Passa ai contenuti principali

In primo piano

Tornano in scena "I Nuovi Tragici"

            I NUOVI TRAGICI monologhi scritti e diretti da Pietro De Silva TEATRO MARCONI  18/19/20 GIUGNO 2021 Tornano in scena I Nuovi Tragici. La rassegna nata nel 1990 arriva sul palco del Teatro Marconi il 18, 19 e 20 giugno 2021. Si tratta di monologhi scritti e diretti da Pietro De Silva portati in scena da giovani attori che partecipano al Festival. A presentare la serata due ospiti d'eccezione: Marco Simeoli e Bruno Maccallini. Una storica rassegna dunque a cui hanno partecipato circa ottanta attori fra i quali Enrico Brignano, Flavio Insinna, Neri Marcorè, Valerio Aprea, Massimiliano Bruno, Paola Cortellesi, Francesco Pannofino, Paola Minaccioni, Massimiliano Bruno, Valerio Aprea e tanti altri Il termine NUOVI TRAGICI è dichiaratamente ironico. Si tratta di una serie di monologhi sotto forma di casi clinici singolari. Individui disperati che cercano conforto, confessando in pubblico le loro piccole e grandi manie. Si prende di mira la follia e i suoi derivati, con occhio

SE SOLE FOSSE SALE


SE SOLE FOSSE SALE

regia Barbara Porta

con Licia Amendola, Antonio Fazzini, Maurizia Grossi, Eliana Lupo, Barbara Porta, Gisella Rocca e Gregorio Valenti


TEATRO STANZE SEGRETE
dall’ 8 al 13 maggio

Dall’8 al 13 maggio al Teatro Stanze Segrete è in scena Se solo fosse sale. I protagonisti, diretti da Barbara Porta, sono Licia Amendola, Antonio Fazzini, Maurizia Grossi, Eliana Lupo, Barbara Porta, Gisella Rocca e Gregorio Valenti.

Il testo affronta temi attuali e importanti quali il femminicidio, la violenza domestica e psicologica, fatta d’infinite sfumature. L’intento è quello di analizzare la cultura del possesso e della sopraffazione, studiandone il complicato linguaggio, i gesti e le manipolazioni all’interno della coppia.

Attraverso monologhi, dialoghi, musica e canzoni, sfoghi e confessioni, sia dal punto di vista femminile che da quello maschile, esce prepotente una realtà in cui siamo tutti sempre divisi, sia tra di noi che, soprattutto, dentro di noi. Ma è proprio in questo essere sempre a metà, mai completi, che si crea quel vuoto in cui la violenza più becera e inaccettabile può agire.

“Se non pensiamo che gli uomini siano violenti "per natura", così come non pensiamo che le donne siano "per natura" inferiori, allora dobbiamo chiederci: di quale famiglia e di quale amore stiamo parlando?", spiega la regista Barbara Porta.

Se abbiamo ancora una guerra da vincere non può essere tra maschi e femmine perché il nemico in realtà è comune: è l’incapacità di amare l’altro. Un’idea di Amore che forse non è ancora stata scritta.
----------------------------------

SE SOLO FOSSE SALE

Regia Barbara Porta

Con: Licia Amendola, Antonio Fazzini, Maurizia Grossi, Eliana Lupo, Barbara Porta, Gisella Rocca e Gregorio Valenti

Voce solista e Consulenza Musicale Gisella Rocca

Chitarra Fabio Pratesi

Pianoforte Daniele Lombardi

Movimenti danza Teresa Farella

Video Jessica Tosi

Luci Dario de Francesco

Organizzazione Antonella Venanzi

Ufficio stampa Rocchina Ceglia



TEATRO STANZE SEGRETE

Via della Penitenza 3

Dall’8 al 13 maggio 2018

Da mart. a sab. ore 21 dom. ore 19

Info e prenotazioni:

tel. 06 6872690 – 3889246033

Biglietto 12€

www.stanzesegrete.it

Commenti

Post più popolari