Passa ai contenuti principali

Nasce il Parioli Theatre Club



Inaugura a Roma il Parioli Theatre Club, uno spazio completamente nuovo in cui si fondono cultura e night life.
A ospitare il progetto è il rinnovato Teatro Parioli, che si smarca dai limiti imposti dal classico panorama teatrale ponendo al centro delle sue attività un intrattenimento culturale fatto di concerti, live show, spettacoli interattivi e immersivi, puntando i riflettori su una modalità unica di intendere lo spazio teatrale. 
La rivoluzione concettuale passa anche da un’azione estremamente concreta: un foyer allestito con elementi caratteristici del mondo teatrale come camerini, sale prove e aree tecniche, che si trasforma in un gigantesco expo del backstage teatrale. Le installazioni architettoniche rappresenteranno, per il pubblico che varcherà la soglia del Parioli Theatre Club, il primo elemento di intrattenimento e ricerca: gli avventori scopriranno le aree segrete degli ambienti teatrali, interagiranno con esse e “giocheranno” con lo spazio.
In platea, le poltrone fanno posto a tavoli e divanetti. Il pubblico, seduto, potrà sorseggiare un drink realizzato da esperti mixologist o assaggiare le selezioni dei plateau gastronomici, abbinando all’esperienza culturale un piccolo percorso enogastronomico. 
L’obiettivo della sfida è segnare – in una fase di crisi degli spazi teatrali canonici – un modo nuovo di fruire del prodotto culturale. 
La programmazione è affidata ad artisti, fra i migliori del panorama nazionale ed europeo, ed è declinata e pensata per essere quanto più possibile site specific: gli eventi inizieranno alle 20.00 e termineranno alle 2.00, e il contenuto artistico rappresenterà l’unicità della venue, trasformandosi ogni sera insieme a essa, con l’ausilio di una programmazione di eventi collaterali a supporto del prodotto principale. 
Tutto questo per creare un luogo unico, che si caratterizzi per l’alta qualità delle proposte e possa divenire, allo stesso tempo, garanzia di riuscita, grazie alla propria peculiarità, per i contenuti e gli eventi più disparati. Svariate lepartnership attive, come quella con Barley Arts, che organizza, su scala nazionale e mondiale concerti, spettacoli di musica live, edutainment e festival, o Ex Dogana, factory di creatività che ha ospitato i migliori eventi della Capitale.
Il Parioli Theatre Club ha inaugurato il 20 ottobre con una serata evento, una “opening night” pensata come una vera e propria festa delle arti: sarà l’occasione ideale per far scoprire al pubblico della Capitale questo nuovo, originale e interattivo spazio multiculturale.
Protagonista della serata inaugurale è statolo spettacolo The Freaks Circus,de "La bottega degli artisti", l’incredibile show diretto da Francesco Felli, che porta in scena il diverso, mostruose creature capaci di impressionare per l’aspetto insolito ma anche, o soprattutto, con l’unicità della loro arte. Unico esemplare in Italia, The Freaks Circus è l’incontro tra circo e musical, in uno spettacolo emozionante, coinvolgente e sempre diverso, che ha come protagonisti nani, donne barbute, fratelli siamesi, mangia fuoco, contorsionisti, uomini tatuati e molte altre figure assolutamente sensazionali.
E la stagione continua con tantissimi eventi. Tre i filoni che sono stati scelti per questo primo anno del Parioli Theatre Club: le rassegne Teatro Indie,diretta da Alessandro Bardani e Francesco Montanari e Stand Up Comedy Live, la cui direzione artistica è affidata adAltra Scena, ed eventi dallo spiccato contenuto culturale. A miscelare questi elementi, selezionando i vari partner e le molteplici collaborazioni, e coordinando i lavori, è Nanni Venditti, che ha sviluppato il concept scegliendo di avvalersi dell'aiuto di figure di eccellenza all'interno del panorama artistico italiano nell'ottica di avviare una direzione artistica "condivisa", che posi sul parere di consiglieri con background diversi o esperienze eterogenee, uniti dal proposito di offrire alla città un nuovo spazio di aggregazione mediata da nuovi format culturali. A sostenere e impostare il delicato lavoro di comunicazione che è legato al concept è Carlo Mogiani, creativo di lungo corso, fotografo di fama internazionale, collaboratore stabile del National Geographic, che ha sposato l'avventura del Parioli Theatre Club a livello strutturale. 
Quella dedicata al Teatro Indie è una rassegna innovativa, rivolta a quelle eccellenze teatrali underground che non hanno avuto ancora la possibilità di circuitare nell'ambiente mainstream. Sei appuntamenti che vogliono elogiare una drammaturgia contemporanea in cui gli autori sono anche interpreti dei testi proposti. Valerio Lundini, Josaphat Vagni, Paola Pessot, Andrea De Rose, Francesco Foti, Lidia Micelisono i protagonisti di questo filone oltre ad Alessandro Bardani e Francesco Montanari in scena con La più meglio gioventù.I responsabili artistici dell'area Indie, che spesso abbiamo visto lavorare insieme, hanno unito i loro gusti teatrali selezionando spettacoli con spiccata matrice comica.
Grande spazio all'interno della programmazione è dato alla Stand Up Comedy,il nuovo must della comicità contemporanea. Il primo appuntamento è con Francesco De CarloLiveil 25 ottobre. Un mix di riflessioni dalla comicità tagliente per smontare tutti i luoghi comuni e le certezze che accomunano il nostro benpensante Paese. I comici di stand up sparano sul buonismo degli italiani e li distruggono. Una satira feroce, politicamente scorretta che caratterizza gli spettacoli dei migliori comedians italiani tutti presenti sul palco del Parioli Theatre Club: Daniele Fabbri (20 dicembre)Velia Lalli(17 gennaio) Francesco Arienzo (21 febbraio) Mauro Fratini (14 marzo),Giorgio Montanini(18/19/20 aprile),Pietro Sparacino(9/11 maggio).
Non mancano eventi musicali come i Carmina Burana,oltre cento elementi diretti dal Maestro Pier Giorgio Dionsi (28 ottobre), prodotto dal team di ExDogana;Spleen Orchestra, in scena il 14 dicembre, è un progetto musical-teatrale che omaggia, con un linguaggio proprio, l’immaginario poetico del regista Tim Burton. Trucchi costumi, scenografie, proiezioni ed effetti speciali per un folle viaggio, sulle note dello straordinario autore delle colonne sonore Danny Elfman, in una serata che vedrà lo spazio trasformarsi in un universo cinematografico visionario, con a disposizione del pubblico performer, truccatori, e artisti, che costruiranno intorno al concerto il format "Nightmare before Christmas"; Public Service Broadcasting, il trio londinese prosegue il tour che ha accompagnato l’uscita dell’album "Every Valley" e arriva a Roma il 23 novembre;Carl Palmer, il live concert del famoso batterista britannico sul palco il 6 febbraio e ancora spettacoli come La Vedova Allegra, Murder Ballad e il festival burlesque Caput Mundi o la comicità di Marco Passiglia. 
L’improvvisazione teatrale targata Bugiardini è ospite con due appuntamenti mensili.B.L.U.E Il Musical completamente improvvisatodopo i sold out di Milano, Bologna, Torino, Padova e Firenze approda al Parioli Theatre Club: nessun canovaccio ma uno spettacolo in cui i testi, le coreografie, le musiche sono tutte improvvisate e sarà il pubblico a scegliere titolo e location dello spettacolo.
Un cambiamento che si pone come principale obiettivo quello di creare un modo nuovo di proporre contenuti culturali mixando vari linguaggi performativi fino ad oggi fruiti in compartimenti separati. 




Commenti

Post popolari in questo blog

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic, l'orchestra che unisce le diverse tradizioni musicali dei paesi che circondano il Mar Baltico, nella convinzione che la musica non conosca né confini né limiti, sia di natura geografica che di genere. Il tour, realizzato grazie al sostegno di Saipem, debutterà il 10 settembre a Heiden, in Germania, e toccherà, in dieci giorni, nove differenti città in Svizzera, Italia, Danimarca e Polonia. In Italia la Baltic Sea Youth Philharmonic sarà a Milano il 14 settembre nel suggestivo contesto della Basilica di Santa Maria delle Grazie, ospite dell’Associazione Musicale ArteViva, e a Verona il 15 settembre al Teatro Filarmonico per il festival “Settembre dell’Accademia” dove si esibirà per il secondo anno consecutivo. Il pubblico milanese avrà il piacere di applaudire i giovani artisti della Baltic Sea Youth Philharmonic per la quarta volta. L’orchestra, fondata nel 2008 da Kristjan Järvi (affiancato da un prestigioso consiglio di consulent

Rugantino - dal 10 marzo al Sistina!

  Per la gioia del pubblico rivive una pagina indimenticabile della lunga e gloriosa storia del Teatro Sistina: dopo lo stop forzato dovuto alla pandemia, dal prossimo giovedì 10, e fino al 27 marzo, sarà di nuovo in scena, con la supervisione di Massimo Romeo Piparo, la maschera amara e dissacrante di "Rugantino" dei mitici Garinei & Giovannini. Lo spettacolo, che fonde mirabilmente tradizione e modernità, viene presentato nella sua versione storica originale, con la regia di Pietro Garinei, le splendide musiche del M° Armando Trovajoli, le preziose scene e i bellissimi costumi originali firmati da Giulio Coltellacci: un imperdibile ritorno alle radici e un'occasione per riscoprire un classico del teatro musicale italiano. Sul palco, la splendida Serena Autieri, ancora una volta straordinaria interprete dell'intrigante personaggio di Rosetta, donna bella altera e irraggiungibile, che fa battere il cuore di Rugantino, un ruolo in cui l’attrice napoletana dà prova

Torna in scena "The Boys in the band". Gabrio Gentilini sarà ancora Donald.

Gabrio Gentilini sarà in scena sabato 26 marzo al Teatro Nuovo di San Marino con lo spettacolo “The Boys in the Band”, di cui è co-protagonista dalla prima messa in scena italiana del 2019. Nella piece, proposta al pubblico italiano grazie alla traduzione e all’adattamento di Costantino della Gherardesca, che la produce accanto a Giorgio Bozzo, il regista, Gabrio ricopre il ruolo di Donald, un ragazzo di 28 anni, americano e gay, che con la sua presenza a una festa di compleanno tra amici omosessuali in un appartamento di New York a fine anni '60, creerà varie dinamiche all’interno del gruppo, in un crescendo di colpi di scena, tensione, umorismo feroce e riflessioni profonde. Gabrio ha nel suo curriculum esperienze molto importanti nel teatro di prosa e musicale oltre che ruoli in produzioni cinematografiche e televisive nazionali. “Sono veramente contento di portare questo spettacolo nella mia Romagna. Ne amo il testo, così come la sintonia che si crea con i mie colleghi ogni vol