Passa ai contenuti principali

In primo piano

Tornano in scena "I Nuovi Tragici"

            I NUOVI TRAGICI monologhi scritti e diretti da Pietro De Silva TEATRO MARCONI  18/19/20 GIUGNO 2021 Tornano in scena I Nuovi Tragici. La rassegna nata nel 1990 arriva sul palco del Teatro Marconi il 18, 19 e 20 giugno 2021. Si tratta di monologhi scritti e diretti da Pietro De Silva portati in scena da giovani attori che partecipano al Festival. A presentare la serata due ospiti d'eccezione: Marco Simeoli e Bruno Maccallini. Una storica rassegna dunque a cui hanno partecipato circa ottanta attori fra i quali Enrico Brignano, Flavio Insinna, Neri Marcorè, Valerio Aprea, Massimiliano Bruno, Paola Cortellesi, Francesco Pannofino, Paola Minaccioni, Massimiliano Bruno, Valerio Aprea e tanti altri Il termine NUOVI TRAGICI è dichiaratamente ironico. Si tratta di una serie di monologhi sotto forma di casi clinici singolari. Individui disperati che cercano conforto, confessando in pubblico le loro piccole e grandi manie. Si prende di mira la follia e i suoi derivati, con occhio

CHI E' IL LUPO? DUE FAVOLE RUSSE


CAMERA MUSICALE ROMANA

Convento dei SS. XII Apostoli - Sala dell'Immacolata

Domenica 14 ottobre ore 18:30

“Chi è il lupo?”
Due favole russe


Programma
Testi di Sandro Cappelletto

Su musiche di Sergej Prokofiev, F. De Rossi Re e M. D’Amico

Sandro Cappelletto, voce narrante - Marco Scolastra, pianoforte

«Il barbiere Ivàn prese coraggio, ficcò dentro le dita e tirò fuori un naso. Si sfregò gli occhi, riprese fiato, tastò di nuovo. Era un naso. Un naso che gli sembrava perfino di riconoscere. Lo spavento si dipinse sulla sua faccia. Sull’insegna della sua bottega era scritto: “Si cava anche sangue”. Ma un naso! Un naso era troppo».

Così inizia Il naso, il racconto di Nikolaj Gogol (1834) che anticipa di un secolo Pierino e il lupo la favola musicale di Sergej Prokof’ev (1936): «Però, che tipi coraggiosi siamo Pierino e io! Guardate chi siamo riusciti a catturare!», disse l’uccellino. «E se qualcuno avesse ascoltato con attenzione, avrebbe sentito l’anitra che faceva “qua qua” nella pancia del lupo che, per la fretta, l’aveva inghiottita viva». La surreale denuncia dell’ottusità della burocrazia zarista e la vittoria dell’astuzia di Pierino contro il misterioso lupo che incute terrore a tutti.

Nei tempi bui, sono gli artisti a dare speranza, a farci riflettere e, nonostante tutto, a sorridere. Più forti dell’ottusità e della ferocia del potere, l’altro ieri, ieri, oggi.
---------------------------------

Prossimo appuntamento:

Domenica 28 Ottobre ore 18:30

“O come Ofelia”

Musiche di A. C. Saint-Saens, H. Berlioz, E. Chausson, R. Strauss,

A. Thomas, J. Heggie

Rosaria Angotti, soprano - Francesco Micozzi, pianoforte
-----------------------------------------------------------------------

CONVENTO S. XII APOSTOLI - SALA dell’IMMACOLATA

Via del Vaccaro, 9 - angolo p.za Ss. Apostoli Roma

Ingresso / Ticket € 15,00 - ridotto) € 8,00 (riservato ai soci, ai minori di anni 18, agli over 65 e agli studenti universitari e di conservatorio purché muniti di libretto)

Convenzioni aperte con l'Associazione Info. Roma, La chiave del violino e l'Accademia Musicale Sherazade

Servizio gratuito di prenotazione (vivamente consigliata)

Info e prenotazioni:

cameramusicaleromana@gmail.com

www.cameramusicaleromana.it

Tel.: +39 333 45 71 245/ 3498256457

Commenti

Post più popolari