFFINI 
e gli attori della compagnia MAYOR VON FRINZIUS

PRESENTANO

Il nuovo spettacolo comico
UP&Down

6 NOVEMBRE E 26 NOVEMBRE

ROMA - TEATRO BRANCACCIO

“Questo spettacolo parla anche di te, solo che tu ancora non lo sai…”
Paolo Ruffini presenta UP&Down, il nuovo spettacolo teatrale che porta in scena con cinque attori con Sindrome di Down e uno autistico.

Dopo il grande successo in primavera, dove ha registrato sold-out in molti teatri d’Italia, UP&Down debutta al Teatro Brancaccio di Roma il 6 novembre e replica il 26 novembre in una serata evento per festeggiare i 40 anni del protagonista: Paolo Ruffini.

Lo scheletro dello spettacolo è costruito sull’intenzione di Paolo Ruffini di realizzare uno straordinario One Man Show, con imponenti scenografie ed effetti speciali. Parte però una sequela di boicottaggi e rocambolesche interruzioni in cui gli attori fanno irruzione dimostrando di essere molto più “abili” di lui.

Un happening comico con una forte connotazione d’improvvisazione, sorprese e coinvolgimento: attraverso il filtro dell’ironia si affronta, con sapiente leggerezza, il significato della parola “disabilità”.

“Tante persone non sono abili alla felicità o all’ascolto… questi attori invece dimostrano di essere dei resilienti, di avere una tale confidenza con la vita e con il sorriso, che sarebbe più corretto definire Sindrome di UP! Siamo tutti diversamente abili, diversamente normali e se c’è qualcosa che ci accomuna è proprio la diversità” – afferma Paolo Ruffini.

UP&Down interrompe le liturgie teatrali: comicità e irriverenza accompagnano gli spettatori in un viaggio emozionante e commovente che racconta le relazioni umane e la bellezza che risiede nella diversità.

Una vera e propria esperienza, in cui le distanze tra palcoscenico e platea si annullano e alla fine attori e spettatori si trovano per condividere un gesto rivoluzionario: un grande abbraccio.

Un vero e proprio happening comico e al tempo stesso emozionante che parla delle relazioni: ironia e irriverenza accompagnano gli spettatori in un viaggio che racconta la bellezza che risiede nelle diversità.

Paolo Ruffini va in scena con degli attori con la Sindrome di Down, affrontando insieme a loro significato della parola “disabilità”, fino a dimostrare che la loro dovrebbe definirsi “Sindrome di UP”!

Lo scheletro dello spettacolo è costruito sull’intenzione di Paolo Ruffini di realizzare uno straordinario One Man Show, con imponenti scenografie ed effetti speciali. Parte però una sequela di boicottaggi e rocambolesche interruzioni in cui gli attori fanno irruzione dimostrando di essere molto più abili di lui. Dimostrando inoltre che ci sono tante persone che non sono abili alla felicità o all’ascolto, ma che alla fine siamo tutti diversamente abili, diversamente normali e meravigliosamente diversi.

Una rappresentazione dai connotati surreali e dagli sviluppi inaspettati con una forte connotazione d’improvvisazione, che interrompe le liturgie teatrali e offre al pubblico una vera e propria esperienza in cui le distanze tra palcoscenico e platea si annullano, e alla fine attori e spettatori si trovano per condividere un gesto rivoluzionario: un grande abbraccio.

MAYOR VON FRINZIUS

Compagnia teatrale livornese nata nel 1997, collabora con l’associazione Haccompagnami ed è diretta da Lamberto Giannini. È composta da 97 attori, metà di essi sono persone con disabilità. Allo spettacolo UP&Down prendono parte sei attori di questa compagnia: uno di loro è autistico e gli altri cinque hanno la Sindrome di Down.
----------------------------------------------

TEATRO BRANCACCIO · Ore 20,45

Via Merulana 244, 00185 Roma · Tel 06 80687231/2 · Teatrobrancaccio.it

Prezzi da 17 a 25 euro

Commenti

Post più popolari