Passa ai contenuti principali

In primo piano

Tornano in scena "I Nuovi Tragici"

            I NUOVI TRAGICI monologhi scritti e diretti da Pietro De Silva TEATRO MARCONI  18/19/20 GIUGNO 2021 Tornano in scena I Nuovi Tragici. La rassegna nata nel 1990 arriva sul palco del Teatro Marconi il 18, 19 e 20 giugno 2021. Si tratta di monologhi scritti e diretti da Pietro De Silva portati in scena da giovani attori che partecipano al Festival. A presentare la serata due ospiti d'eccezione: Marco Simeoli e Bruno Maccallini. Una storica rassegna dunque a cui hanno partecipato circa ottanta attori fra i quali Enrico Brignano, Flavio Insinna, Neri Marcorè, Valerio Aprea, Massimiliano Bruno, Paola Cortellesi, Francesco Pannofino, Paola Minaccioni, Massimiliano Bruno, Valerio Aprea e tanti altri Il termine NUOVI TRAGICI è dichiaratamente ironico. Si tratta di una serie di monologhi sotto forma di casi clinici singolari. Individui disperati che cercano conforto, confessando in pubblico le loro piccole e grandi manie. Si prende di mira la follia e i suoi derivati, con occhio

LA DONNA FATTA A PEZZI - da un racconto di Assia Djebar


LA DONNA FATTA A PEZZI
dal racconto di Assia Djebar

con Antonio Fazzini
adattamento e regia Filippo Renda

Produzione IL TEATRO DELLE DONNE_centro nazionale di drammaturgia

 “La donna fatta a pezzi”, adattamento teatrale dell’omonimo racconto di Assia Djebar tratto dalla raccolta “Nel cuore della notte algerina” e pubblicato in Italia nel 1998 da Giunti, sarà sul palco del Teatro Stanze Segrete di Roma dal 2 al 7 ottobre. In scenaAntonio Fazzini diretto da Filippo Renda.



La storia di Atika, docente di letteratura francese, che accompagna i suoi studenti in una lettura critica de Le Mille e una notte, trae spunto da una storia realmente accaduta ad Algeri durante la guerra civile ed è al centro dello spettacolo riadattato e diretto da Filippo Renda.

Assia Djebar prende spunto dall’omonima novella de Le Mille e una notte in cui Shahrazad racconta la storia di una giovane donna senza nome che sarà uccisa dal marito accecato dalla gelosia innescata da un equivoco.

Nel perfetto stile del testo della letteratura araba, l'oggetto della narrazione ben presto diventa a sua volta voce narrante, in un susseguirsi di scatole cinesi, un dipanarsi articolato e avvincente di racconto nel racconto.

Dalla Baghdad del califfo Harun al-Rashid il racconto approda nell’Algeria del 1994 devastata dalla guerra civile, cantata da Assia Djebar nell’infinito lamento di “Bianco d’Algeria”. Qui la giovane docente Atika verrà uccisa. Giustiziata, secondo i suoi assassini, per aver insegnato “storie oscene”, ossia Le Mille e una notte.

Assia Djebar scrittrice algerina di lingua francese, prima autrice del Maghreb a essere ammessa all'Académie française, più volte candidata al Premio Nobel per la letteratura, ha descritto nelle sue opere la difficile condizione femminile, ha denunciato l'orrore del fondamentalismo senza dimenticare i danni del colonialismo. L'attualità profetica del suo pensiero fornisce ancora oggi spunti di riflessione su temi quali la violenza, l’intolleranza e la condizione delle donne.

Il progetto della versione teatrale “La donna fatta a pezzi” nasce come idea nel 2015 alla Casa Internazionale delle Donne di Roma e viene realizzato nel 2016 dal Teatro delle Donne di Firenze che lo propone per più giorni nell’ambito del festival AVAMPOSTI a Calenzano.
------------------------------------

LA DONNA FATTA A PEZZI

dal un racconto di Assia Djebar

con Antonio Fazzini

adattamento e regia Filippo Renda

produzione

IL TEATRO DELLE DONNE_centro nazionale di drammaturgia

in collaborazione con Giunti editore

e con l'Institut Français de Florence

Teatro Stanze Segrete di Roma

via della Penitenza 3

Biglietti: Intero € 17, rid. € 12 (studenti under 25, pensionati over 75)

tessera semestrale obbligatoria € 3

Ingresso riservato ai soci

Info: info@stanzesegrete.it

tel 06 687 2690

Commenti

Post più popolari