Passa ai contenuti principali

In primo piano

Tornano in scena "I Nuovi Tragici"

            I NUOVI TRAGICI monologhi scritti e diretti da Pietro De Silva TEATRO MARCONI  18/19/20 GIUGNO 2021 Tornano in scena I Nuovi Tragici. La rassegna nata nel 1990 arriva sul palco del Teatro Marconi il 18, 19 e 20 giugno 2021. Si tratta di monologhi scritti e diretti da Pietro De Silva portati in scena da giovani attori che partecipano al Festival. A presentare la serata due ospiti d'eccezione: Marco Simeoli e Bruno Maccallini. Una storica rassegna dunque a cui hanno partecipato circa ottanta attori fra i quali Enrico Brignano, Flavio Insinna, Neri Marcorè, Valerio Aprea, Massimiliano Bruno, Paola Cortellesi, Francesco Pannofino, Paola Minaccioni, Massimiliano Bruno, Valerio Aprea e tanti altri Il termine NUOVI TRAGICI è dichiaratamente ironico. Si tratta di una serie di monologhi sotto forma di casi clinici singolari. Individui disperati che cercano conforto, confessando in pubblico le loro piccole e grandi manie. Si prende di mira la follia e i suoi derivati, con occhio

PRENDO IN PRESTITO TUA MOGLIE - AL TEATRO D’ANDREA



Al Teatro D’Andrea il 21 aprile alle 21 è in scena “Prendo in prestito tua moglie”, una vicenda ricca di amore, ironia, consapevolezza e tanto divertimento. Lo spettacolo è diretto da Luca Franco ed interpretato da Roberta Scardola, Daniele Locci, Marco Russo, Emiliano Lana, Filippo Valastro e Monica Falconi: un cast affiatato e di valore, che, come dice lo stesso regista, ha reso il tutto possibile e coinvolgente. 

Un bel gruppo sorretto da feeling e professionalità e con una propria identità. Ed era proprio questo l’argomento dello spettacolo: l’identità, la sessualità, la personalità, la fiducia, l’amore e la paura del giudizio altrui nell’essere se stessi. Marta e Valerio formano una coppia sposata e frizzante, che entra in crisi quando Nicola, un amico di Valerio, chiede in prestito Marta come finta fidanzata per l’arrivo del padre, che ancora ignora che Nicola è un omosessuale e ama un altro uomo. 

Il timore di ferire e deludere il padre crea un’altra identità, una realtà alternativa e offre una visione diversa, forse già esistente ma che non voleva essere vista, alla coppia Marta e Valerio, che si ritrova a dover accettare qualcosa che non va come dovrebbe nel loro matrimonio e a doverci fare finalmente i conti. Che cosa spinge un figlio a raccontare una bugia come questa? Perché un padre non dovrebbe accettare che suo figlio possa amare un altro uomo invece di una donna? L’amore di un genitore dovrebbe superare qualunque difficoltà e rappresentare il dono più grande che si possa ricevere nella propria vita.

Per ridere, riflettere e vedere uno spettacolo che regala intrattenimento e qualità, non perdete l’occasione di andare al Teatro D’Andrea il 21 aprile. Roberta Scardola, volto noto al grande pubblico per le sue partecipazioni a Caro Maestro e I Cesaroni, è di casa a Pratola Peligna grazie alla sua amicizia con Beatrice Terrafina e Silvio Formichetti. Ecco perché non poteva mancare un suo spettacolo nella prima stagione di gestione del Teatro Comunale dell’associazione Informart presieduta dalla stessa Terrafina.

Costo del biglietto 10 euro, 8 euro il ridotto. Per informazioni: 339/5735479 oppure info.teatrocomunaledandrea@gmail.com

Commenti

Post più popolari