Passa ai contenuti principali

Tramedautore - debutta "Il nullafacente"



Siamo felici di annunciare che lo spettacolo Il Nullafacente di Michele Santeramo con la regia di Roberto Bacci, che avrebbe dovuto inaugurare la XVIII edizione di Tramedautore, ma annullato per ragioni di salute del protagonista, verrà presentato venerdì 21 settembre, alle ore 21.30 al Piccolo Teatro Grassi.


La decisione di recuperare questa possibilità, condivisa con tutta la compagnia e il produttore, Fondazione Teatro della Toscana, è dettata da un sentimento di solidarietà artistica, dalla stima per l’autore, il regista, gli attori, e dalla volontà di offrire agli spettatori una bella occasione di teatro.

A seguire schede degli spettacoli,
Venerdì 21 settembre
ore 18.30 | Piccolo Teatro Grassi – Chiostro Nina Vinchi | ingresso libero
E TU SPLENDI – 8a puntata
romanzo di Giuseppe Catozzella | con Carla Chiarelli | vestita da Marco Nateri
ore 19.30 | Piccolo Teatro Grassi | Italia
PIÙ CARATI
una storia vera de Gli Omini | con Francesco Rotelli, Francesca Sarteanesi, Luca Zacchini | drammatizzazione Armando Pirozzi | testo Giulia Zacchini | luci Alessandro Ricci | produzione Gli Omini/Associazione Teatrale Pistoiese | con il sostegno di Regione Toscana, Armunia e Corsia OF – Centro di Creazione Contemporanea

In un giorno qualsiasi di un novembre passato, Gli Omini trovano per strada una busta piena di soldi e un anello e la presero. Questo semplice gesto scatena l’inferno. Più carati tenta di portare un po’ di ordine, fallendo, dentro tre giorni di deliri, fantasie, sbornie, desideri, paranoie, dubbi etico-morali che mettono in crisi tutto. Soprattutto i cervelli che s’incrinano, insieme all’amicizia, ai ricordi, alle percezioni, ai carati.

Gli Omini, compagnia teatrale nata nel 2006. Nel 2014 riceve il Premio Enriqez come “Compagnia d’innovazione” per la ricerca e l'impegno civile. A fine 2014 inizia a lavorare al Progetto T (2014 – 2017), progetto triennale prodotto dall'Associazione Teatrale Pistoiese, che punta al rilancio della Ferrovia Porrettana. Nel 2015 vince il premio Rete Critica come miglior compagnia dell'anno. Da questo prende forma il progetto Memoria del Tempo Presente che prevede la costruzione degli spettacoli tramite indagini e interviste territoriali. Tra i loro spettacoli: CRisiKo! (finalista Premio Scenario 2007), Gabbato lo Santo, (premio Giovani Realtà- Accademia Nico Pepe), TAPPA. Nel 2013 il nuovo progetto d’indagine rivolto ai giovani, Capolino, mette in scena più di ottanta ragazzi dai 15 ai 30 anni, e da cui prende vita lo spettacolo La famiglia Campione (2014).


Venerdì 21 settembre
ore 21.30 | Piccolo Teatro Grassi
IL NULLAFACENTE


di Michele Santeramo | regia e spazio scenico Roberto Bacci | con Vittorio Continelli, Silvia Pasello, Francesco Puleo, Michele Santeramo, Tazio Torrini | musiche Ares Tavolazzi | luci Valeria Foti, Stefano Franzoni
produzione Fondazione Teatro della Toscana

In un tempo che richiede presenza, prestanza, efficienza, ritmo, lavoro, programmazione, c’è uno che non fa niente, assolutamente niente. E non è facile. Ci vuole metodo, applicazione, pazienza, determinazione.
Ha una Moglie malata, per fortuna di un male incurabile. Per fortuna, già, perché essendo incurabile, non bisogna nemmeno far nulla per provare a guarirlo. Sarebbero felici, nonostante tutto, se solo li lasciassero in pace. Purtroppo, intorno a loro due, c’è il mondo che si muove, con la sua morale, la sua etica, le sue regole. Intorno a loro il Fratello, il Medico, il Proprietario, sono a diverso titolo rappresentanti di quel mondo dal quale il Nullafacente vorrebbe star fuori.

Un lavoro intessuto di filosofia e di passione che, se lo si comprende con l’anima, in un’ora di rappresentazione, può indurre a una riflessione profonda sulla propria esistenza.
Laura Sestini– Persinsala

Michele Santeramo, nel 2011 vince il Premio Riccione per il Teatro con il testo Il Guaritore. Nel 2013 vince il Premio Associazione Nazionale Critici di Teatro (ANCT). Nel 2014,pubblica il romanzo La rivincita edito da Baldini e Castoldi e la versione teatrale va in scena con la regia di Leo Muscato. Sempre nel 2014 gli viene assegnato il premio Hystrio alla drammaturgia. Il testo Alla Luce, con la regia di Roberto Bacci viene prodotto dalla Fondazione Pontedera Teatro. Il Guaritore è fra gli spettacoli finalisti del premio UBU 2014 come migliore novità italiana e ricerca drammaturgica (presentato in Tramedautore 2013). Nel 2015 la Fondazione Pontedera Teatro produce lo spettacolo La prossima stagione con lui interprete. Nel 2015 per il Teatro di Roma e la regia di Veronica Cruciani, scrive Preamleto. Nel 2017 per il Piccolo Teatro di Milano cura l'adattamento per il teatro di Uomini e no, dal romanzo di Elio Vittorini, con la regia di Carmelo Rifici. Per il Teatro Bellini di Napoli scrive Tito. Nel 2017 Pontedera Teatro produce Il Nullafacente, che lo vede in scena come protagonista, per la regia di Roberto Bacci. In occasione della prima edizione del Festivaldera, a maggio-giugno 2018, ha curato la drammaturgia originale di Storie dal Decamerone, che si declina in quattro capitoli: Un Amore, Una Guerra, Il Potere, Il caso e l’invenzione (una produzione Fondazione Teatro della Toscana).


Commenti

Post popolari in questo blog

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic, l'orchestra che unisce le diverse tradizioni musicali dei paesi che circondano il Mar Baltico, nella convinzione che la musica non conosca né confini né limiti, sia di natura geografica che di genere. Il tour, realizzato grazie al sostegno di Saipem, debutterà il 10 settembre a Heiden, in Germania, e toccherà, in dieci giorni, nove differenti città in Svizzera, Italia, Danimarca e Polonia. In Italia la Baltic Sea Youth Philharmonic sarà a Milano il 14 settembre nel suggestivo contesto della Basilica di Santa Maria delle Grazie, ospite dell’Associazione Musicale ArteViva, e a Verona il 15 settembre al Teatro Filarmonico per il festival “Settembre dell’Accademia” dove si esibirà per il secondo anno consecutivo. Il pubblico milanese avrà il piacere di applaudire i giovani artisti della Baltic Sea Youth Philharmonic per la quarta volta. L’orchestra, fondata nel 2008 da Kristjan Järvi (affiancato da un prestigioso consiglio di consulent

Rugantino - dal 10 marzo al Sistina!

  Per la gioia del pubblico rivive una pagina indimenticabile della lunga e gloriosa storia del Teatro Sistina: dopo lo stop forzato dovuto alla pandemia, dal prossimo giovedì 10, e fino al 27 marzo, sarà di nuovo in scena, con la supervisione di Massimo Romeo Piparo, la maschera amara e dissacrante di "Rugantino" dei mitici Garinei & Giovannini. Lo spettacolo, che fonde mirabilmente tradizione e modernità, viene presentato nella sua versione storica originale, con la regia di Pietro Garinei, le splendide musiche del M° Armando Trovajoli, le preziose scene e i bellissimi costumi originali firmati da Giulio Coltellacci: un imperdibile ritorno alle radici e un'occasione per riscoprire un classico del teatro musicale italiano. Sul palco, la splendida Serena Autieri, ancora una volta straordinaria interprete dell'intrigante personaggio di Rosetta, donna bella altera e irraggiungibile, che fa battere il cuore di Rugantino, un ruolo in cui l’attrice napoletana dà prova

Torna in scena "The Boys in the band". Gabrio Gentilini sarà ancora Donald.

Gabrio Gentilini sarà in scena sabato 26 marzo al Teatro Nuovo di San Marino con lo spettacolo “The Boys in the Band”, di cui è co-protagonista dalla prima messa in scena italiana del 2019. Nella piece, proposta al pubblico italiano grazie alla traduzione e all’adattamento di Costantino della Gherardesca, che la produce accanto a Giorgio Bozzo, il regista, Gabrio ricopre il ruolo di Donald, un ragazzo di 28 anni, americano e gay, che con la sua presenza a una festa di compleanno tra amici omosessuali in un appartamento di New York a fine anni '60, creerà varie dinamiche all’interno del gruppo, in un crescendo di colpi di scena, tensione, umorismo feroce e riflessioni profonde. Gabrio ha nel suo curriculum esperienze molto importanti nel teatro di prosa e musicale oltre che ruoli in produzioni cinematografiche e televisive nazionali. “Sono veramente contento di portare questo spettacolo nella mia Romagna. Ne amo il testo, così come la sintonia che si crea con i mie colleghi ogni vol