Passa ai contenuti principali

"Women in music" dal 7 all' 11 marzo 2018 al Teatro Trastevere


Avviso ai Soci 
L'Associazione Culturale Teatro Trastevere
presenta

Women in music

dal 7 all' 11 marzo 2018 al Teatro Trastevere a Roma

Settimana teatrale dedicata a due grandi figure femminili della Musica del Novecento:
Billie Holiday
Edith Piaf

7-8 marzo 2018

La Petite Robe Noire


di Velia Viti e Annamaria Iacopini
Regia Velia Viti
Con Annamaria Iacopini e Cristina Pensiero
Coreografie Cristina Pensiero
La voce di Jean Cocteau è di Sebastiano Colla

(l’8 marzo TESSERA ASSOCIATIVA gratuita per le donne)

“La nigredo, termine latino che significa colore nero o nerezza, denota in alchimia la fase al Nero della Grande Opera, fase in cui la materia deve essere decomposta, affinché ritorni al suo stadio primitivo, cioè alla condizione del caos originario da cui ha avuto origine tutta la creazione: dapprima occorre infatti distruggere gli elementi, perché si possano ricomporre successivamente in una sintesi superiore”

E’ un’icona: Edith Piaf, esile e con poca grazia, con indosso “la petite robe noire”, il tubino nero, scelto dalla cantante come abito di scena per ogni sua apparizione. Ma di “cose nere”, di angoli oscuri, è costellata tutta la breve vita del “passerottino”(“piaf” vuol appunto dire passerotto), fin dall’inizio: dalla nascita sul marciapiede all’infanzia in un bordello, dal periodo di cecità alle esibizioni in strada, dalla morte di una figlia a quella di un grande amore. Fare un recital originale che unisce parole, musica e danza, prendendo spunto da alcuni precisi episodi della vita di Edith Piaf, alcuni morbosi altri drammatici, altri semplicemente curiosi, vuol essere il tentativo di riabilitare tutto “il nero” che circonda la vita di ogni individuo, perché, citando Jung, “non si diventa illuminati immaginando figure di luce, ma divenendo coscienti del buio”.
---------------------------

9-11 Marzo 2018

Lady Holiday

MISSISSIPPI DRUNK
Regia Alessandra Caputo e Simone Fraschetti
con Valentina Conti.
Una produzione PATAS ARRIBA TEATRO

Lady Holiday MISSISSIPPI DRUNK è un lavoro che intende omaggiare una donna che è emersa nella storia della musica jazz per il suo talento e la sua forza. Sarà una celebrazione dell’intensità di una vita difficile ma piena di risorse, quella di Billie Holiday (1915-1959). 


Chiamata da tutti “Lady” e acclamata dal pubblico entrava però dalla porta di servizio dei locali in cui si esibiva, perché di colore. Una donna dalla personalità travolgente, nata da genitori adolescenti e a lavoro fin da piccola nei contesti più degradati dei sobborghi degli Stati Uniti. Sottomessa dalle sfortune e dalle violenze con la sua voce inconfondibile radicata nella tradizione blues e il suo perenne fiore bianco tra i capelli, ha saputo lasciare un messaggio di bellezza e valore col potere del proprio talento. Morta all’età di 44 anni è stata l’interprete speciale della famosa canzone Strange Fruit che racconta degli atroci linciaggi nei confronti dei neri e che ci apre a dei contatti con una storia che non si deve dimenticare. 

Un’icona attuale ma ancora tutta da riscoprire insieme a un mondo musicale ricco di aneddoti e mistero.

Lo spettacolo, tratto dal testo di Alessandra Caputo pubblicato per la collana teatrale Scena Muta, con una ballata di Adriano Marenco, rende un omaggio visionario e musicale a una storia che abbraccia un destino molto più ampio di quello di questa straordinaria donna e che affonda nelle radici nere della segregazione razziale, del confronto tra bene e male e dei Poteri della musica, il tutto secondo l’estetica onirica e audace dei Patas Arriba Teatro che in questa regia, curata dalla stessa autrice con Simone Fraschetti, si accorda alla musica accuratamente scelta ed eseguita dal vivo da Rodolfo V. Puccio e all’interpretazione di Valentina Conti.

Le fotografie e il materiale visivo sono a cura di Pamela Adinolfi.
---------------------------------------------------------------------------------------

La settimana sarà arricchita da una mostra illustrativa:

#ARTISTFASHIONERD AL FOYER 



ESPOSIZIONE PITTORICA 
di

GIOVANNI PALMIERI

a cura di Elena Costa
organizzazione di Andrea Alessio Cavarretta - Kirolandia -
dal 6 Marzo al 11 Marzo 2018

TEATRO TRASTEVERE

Incontro con l'autore Mercoledì 7 Marzo 2018, ore 19.00

In occasione della settimana di spettacoli dedicati alla festa della donna il pittore GIOVANNI PALMIERI nell'esposizione pittorica #ARTISTFASHIONERD al FOYER mostra al pubblico alcune delle sue tele all'interno del ridotto del TEATRO TRASTEVERE di Roma.

Con queste parole la curatrice della mostra, la scrittrice Elena Costa, legata da profonda amicizia con l'artista, introduce questo importante evento: "La pittura di Giovanni Palmieri trasporta il nostro sguardo in un mondo fluido. Figure dalle parvenze indefinite e morbide con colori illuminanti, il blu di Ticke, il giallo oro di Reflectitur verum, il viola di Glicine Notturno, evocano immagini che appartengono a luoghi intimi e preziosi della nostra anima".

Così le opere del pittore dal forte animo partenopeo vanno ad arricchire per alcuni giorni il laborioso quanto multiforme teatro trasteverino. Potrà essere ammirata una selezione di alcuni dipinti dell' artistfashionerd Giovanni Palmieri che ben si sposano con l'intenzione delle pièce in scena, tra cui "Ticke" e la serie dei "Contenuti", per l'occasione saranno esposti degli inediti creati proprio per questo avvenimento come "Glicine".

Tra gli altri hanno detto di GIOVANNI PALMIERI

“... le opere di Palmieri ... esprimono collegamenti emotivi, descrittivi, rappresentativi dell'essere." Rosario Schibeci - Unfolding Roma

"Sogno, viaggio, dimensioni: i colori risaltano la complementarietà con sperimentazioni ardite, colpendo lo sguardo di chi osserva..." Annalisa Civitelli - Brainstorming Culturale

"... acrilici su tela che esplodono per l’originalità delle forme e per la brillantezza dei coloro utilizzati."Danilo Montaldo - Gufetto


GIOVANNI PALMIERI Classe 1977, Giovanni Palmieri pittore, disegnatore, illustratore, fumettista, si è diplomato in DISEGNO E TECNICA DEL FUMETTO (Scuola Romana del Fumetto). Dopo un lungo percorso nell'arte e nella grafica, ha esordito nel 2013 con la sua prima personale pittorica COPPIE IMPERFETTE, e ha proseguito il suo percorso da pittore nel 2016 e nel 2017 tra Roma e Napoli con la seconda mostra personale [T]ESSERE. Ha partecipato ad alcune collettive tra cui SKATE HEART ROMA. Impegnato in vari ambiti sia nel mondo dell'arte e della cultura, che della comunicazione , l'artistfashionerd, così oramai definito, vanta collaborazioni con numerosi artisti. E' direttore organizzativo di Kirolandia, speaker di Radio Godot e social media manager.

L'organizzazione dell'esposizione è dello scrittore Andrea Alessio Cavarretta-corrente culturale KIROLANDIA nella sua sezione artista fridaartes.
------------------------------

Teatro Trastevere

via Jacopa de'Settesoli 3, 00153 Roma
lun-sab: 21:00 / dom: 17:30
Ufficio Stampa Vania Lai
vanialai1975@gmail.com
3388940447
contatti:
065814004
info@teatrotrastevere.it
www.teatrotrastevere.it
#ilpostodelleidee

Commenti

Post popolari in questo blog

Rugantino - dal 10 marzo al Sistina!

  Per la gioia del pubblico rivive una pagina indimenticabile della lunga e gloriosa storia del Teatro Sistina: dopo lo stop forzato dovuto alla pandemia, dal prossimo giovedì 10, e fino al 27 marzo, sarà di nuovo in scena, con la supervisione di Massimo Romeo Piparo, la maschera amara e dissacrante di "Rugantino" dei mitici Garinei & Giovannini. Lo spettacolo, che fonde mirabilmente tradizione e modernità, viene presentato nella sua versione storica originale, con la regia di Pietro Garinei, le splendide musiche del M° Armando Trovajoli, le preziose scene e i bellissimi costumi originali firmati da Giulio Coltellacci: un imperdibile ritorno alle radici e un'occasione per riscoprire un classico del teatro musicale italiano. Sul palco, la splendida Serena Autieri, ancora una volta straordinaria interprete dell'intrigante personaggio di Rosetta, donna bella altera e irraggiungibile, che fa battere il cuore di Rugantino, un ruolo in cui l’attrice napoletana dà prova

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic, l'orchestra che unisce le diverse tradizioni musicali dei paesi che circondano il Mar Baltico, nella convinzione che la musica non conosca né confini né limiti, sia di natura geografica che di genere. Il tour, realizzato grazie al sostegno di Saipem, debutterà il 10 settembre a Heiden, in Germania, e toccherà, in dieci giorni, nove differenti città in Svizzera, Italia, Danimarca e Polonia. In Italia la Baltic Sea Youth Philharmonic sarà a Milano il 14 settembre nel suggestivo contesto della Basilica di Santa Maria delle Grazie, ospite dell’Associazione Musicale ArteViva, e a Verona il 15 settembre al Teatro Filarmonico per il festival “Settembre dell’Accademia” dove si esibirà per il secondo anno consecutivo. Il pubblico milanese avrà il piacere di applaudire i giovani artisti della Baltic Sea Youth Philharmonic per la quarta volta. L’orchestra, fondata nel 2008 da Kristjan Järvi (affiancato da un prestigioso consiglio di consulent

Spring Awakening - 18 e 19 maggio al Teatro Guanella di Milano

                                             DOPO I DUE SOLD OUT A BUCINE E FIRENZE IL 18 E 19 MAGGIO ARRIVA A MILANO IL PLURIPREMIATO ROCK MUSICAL SPRING   AWAKENING   UN NUOVO ALLESTIMENTO REALIZZATO DAL REGISTA E PRODUTTORE   DENNY LANZA   L’EMOZIONANTE  SCHOOL EDITION  DEL CONTROVERSO MUSICAL SULL’ADOLESCENZA, VEDE PROTAGONISTI GLI ALLIEVI DI MTA – MUSICAL TIMES ACADEMY , L’ACCADEMIA DI MUSICAL PIÙ IMPORTANTE DELLA TOSCANA   Tratto dall’opera di Frank Wedekind Libretto e Testi Steven Sater Musiche Duncan Sheik   Regia Denny Lanza Coreografie Denny Lanza e Giovanni Ceniccola Direzione Musicale Armando Polito Traduzione e adattamento Maria Chiara Chiti Aiuto regia: Rocco Di Donato Questa produzione è presentata grazie a un accordo con Music Theatre International   Musical Times, realtà di formazione e produzione diretta da Denny Lanza, porta in scena il nuovo allestimento italiano di Spring Awakening, il controverso rock musical vincitore di numerosi Tony Awards, basato sull’opera di