Passa ai contenuti principali

Il viaggio di Ulisse non è mai stato così pop - L’ODISSEA - UNA VERA TROYATA


Dopo due anni di assenza dalle scene, sabato 24 febbraio alle h. 20:45 al Teatro Pime di Milano, ritorna in scena L’ODISSEA – UNA VERA TROYATA, il musical parodia scritto e diretto da Thomas Centaro. 

Questo è un ritorno atteso e voluto a gran voce dal pubblico milanese, che da 5 anni continua a dar linfa vitale questo spettacolo senza precedenti, considerato un cult dai tantissimi affezionati. Una rivisitazione irriverente in chiave pop del poema omerico in cui si segue il rocambolesco e infinito viaggio di Ulisse, costretto per anni a vagare nel vano tentativo di far ritorno a Itaca, dove il figlio Telemaco e la moglie Penelope, attendono di essere salvati dai Proci. Una vicenda ben nota che nasce già al limite del fantasy grazie a personaggi mitologici come il ciclope Polifemo, la Maga Circe, l’indovino Tiresia, la ninfa Calypso, e la seducente Sirena… 

L’ODISSEA – UNA VERA TROYATA regala una grande carica di energia, e proprio come un incantesimo imprime per giorni nella memoria i testi delle canzoni presenti all’interno del musical, meticolosamente riadattati in italiano dallo stesso Thomas Centaro. Sono proprio le canzoni la vera potenza di questo adattamento teatrale, 46 brani di altrettanti successi italiani e internazionali, dagli anni ’70 ai più moderni, i cui generi cambiano anche a seconda dell’ambientazione: troviamo infatti una città di Troya in versione metropolitana tra hip-hop e R’n’B, un clima latino per la Sparta di Elena e Menelao, per non parlare della vera popstar dell’Odissea, la maga Circe che trasforma i marinai in maiali cantando Lady Gaga.

Una ricca colonna sonora di brani intramontabili, dai Queen ad Alex Britti, da Rihanna a Tiziano Ferro, dai Maroon 5 a Laura Pausini, da Madonna ai Take That, da Ricky Martin alle Lollipop, passando da Ne-Yo a Britney Spears, da Christina Aguilera a Cristina D’Avena! Per questa edizione inoltre sono stati inseriti due nuovi brani, per portare ancora più freschezza in questa divertentissima parodia.

L’ODISSEA – UNA VERA TROYATA è una vera e propria esplosione di buonumore, creata dalla sinergia della Compagnia Teatrale di Thomas Centaro, dalle folli canzoni dirette da Claudio Albertini, dalle coinvolgenti coreografie di Bruno Giotta, dalle scenografie digitali firmate da Andrea Centaro, ma soprattutto dal calore del pubblico.

Due ore di spettacolo contagioso e imperdibile da vedere con tutti i propri amici per trascorrere una serata senza precedenti all’insegna dell’allegria e della spensieratezza fino alle lacrime. Chi ama ridere, divertirsi, e concedersi una serata leggera e spensierata non può assolutamente mancare.

A conclusione della serata verrà svelato il titolo della prossima produzione, e verranno aperte le vendite con un prezzo speciale in esclusiva per il pubblico presente in sala.

Prevendite: Vivaticket, online https://goo.gl/4i7yzk e punti vendita fino a venerdì 23 febbraio alle h.12:00.
Biglietti: Intero Euro 18.00 + prevendita / Ridotto, Euro 16.00 + prevendita.
Gruppi: Euro 16.00 + prevendita (da 12 persone in su | Valida solo per gli acquisti online e nei punti vendita).
Leggi le F.A.Q sulla biglietteria www.thomascentaro.com/biglietti/#faq

Sito Ufficiale: www.thomascentaro.com/odissea

Sceneggiatura, canzoni e regia: Thomas Centaro
Con: Andrea Bonati, Alessandra Ruta, Thomas Centaro, Alessandro Fortarezza, Elena Centaro, Francesca Tretto, Raffaella Marchegiano, Andrea Romeo.
Coreografie: Bruno Giotta
Corpo di ballo: Bruno Giotta, Chiara Rossi, Cristina Piva, Mattia Pettinari, Elisa Sorrenti, Jessica Maggi, Francesca D’Onofrio, Alice Fasoli.
Direzione Musicale: Claudio Albertini
Vocalist: Silvia Pinto, Jean Marie Trotta, Claudio Albertini, Valentina Ludovico

Commenti

Post popolari in questo blog

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic, l'orchestra che unisce le diverse tradizioni musicali dei paesi che circondano il Mar Baltico, nella convinzione che la musica non conosca né confini né limiti, sia di natura geografica che di genere. Il tour, realizzato grazie al sostegno di Saipem, debutterà il 10 settembre a Heiden, in Germania, e toccherà, in dieci giorni, nove differenti città in Svizzera, Italia, Danimarca e Polonia. In Italia la Baltic Sea Youth Philharmonic sarà a Milano il 14 settembre nel suggestivo contesto della Basilica di Santa Maria delle Grazie, ospite dell’Associazione Musicale ArteViva, e a Verona il 15 settembre al Teatro Filarmonico per il festival “Settembre dell’Accademia” dove si esibirà per il secondo anno consecutivo. Il pubblico milanese avrà il piacere di applaudire i giovani artisti della Baltic Sea Youth Philharmonic per la quarta volta. L’orchestra, fondata nel 2008 da Kristjan Järvi (affiancato da un prestigioso consiglio di consulent

Rugantino - dal 10 marzo al Sistina!

  Per la gioia del pubblico rivive una pagina indimenticabile della lunga e gloriosa storia del Teatro Sistina: dopo lo stop forzato dovuto alla pandemia, dal prossimo giovedì 10, e fino al 27 marzo, sarà di nuovo in scena, con la supervisione di Massimo Romeo Piparo, la maschera amara e dissacrante di "Rugantino" dei mitici Garinei & Giovannini. Lo spettacolo, che fonde mirabilmente tradizione e modernità, viene presentato nella sua versione storica originale, con la regia di Pietro Garinei, le splendide musiche del M° Armando Trovajoli, le preziose scene e i bellissimi costumi originali firmati da Giulio Coltellacci: un imperdibile ritorno alle radici e un'occasione per riscoprire un classico del teatro musicale italiano. Sul palco, la splendida Serena Autieri, ancora una volta straordinaria interprete dell'intrigante personaggio di Rosetta, donna bella altera e irraggiungibile, che fa battere il cuore di Rugantino, un ruolo in cui l’attrice napoletana dà prova

Tartassati dalle tasse - Biagio Izzo alla Sala Umberto

Produzione Tradizione e Turismo - Ente Teatro Cronaca Produzione esecutiva A.G. Spettacoli BIAGIO IZZO in TARTASSATI DALLE TASSE Scritto e diretto da EDUARDO TARTAGLIA Sala Umberto – dal 5 al 17 aprile 2022 Giulio Andreotti soleva dire che l’Umiltà, che di per sé costituisce una grande virtù, si trasforma in una vera iattura quando gli Italiani la praticano in occasione della loro dichiarazione dei debiti. “Io le tasse le pagherei. Ed anche volentieri! Se solo però poi le cose funzionassero veramente!” Quante volte abbiamo ascoltato simili confidenze? E quante volte anche la nostra coscienza di pur buoni ed onesti cittadini ha segretamente partorito concetti del genere? Il problema, però, è che se poi davvero ragionassimo tutti quanti sempre così, come e perché mai le cose potrebbero veramente funzionare? Sarà costretto improvvisamente a domandarselo anche Innocenzo Tarallo, 54 anni ben portati, napoletano, imprenditore nel settore della ristorazione: il classico “self made man”, che d