Passa ai contenuti principali

“Happy Days il Musical”: Hey! Fonzie e la famiglia Cunningham tornano a teatro ed è subito 50s


La compagnia teatrale “I Saltafoss” di Rozzano (MI) reduce dai recenti successi di “Aladin il musical” e “Kabaret con Gulasch”, per cui ha registrato soldout a Milano e Piacenza, ritorna con “Happy Days il musical” su licenza ufficiale Samuel French, opera scritta da Garry Marshall (autore di molti show televisivi e creatore di serie tv di successo tra cui Mork & Mindy e regista del film cult Pretty Woman) con musica e libretto di Paul Williams e ispirato al celebre telefilm cult degli anni '70. Traduzione testi di Michele Renzullo e liriche italiane di Franco Travaglio. 

La serie tv "Happy Days" è nata nel 1974 sull'onda del successo cinematografico del film American Graffiti ed è tuttora in onda, dopo aver accompagnato generazioni di spettatori per 11 stagioni e 255 episodi complessivi ambientati nella Milwaukee degli anni '50, raccontando le vicende quotidiane di una tipica famiglia borghese, i Cunningham. Tra le note di coinvolgenti canzoni rock&roll (tra cui l'indimenticabile sigla) tornano Howard, il capofamiglia, sua moglie Marion, casalinga perfetta e i loro due figli, Richie e Joanie detta "sottiletta". Completano il gruppo di amici Ralph, Potsie, Chachi, Alfred, Pinky e, naturalmente, il mitico Fonzie, meccanico dal fascino irresistibile, con i capelli sempre pettinati e il suo indimenticabile giubbotto di pelle, vera star dello show.

La compagnia “I Saltafoss” porta in scena “Happy Days il musical” con canzoni in italiano cantate dal vivo il 1 e 2 Dicembre 2018 al Teatro Fellini di Rozzano (MI) con la regia di Adriano Tallarini, le coreografie di Martina Massa e la direzione musicale di Laura Amodeo.

La compagnia I Saltafoss nasce nel 2003 a Rozzano (MI) ed ha portato in scena grandi successi come “Pinocchio il musical” (2007 e 2015), “Aggiungi un posto a tavola” (2009), la divertente commedia di Garinei e Giovannini “Se il tempo fosse un gambero” (2010/2011) per il quale riceve 4 importanti riconoscimenti al “IV Festival del Teatro Amatoriale” organizzato dal Teatro Nuovo di Milano, festival per il quale vince nel 2014 il 2° posto come “Miglior Musical” e “Miglior Coreografia” con lo spettacolo inedito “We Love Musical”. Nel 2016 riscuotono grande successo gli spettacoli comici inediti “Avanti il prossimo” e “Il buono il brutto e il nativo” scritti da Matteo Magnaghi e nel 2017 porta in scena “Aladin il musical” con le canzoni dei Pooh.
--------------------------------------------------------------
La compagnia e l’evento sono presenti sui social e al sito www.saltafoss.org

CAST:

DAVIDE PROCOPIO Fonzie
ERIKA EIZAGUIRRE Pinky Tuscadero

MASSIMO VINCI Howard Cunningham
MARIA TERESA BONGIOVANNI Marion Cunningham
SIMONE MUCIACCIA Richie Cunningham
DARIO CALDINI Potsie Weber
MATTEO MAGNAGHI Ralph Malph
LAURA PENATTI Joanie Cunningham
IVAN FORTAREZZA Chachi Arcola
GIUSEPPE DI LORENZO Alfred
LUCA FERRO Conte Malachi
STEFANO GAMO Rocco Malachi



INFO DATE E PREVENDITA:

1 e 2 Dicembre 2018: Teatro Fellini - Viale Lombardia 53, Rozzano (MI)

Prevendita:

Online: www.vivaticket.it

Cell: 3355477493

Commenti

Post popolari in questo blog

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic, l'orchestra che unisce le diverse tradizioni musicali dei paesi che circondano il Mar Baltico, nella convinzione che la musica non conosca né confini né limiti, sia di natura geografica che di genere. Il tour, realizzato grazie al sostegno di Saipem, debutterà il 10 settembre a Heiden, in Germania, e toccherà, in dieci giorni, nove differenti città in Svizzera, Italia, Danimarca e Polonia. In Italia la Baltic Sea Youth Philharmonic sarà a Milano il 14 settembre nel suggestivo contesto della Basilica di Santa Maria delle Grazie, ospite dell’Associazione Musicale ArteViva, e a Verona il 15 settembre al Teatro Filarmonico per il festival “Settembre dell’Accademia” dove si esibirà per il secondo anno consecutivo. Il pubblico milanese avrà il piacere di applaudire i giovani artisti della Baltic Sea Youth Philharmonic per la quarta volta. L’orchestra, fondata nel 2008 da Kristjan Järvi (affiancato da un prestigioso consiglio di consulent

Rugantino - dal 10 marzo al Sistina!

  Per la gioia del pubblico rivive una pagina indimenticabile della lunga e gloriosa storia del Teatro Sistina: dopo lo stop forzato dovuto alla pandemia, dal prossimo giovedì 10, e fino al 27 marzo, sarà di nuovo in scena, con la supervisione di Massimo Romeo Piparo, la maschera amara e dissacrante di "Rugantino" dei mitici Garinei & Giovannini. Lo spettacolo, che fonde mirabilmente tradizione e modernità, viene presentato nella sua versione storica originale, con la regia di Pietro Garinei, le splendide musiche del M° Armando Trovajoli, le preziose scene e i bellissimi costumi originali firmati da Giulio Coltellacci: un imperdibile ritorno alle radici e un'occasione per riscoprire un classico del teatro musicale italiano. Sul palco, la splendida Serena Autieri, ancora una volta straordinaria interprete dell'intrigante personaggio di Rosetta, donna bella altera e irraggiungibile, che fa battere il cuore di Rugantino, un ruolo in cui l’attrice napoletana dà prova

Torna in scena "The Boys in the band". Gabrio Gentilini sarà ancora Donald.

Gabrio Gentilini sarà in scena sabato 26 marzo al Teatro Nuovo di San Marino con lo spettacolo “The Boys in the Band”, di cui è co-protagonista dalla prima messa in scena italiana del 2019. Nella piece, proposta al pubblico italiano grazie alla traduzione e all’adattamento di Costantino della Gherardesca, che la produce accanto a Giorgio Bozzo, il regista, Gabrio ricopre il ruolo di Donald, un ragazzo di 28 anni, americano e gay, che con la sua presenza a una festa di compleanno tra amici omosessuali in un appartamento di New York a fine anni '60, creerà varie dinamiche all’interno del gruppo, in un crescendo di colpi di scena, tensione, umorismo feroce e riflessioni profonde. Gabrio ha nel suo curriculum esperienze molto importanti nel teatro di prosa e musicale oltre che ruoli in produzioni cinematografiche e televisive nazionali. “Sono veramente contento di portare questo spettacolo nella mia Romagna. Ne amo il testo, così come la sintonia che si crea con i mie colleghi ogni vol