Passa ai contenuti principali

In primo piano

UNA PIATTAFORMA PER PORTARE IN ITALIA OCCASIONI DI STUDIO CON PROFESSIONISTI DA TUTTO IL MONDO

7 marzo workshop di danza con LAYTON WILLIAMS 14 marzo workshop acting through song con JOE VETCH Nasce TAB “The Artist Bridge” un ponte per rendere accessibile la comunicazione tra studenti e artisti italiani con performers e creativi da Broadway e dal West End. Il progetto TAB nasce dall’idea di Giorgio Camandona, (protagonista di musical di successo come Peter Pan il Musical, A Chorus Line, Grease), il regista e performer Mauro Simone (Robin Hood, Grease, performer per Singing In The Rain, Pinocchio il grande musical) Martina Ciabatti Mennell, performer italiana dalla carriera internazionale (We Will Rock You, Trioperas, The Mission) e dal performer inglese Phil Mennell (Aladdin - West End, The Bodyguard, Saturday Night Fever, Newsies) in un periodo in cui la formazione e lo studio delle discipline artistiche e teatrali sono limitati a causa delle restrizioni che impediscono gli spostamenti e quindi lo scambio che spesso è linfa vitale per chi si approccia al m

"LA RESILIENZA" di AST Company torna dal 10 aprile al Teatro Stanze Segrete


Dopo il successo di pubblico e di critica della scorsa stagione torna dal 10 al 15 aprile al Teatro Stanze Segrete di Roma LA RESILIENZA di AST Company con Fabrizio Lobello, Cristiana De Maio, Max Vellucci, Patrizio Cossa e Stefano Augeri, per la regia di Giorgia Giuntoli.

Uno studio teatrale in continua evoluzione, derivato dal progetto artistico sperimentale della AST Company “studi nudi di improvvisazione teatrale”; studi che pongono gli attori in una condizione di massima difficoltà: senza testo, senza costumi, senza oggetti e senza quarta parete. Tutto completamente improvvisato.

Lo spunto dello studio di improvvisazione teatrale La resilienza, è proprio quello di vedere se - e come - sia possibile sviluppare un atteggiamento resiliente atto al superamento del momento di difficoltà al fine di ritrovare un equilibrio perduto.

In che modo le ragioni psicologiche, gli incontri, l'altro in tutte le sue vesti, ecc... possano contribuire all'essere resilienti , a far superare gli ostacoli senza soccombere ai colpi che la vita a volte infligge?

ll pubblico all'inizio della spettacolo sarà chiamato a dare un input iniziale, che sarà il trauma da cui nascerà la storia.

Gli attori in scena elaboreranno, in 50 minuti reali, una storia di relazioni, che avrà come oggetto non tanto il trauma come evento, quanto il suo possibile sviluppo e risoluzione positiva nella vita dei protagonisti. Possibile, ma non certa la risoluzione positiva, perché in questo canone di massima immedesimazione non è escluso che gli attori/personaggi possano non riuscire ad ogni replica a “trovare” le ragioni , i motivi, le spinte per essere resilienti e soccombere in qualche modo al colpo inferto dagli eventi.

Gli attori sono posti in una condizione che li spinge ad un lavoro estremo sull’indagine dei personaggi, la storia e la regia, senza filtri. L’estrema difficoltà della narrazione all’improvviso catapulta gli attori in uno spazio metaforico tra realtà e finzione, in un canone di massima immedesimazione in cui ciò a cui assiste lo spettatore è unico, irripetibile, senza traccia come la vita.

LA RESILIENZA ripropone la possibilità dell’uomo di trasformare in energia positiva un evento traumatico.
---------------------------

LA RESILIENZA – Studi nudi di improvvisazione teatrale

Dal 10 al 15 aprile 2018

Teatro Stanze Segrete – Via Della Penitenza, 3 (Trastevere)

Ore 21 e la domenica ore 19

Prenotazioni prenotazioni@assettoteatro.it / Teatro Stanze Segrete 06.6872690, mobile 388/9246033, e-mail: info@stanzesegrete.it



biglietto intero euro 12 - ridotto euro 10, tessera associativa euro 3

Commenti