Passa ai contenuti principali

In primo piano

Trani Teatro Clown. L'Intervista al direttore artistico Santo Nicito.

  E' stata una prima edizione di grande successo quella del Trani Teatro Clown Festival Internazionale che dal 6 all'11 luglio ha rallegrato la città di Trani con spettacoli, incontri, laboratori e workshop tutti incentrati sulla figura del Clown. Tantissimi i partecipanti per un'edizione che ha rappresentato solo l'inizio di una nuova avventura che continuerà anche d'inverno nella bellissima città pugliese. Abbiamo intervistato Santo Nicito direttore artistico della Rassegna.       E' terminato da poco il Trani Teatro Clown qual è il bilancio di questa esperienza? Assolutamente positiva! I numeri sono dalla nostra parte, questo dimostra che l’offerta messa in campo ha   suscitato curiosità e interesse. Questa prima edizione del Trani Teatro Clown Festival Internazionale è stata la realizzazione di un sogno. Un vero miracolo! Abbiamo gettato le basi per quello che già da settembre, per la seconda edizione, speriamo e vogliamo sia un progetto molto più

PINK FLOYD THE WALL AT THE OPERA


Quaranta anni fa veniva pubblicato The Wall il famoso album dei Pink Floyd. Il 19 ottobre il Teatro Nuovo ospita The Wall at the Opera, uno spettacolo che celebra il grande gruppo inglese.Il 30 novembre 2019 ricorre il 40° anniversario della pubblicazione di quest’opera dalla quale è stato tratto, nel 1982, il famoso film Pink Floyd The Wall di Alan Parker, e che, nella riproposizione dal vivo, presentava letteralmente la costruzione di un muro. 

Famosa è stata poi la versione dello spettacolo a Berlino, nel 1990, da parte di Roger Waters– autore principale dei testi e musica – in riferimento all’abbattimento del famigerato muro che divideva, oltre che la città, anche le ideologie tra est e ovest.Ma soprattutto è The Wall un’opera che ha fatto cambiare la prospettiva dal punto di vista culturale, visto l’influenza che ha avuto sia musicalmente che come impatto sociale. L’allegoria del muro, infatti, riconduce a uno dei più grandi dilemmi della nostra era: l’incomunicabilità. 

E con essa l’indifferenza, la divisione sociale, le contraddizioni di un mondo che sta vivendo tra l’altro in un eccesso di comunicazione.Ancora oggi The Wall è riconosciuto musicalmente da tutte le generazioni, anche le più giovani, come uno dei capolavori più belli mai pubblicati nell’ambito della musica contemporanea. Però, pur avendo anche un grande effetto visivo e mediatico - ben evidenziato dai concerti e dal film – non ne è mai stata ricavata un’opera teatrale.Il gruppo che porterà in scena la versione teatrale “The Wall at the Opera” è formato da 5 musicisti e 5 attori-cantanti con oltre trent'anni di esperienza concertistica. La scenografia è rappresentata dalla costruzione del muro durante lo spettacolo e da proiezioni a tema riguardanti, tra l’altro, le fragilità e le contraddizioni della nostra epoca. 

Teatro Nuovo di Milano
piazza San Babila – Milano
www.teatronuovo.it
Tel:02.794026
Biglietti a partire da Euro 14,50

Commenti

Post più popolari