Passa ai contenuti principali

Secondo appuntamento con la musica dal vivo, Living Room 13 Ottobre - Filippo Gatti c/o Radio Città Aperta


ASSOCIAZIONE CULTURALE TEATRO TRASTEVERE
in collaborazione con Radio Città Aperta
Presenta

LIVING ROOM #2: Filippo Gatti live

13 Ottobre – Radio Città Aperta
via di Casal Bruciato, 31 – dalle ore 13
Dopo il grande successo del primo appuntamento con Paolo Benvegnù e Nicholas Ciuferri,
Sabato 13 Ottobre il Teatro Trastevere promuove con Radio Città Aperta la seconda puntata del format
“Living Room: Incontro con il tuo artista preferito” con ospite, questa volta,
il poliedrico musicista e produttore romano FILIPPO GATTI.

Oltre ad assistere all’esibizione live “chitarra e voce”, sarà un’occasione perfetta per conoscere l’artista, confrontarsi e scambiare due chiacchiere con lui, nonché con gli speaker di Radio Città Aperta. Accompagnando inoltre il tutto un ricco buffet, l’intenzione è quella di generare un momento di rara e reale condivisione all’interno della sede storica della radio (in via di Casal Bruciato 31), ma anche verso l’esterno grazie alla diretta radiofonica contestuale. Il live set inizierà alle ore 13 e, visto lo spazio limitato a disposizione, per partecipare occorre mandare una mail all’indirizzo segreteria@radiocittaperta.it indicando nome, cognome e numero telefonico. Il prezzo d'ingresso è di 7 euro (per sottoscrizione).

FILIPPO GATTI - Leader e fondatore degli Elettrojoyce, nel 2003 pubblica il suo primo album solista, "Tutto sta per cambiare" coprodotto dal fratello Francesco Gatti, con ospiti Bruno Lauzi, Riccardo Sinigallia e Vittorio Nocenzi del Banco del Mutuo Soccorso. Dal 2002 collabora in veste di produttore, autore e arrangiatore con 24 GRANA, Andrea Rivera, Bobo Rondelli, Marina Rei, Raf e molti altri.
A dicembre 2017 è uscito il suo terzo album solista “La testa e il cuore”, un diario di viaggio immaginario, ispirato al racconto epico di Ulisse.

La nuova RADIOCITTAPERTA.IT

La nuova www.radiocittaperta.it, gestita direttamente dai propri speaker che hanno fondato l'associazione “Dissociazione”, ha iniziato un nuovo ciclo, prendendo in consegna i quarant'anni di storia dell'emittente per traghettarla verso il futuro digitale. Senza mai smarrire i suoi valori di libertà di espressione ed indipendenza, sempre più decisivi contro le logiche omologanti dei grandi network commerciali. #RCAesiste e rilancia il suo palinsesto, forte della propria storia e della sua importanza ancora più marcata, in questi tempi di “tossicità” dell’informazione e di appiattimento culturale. Ma la nuova RCA non è solamente una radio. Parallelamente alla trasmissione on line, con un palinsesto completo, integrato da nuovi innesti ed una programmazione in diretta tutto il giorno, rimane come sempre fisicamente presente sul suo territorio. Per questo vogliamo coinvolgere i nostri ascoltatori in una serie di eventi: da quelli dedicati ai temi sociali (ad esempio “Volume Zero”, lo scorso 1° luglio all’Ex Dogana, per sensibilizzare la comunità al mondo dei non udenti; o il convegno sul disagio sociale all’Università Sapienza) ai corsi come quello per insegnare l'uso di Ableton, che verrà attivato il prossimo anno; fino alle feste e agli appuntamenti con la musica live. Una radio liquida, quindi, che si adatta ai tempi mantenendo come attributi principali quelli che hanno da sempre caratterizzato la bellezza e la longevità di questo mezzo di comunicazione: libertà e curiosità.

Facebook: https://www.facebook.com/RadioCittaAperta/

Instagram: https://www.instagram.com/radiocittaperta/

Commenti

Post popolari in questo blog

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic, l'orchestra che unisce le diverse tradizioni musicali dei paesi che circondano il Mar Baltico, nella convinzione che la musica non conosca né confini né limiti, sia di natura geografica che di genere. Il tour, realizzato grazie al sostegno di Saipem, debutterà il 10 settembre a Heiden, in Germania, e toccherà, in dieci giorni, nove differenti città in Svizzera, Italia, Danimarca e Polonia. In Italia la Baltic Sea Youth Philharmonic sarà a Milano il 14 settembre nel suggestivo contesto della Basilica di Santa Maria delle Grazie, ospite dell’Associazione Musicale ArteViva, e a Verona il 15 settembre al Teatro Filarmonico per il festival “Settembre dell’Accademia” dove si esibirà per il secondo anno consecutivo. Il pubblico milanese avrà il piacere di applaudire i giovani artisti della Baltic Sea Youth Philharmonic per la quarta volta. L’orchestra, fondata nel 2008 da Kristjan Järvi (affiancato da un prestigioso consiglio di consulent

Rugantino - dal 10 marzo al Sistina!

  Per la gioia del pubblico rivive una pagina indimenticabile della lunga e gloriosa storia del Teatro Sistina: dopo lo stop forzato dovuto alla pandemia, dal prossimo giovedì 10, e fino al 27 marzo, sarà di nuovo in scena, con la supervisione di Massimo Romeo Piparo, la maschera amara e dissacrante di "Rugantino" dei mitici Garinei & Giovannini. Lo spettacolo, che fonde mirabilmente tradizione e modernità, viene presentato nella sua versione storica originale, con la regia di Pietro Garinei, le splendide musiche del M° Armando Trovajoli, le preziose scene e i bellissimi costumi originali firmati da Giulio Coltellacci: un imperdibile ritorno alle radici e un'occasione per riscoprire un classico del teatro musicale italiano. Sul palco, la splendida Serena Autieri, ancora una volta straordinaria interprete dell'intrigante personaggio di Rosetta, donna bella altera e irraggiungibile, che fa battere il cuore di Rugantino, un ruolo in cui l’attrice napoletana dà prova

Torna in scena "The Boys in the band". Gabrio Gentilini sarà ancora Donald.

Gabrio Gentilini sarà in scena sabato 26 marzo al Teatro Nuovo di San Marino con lo spettacolo “The Boys in the Band”, di cui è co-protagonista dalla prima messa in scena italiana del 2019. Nella piece, proposta al pubblico italiano grazie alla traduzione e all’adattamento di Costantino della Gherardesca, che la produce accanto a Giorgio Bozzo, il regista, Gabrio ricopre il ruolo di Donald, un ragazzo di 28 anni, americano e gay, che con la sua presenza a una festa di compleanno tra amici omosessuali in un appartamento di New York a fine anni '60, creerà varie dinamiche all’interno del gruppo, in un crescendo di colpi di scena, tensione, umorismo feroce e riflessioni profonde. Gabrio ha nel suo curriculum esperienze molto importanti nel teatro di prosa e musicale oltre che ruoli in produzioni cinematografiche e televisive nazionali. “Sono veramente contento di portare questo spettacolo nella mia Romagna. Ne amo il testo, così come la sintonia che si crea con i mie colleghi ogni vol