Passa ai contenuti principali

Parte la seconda stagione del progetto "DIRETTAmente in SCENA"

“DIRETTAmente in SCENA”, la prima piattaforma italiana di teatro in diretta che ha coniugato cinema, teatro e social, è giunta alla sua seconda stagione, quest’anno tutta al femminile e con due dirette internazionali: saranno infatti ospitate due attrici da Los Angeles e Melbourne per due performances tutte in inglese. Il progetto, ideato dalle tre attrici Laura Anzani, Chiara Leonetti e Adele Piras, in collaborazione con Merenda Film, nella stagione 2017/2018 ha portato in scena sei dirette con nove bravissimi attori e testi coinvolgenti, attualmente visualizzabili sulla pagina Facebook dedicata. 

Gli attori, che rappresentano il vero trait d'union tra diversi tipi di linguaggio (teatrale, cinematografico e social), daranno alla luce la loro performance di durata max di 20 minuti svolta in location sempre diverse, davanti ad una videocamera, con pubblico presente dal vivo e, naturalmente, quello della rete social (Facebook e Instagram). 

Sulle pagine Facebook e Instagram del progetto sono riportate le informazioni sulle dirette, incluse foto degli attori e relative biografie e altro materiale che preparerà man mano il pubblico alla diretta successiva: l’intento è quello di condividere sui social un contenuto diverso e di qualità, avvicinando sempre più il pubblico alla bellezza del teatro e creare un luogo in cui professionisti del settore possano incontrarsi per creare nuove sinergie, eventuali future collaborazioni e, all'occorrenza, promuovere spettacoli teatrali. 

“DIRETTAmente in SCENA” aprirà la sua stagione il 16 ottobre 2018 con un estratto di “Quel Che Resta” di e con l'attrice Monica Faggiani, presso lo spazio Quarta Parete di Milano. Durante la serata saranno presenti le tre ideatrici del progetto che presenteranno la seconda stagione ricca di dirette e sarà dato spazio anche alla presentazione di Quarta Parete, uno spazio in linea con “DIRETTAmente in SCENA” e destinato alla condivisione di esperienze artistiche, sognato e ideato da Anna Ginevra Ongaro. 

E' possibile seguire il progetto sulle pagine Facebook e Instagram digitando “DIRETTAmente in SCENA”. E-mail: direttamenteinscena@gmail.com

LAURA ANZANI Nata e cresciuta a Milano, dopo un percorso nel cinema e in pubblicità come producer prima e costumista poi, parte alla volta di New York, dove si ferma alcuni anni studiando presso la New York Film Academy e lo studio diretto da Susan Batson. L’incontro con artisti di varie nazionalità da vita a diversi progetti teatrali e cinematografici. E’ stata diretta dalla regista australiana Gabriella Rose-Carter in spettacoli a Milano e New York, dove ha anche partecipato a diverse produzioni indipendenti. Nel 2007 fonda Merenda insieme al regista Matteo Pellegrini e comincia a occuparsi di produzioni teatrali. Con Merenda debutta al Teatro Franco Parenti diretta da Michael Rodgers, al Piccolo Teatro Grassi e nel 2013 entra in TLLT e per due anni sviluppa una collaborazione con Teatro Libero portando in scena diversi spettacoli. E’ stata protagonista di “Danny e il Profondo Blu” del premio Oscar e Pulitzer John Patrick Shanley, diretto da John Pepper e prodotto da Yare, Missione Diplomatica Degli Stati Uniti e Merenda Nel Novembre 2015 inizia una collaborazione con Isola Casa Teatro di Milano per una rassegna di spettacoli in inglese. Nel cinema lavora accanto a Filippo Timi, Aleksei Guskov, Gianmarco Tognazzi. Da Gennaio 2014 è membro della compagnia australiana Q44. Dal 2017 collabora con la compagnia Arditodesìo portando in scena spettacoli in Italia e all’estero. E’ inoltre autrice e interprete della serie web “Do You Have A Sec” pubblicata dal magazine femminile IO DONNA e co-fondatrice di DIRETTAmente in SCENA, prima piattaforma italiana per spettacoli in diretta sui due principali social network.

CHIARA LEONETTI Nasce come ballerina formatasi presso la Scuola Professionale Italiana di Danza, dove ha ricevuto anche una prima formazione di canto e recitazione. Si avvicina in maniera più approfondita al mondo della recitazione, frequentando il percorso accademico diretto dal celebre attore e regista Michael Rodgers (Actor's Studio); si perfeziona in recitazione cinematografica studiando con numerosi registi, tra cui: Sergio Rubini, Marco Risi, Giovanni Veronesi e Daniele Luchetti. E' attrice in diversi videoclip musicali di noti artisti italiani, in alcuni spot e cortometraggi; al cinema è attrice nel film “Innamorati di Me”, per la regia di Nicola Prosatore, produzione Lotus e, più recentemente, nel film “Loro2” di Paolo Sorrentino nel ruolo di Gaia, produzione Indigo; in televisione ha recitato in diversi famosi programmi di intrattenimento su La7 (“Crozza nel Paese delle Meraviglie” e “G'Day”) e per la serie tv Sky “1993”. A teatro ricopre il ruolo di protagonista nello spettacolo drammatico “Jung + Spielrein” per la regia di Michael Rodgers e “C'è ancora vita sulla costa orientale?”

ADELE PIRAS Si diploma nel 2013 presso la Scuola Arsenale di Milano secondo il metodo Lecoq con docenti Marina Spreafico e Kuniaki Ida. Prosegue i suoi studi con Michael Rodgers, allievo diretto di Larry Moss e con Danny Lemmo e Michael Margotta, membri a vita dell'Actors Studio. Completa la sua formazione all'Actors Temple di Londra dove approfondisce la Meisner Technique. Ha lavorato in diverse produzione teatrali e cinematografiche come attrice. Nel 2015 fonda insieme a Francesca La Spada la compagnia di performing art I FIGLI DI MARLA

Commenti

Post popolari in questo blog

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic, l'orchestra che unisce le diverse tradizioni musicali dei paesi che circondano il Mar Baltico, nella convinzione che la musica non conosca né confini né limiti, sia di natura geografica che di genere. Il tour, realizzato grazie al sostegno di Saipem, debutterà il 10 settembre a Heiden, in Germania, e toccherà, in dieci giorni, nove differenti città in Svizzera, Italia, Danimarca e Polonia. In Italia la Baltic Sea Youth Philharmonic sarà a Milano il 14 settembre nel suggestivo contesto della Basilica di Santa Maria delle Grazie, ospite dell’Associazione Musicale ArteViva, e a Verona il 15 settembre al Teatro Filarmonico per il festival “Settembre dell’Accademia” dove si esibirà per il secondo anno consecutivo. Il pubblico milanese avrà il piacere di applaudire i giovani artisti della Baltic Sea Youth Philharmonic per la quarta volta. L’orchestra, fondata nel 2008 da Kristjan Järvi (affiancato da un prestigioso consiglio di consulent

Rugantino - dal 10 marzo al Sistina!

  Per la gioia del pubblico rivive una pagina indimenticabile della lunga e gloriosa storia del Teatro Sistina: dopo lo stop forzato dovuto alla pandemia, dal prossimo giovedì 10, e fino al 27 marzo, sarà di nuovo in scena, con la supervisione di Massimo Romeo Piparo, la maschera amara e dissacrante di "Rugantino" dei mitici Garinei & Giovannini. Lo spettacolo, che fonde mirabilmente tradizione e modernità, viene presentato nella sua versione storica originale, con la regia di Pietro Garinei, le splendide musiche del M° Armando Trovajoli, le preziose scene e i bellissimi costumi originali firmati da Giulio Coltellacci: un imperdibile ritorno alle radici e un'occasione per riscoprire un classico del teatro musicale italiano. Sul palco, la splendida Serena Autieri, ancora una volta straordinaria interprete dell'intrigante personaggio di Rosetta, donna bella altera e irraggiungibile, che fa battere il cuore di Rugantino, un ruolo in cui l’attrice napoletana dà prova

Torna in scena "The Boys in the band". Gabrio Gentilini sarà ancora Donald.

Gabrio Gentilini sarà in scena sabato 26 marzo al Teatro Nuovo di San Marino con lo spettacolo “The Boys in the Band”, di cui è co-protagonista dalla prima messa in scena italiana del 2019. Nella piece, proposta al pubblico italiano grazie alla traduzione e all’adattamento di Costantino della Gherardesca, che la produce accanto a Giorgio Bozzo, il regista, Gabrio ricopre il ruolo di Donald, un ragazzo di 28 anni, americano e gay, che con la sua presenza a una festa di compleanno tra amici omosessuali in un appartamento di New York a fine anni '60, creerà varie dinamiche all’interno del gruppo, in un crescendo di colpi di scena, tensione, umorismo feroce e riflessioni profonde. Gabrio ha nel suo curriculum esperienze molto importanti nel teatro di prosa e musicale oltre che ruoli in produzioni cinematografiche e televisive nazionali. “Sono veramente contento di portare questo spettacolo nella mia Romagna. Ne amo il testo, così come la sintonia che si crea con i mie colleghi ogni vol