Passa ai contenuti principali

Gabriele Cirilli al Teatro Comunale di Cagli con l'anteprima italiana del nuovo spettacolo "MI PIACE"




Mercoledì 5 settembre, ore 21.30, al Teatro Comunale di Cagli (PU) va in scena l'anteprima italiana di MI PIACE, il nuovissimo spettacolo del celebre comico televisivo Gabriele Cirilli.

Il comico di Sulmona lo aveva detto al direttore Sandro Pascucci a dicembre scorso, dopo la tappa a Cagli del tour di #TaleEQualeAMe… Again: «Mi piacerebbe tornare a Cagli e lavorare in questo splendido teatro». Ora questo desiderio si avvera e Cirilli, che ha appena concluso una trionfale stagione televisiva sulle reti RAI, ha scelto Cagli e il suo Teatro Comunale per preparare lo spettacolo e mettere a punto la tournée dei prossimi mesi.

Lo spettacolo racconta alla maniera di Cirilli il nostro rapporto con i social, «Viviamo tutti per un Like, in Italiano MI PIACE. La nostra vita è un continuo avere e dare un giudizio, sin dalla mattina quando ci alziamo e ci guardiamo allo specchio. Il mio spettacolo percorre tutti i generi del teatro comico: dalla commedia degli equivoci al cabaret, con monologhi, canzoni e balletti che mi impegnano in una prova d'attore completa e sfaccettata.»

MI PIACE è stato scritto da Cirilli assieme a Maria De Luca, Giorgio Ganzerli, Alessio Tagliento e Ivan Grandi. La regia è di Claudio Insegno.

Il nuovo spettacolo è l'espressione della maturità artistica di Cirilli, un mattatore della risata che ha ormai conquistato il grande pubblico e che ama tantissimo il teatro: «È l'unico luogo dove mi sento davvero me stesso». È anche la celebrazione di 30 anni di carriera del comico iniziata al Laboratorio di Esercitazioni Sceniche di Roma, diretto dal grande Gigi Proietti. Ha partecipato a tantissime produzioni in teatro, al cinema e nelle fiction accanto ad artisti del livello di Flavio Bucci, Piera Degli Esposti, Lina Sastri, Michele Placido, Lino Banfi, Paolo Villaggio, Nino Manfredi e Alberto Sordi. Ha scritto testi assieme a grandi autori come Vincenzo Cerami e ha potuto lavorare con il Premio Oscar Nicola Piovani.

Lo spettacolo è il cuore della Festa di Fine Estate, un appuntamento cagliese che vuole salutare con un sorriso la bella stagione. Un momento aperto a tutti anche grazie al prezzo molto accessibile dei biglietti, una bella occasione per passare una serata a Cagli in buona compagnia.

Anche in questa occasione il Teatro di Cagli conferma il suo ruolo di asilo culturale d'Appennino e officina dello spettacolo e della musica. In poco più di due anni il Teatro ha ospitato i lavori di allestimento per gli spettacoli di artisti italiani del livello di: Stefano Bollani, Tiromancino, Cristiano De Andrè, Angelo Branduardi, Enrico Intra, Nada, Patrizio Fariselli, David Riondino, Shel Shapiro, Flavio Insinna, Compagnia Italiana Operette, Flavio Oreglio, Alessandro Bergonzoni e Ron.



Biglietti

Ingresso unico 5,00 €

Ticket Online: http://www.liveticket.it/istituzioneteatrocomunalecagli



Botteghino del Teatro

Tel. 0721 781341 - e mail: botteghino.teatrodicagli@gmail.com

www.teatrodicagli.it

Commenti

Post popolari in questo blog

UNA PIATTAFORMA PER PORTARE IN ITALIA OCCASIONI DI STUDIO CON PROFESSIONISTI DA TUTTO IL MONDO

7 marzo workshop di danza con LAYTON WILLIAMS 14 marzo workshop acting through song con JOE VETCH Nasce TAB “The Artist Bridge” un ponte per rendere accessibile la comunicazione tra studenti e artisti italiani con performers e creativi da Broadway e dal West End. Il progetto TAB nasce dall’idea di Giorgio Camandona, (protagonista di musical di successo come Peter Pan il Musical, A Chorus Line, Grease), il regista e performer Mauro Simone (Robin Hood, Grease, performer per Singing In The Rain, Pinocchio il grande musical) Martina Ciabatti Mennell, performer italiana dalla carriera internazionale (We Will Rock You, Trioperas, The Mission) e dal performer inglese Phil Mennell (Aladdin - West End, The Bodyguard, Saturday Night Fever, Newsies) in un periodo in cui la formazione e lo studio delle discipline artistiche e teatrali sono limitati a causa delle restrizioni che impediscono gli spostamenti e quindi lo scambio che spesso è linfa vitale per chi si approccia al m

Teatro Trastevere: Nuovo Progetto Artistico

                                                                                           Associazione Culturale Teatro Trastevere presenta il Nuovo Progetto Artistico   GERMOGLI Esperimenti Teatrali, per artisti e spettatori   COS'E'   È la nostra personale risposta alla riapertura delle strutture teatrali a ridosso della stagione estiva. Un percorso di RICERCA, sia del Teatro Trastevere che degli artisti coinvolti, per riabituare gli spettatori a frequentare gli spazi di condivisione artistica, riabbracciandoci, seppur simbolicamente, attraverso l'arte, portatrice di sana socialità.   MA IN PRATICA   In pratica apriamo il Teatro alle compagnie e ai singoli artisti che, dopo mesi di elaborazione di nuovi contenuti, vogliano finalmente dare viva realtà al proprio progetto. Offriamo 50 ore di RESIDENZA CREATIVA e 2 giorni di restituzione al pubblico non solo in forma di spettacolo, ma anche di semplice studio:  “...Faremo le cose in sicurezza, seguendo i protocolli e metter

MEDAGLIA D'ONORE A LUCIANO SALCE: FU DEPORTATO NEI LAGER NAZISTI

Per anni è gli è stata attribuita l'adesione alla Repubblica di Salò. Luciano Salce non è mai stato un repubblichino. Una battaglia condotta dal figlio Emanuele per portare alla luce la verità che si conclude con una Medaglia D'Onore. Sono state consegnate il 28 gennaio dal prefetto di Roma dott. Matteo Piantedosi, presso la sala “Di Liegro” di Palazzo Valentini, le Medaglie d'Onore ai cittadini italiani, militari e civili, che durante il secondo conflitto mondiale hanno subito la deportazione e l'internamento nei campi nazisti dal 1943 al 1945. Tra questi Luciano Salce il regista, attore e autore scomparso nel 1989 e protagonista di una delle epoche più feconde dello spettacolo italiano. Un riconoscimento di grande valore che rappresenta l'ultimo tassello di una ricerca di verità che si è contrapposta all’informazione disinformata di alcuni settori dell’opinione pubblica che negli ultimi tempi, evitando accuratamente di confrontarsi con fonti e documentazioni evide