Passa ai contenuti principali

IL CONTE TACCHIA - ENRICO MONTESANO TORNA AL SISTINA.


Da mercoledì 21 febbraio a domenica 25 marzo 2018 
al Teatro Sistina

ENRICO MONTESANO
in

IL CONTE TACCHIA

Ancora un’amatissima maschera romana per il mattatore Enrico Montesano, che torna da protagonista al Teatro Sistina con la nuova commedia musicale “Il Conte Tacchia”, in scena da mercoledì 21 febbraio.

Dopo Rugantino e Il Marchese del Grillo, grandi successi applauditi in tutta Italia, Enrico Montesano affronta un altro popolare personaggio romano per chiudere la sua trilogia.

Autore della regia e della versione teatrale scritta con Gianni Clementi, Montesano presenta al suo pubblico un’altra appassionante commedia ambientata nella Roma antica dei primi del novecento, tratta dall’omonima pellicola cinematografica di Sergio Corbucci con scene aggiunte che andranno ad integrare la storia. Per la prima volta sul palcoscenico teatrale, il divertente personaggio di Francesco Puricelli prenderà di nuovo anima per far ridere il suo pubblico con la sua comicità e le sue gags.

Un cast di valenti attori e di scatenati ballerini animeranno il palcoscenico con costumi d’epoca sulle musiche originali del Maestro Armando Trovajoli e nuove canzoni scritte appositamente per la Commedia dal Maestro Maurizio Abeni. La scenografia con i suoi ricchi cambi farà da cornice ad uno Spettacolo appassionante, romantico e tutto da ridere!
----------------------------

Liberamente tratto dal film di Sergio Corbucci scritto con Luciano Vincenzoni, Sergio Donati e Massimo Franciosa

Commedia di Enrico Montesano scritta con Gianni Clementi
Musiche Maurizio Abeni
Scene Carlo De Marino
Coreografie Manolo Casalino
Costumi Valeria Onnis

La canzone “Ansai che Pacchia” è del Maestro Armando Trovajoli

Regia Enrico Montesano

Produzione esecutiva Valentina Mauro | Teresa Trisorio
Luci Luca Maneli | Suono Dario Felli


E con

Giulio Farnese - Il Principe
Giorgio De Bortoli - Ninetto
Andrea Pirolli - Alvaro Puricelli
Monica Guazzini - La Duchessa
Elisabetta Mandalari - Fernanda
Benedetta Valanzano - La duchessina Elisa
Michele Enrico Montesano - Lollo D’Alfieri
Roberto Attias - Duca Savello
Tonino Tosto - il delegato
Sergio Spurio - Sor Capanna
Giacomo Genova - Gualtiero
Gerry Gherardi - Ciriola
Ambra Cianfoni - Gertrude
Francesca Rustichelli - Mariuccia

I solisti:

Valentina Bagnetti | Michela Bernardini | Saria Cipollitti | Annalisa D’Ambrosio | Viola Oroccini | Silvia Pedicino
Manuel Mercuri | Kevin Peci | Federico Pisano | Giuseppe Ranieri | Sebastiano Lo Casto | Rocco Stifani
-----------------

Foto Antonio Agostini

IL SISTINA

Via Sistina 129, 00187 Roma

www.ilsistina.it

www.facebook.com/teatrosistinaroma

www.twitter.com/teatrosistina




Info e Prenotazioni: 06 4200711 – 392 8567896

prenotazioni@ilsistina.it

www.ticketone.it

www.ilsistina.it

www.facebook.com/teatrosistinaroma

www.twitter.com/teatrosistina




Prezzi Biglietti

Poltronissima €55,00

Poltrona e I Galleria €50,00

Seconda Galleria €45,00

Terza Galleria €35,00




Orario Spettacoli

Dal martedì al sabato ore 21.00

Domenica ore 17.00

mercoledì 14 marzo solo ore 17.00

Commenti

Post popolari in questo blog

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic

Torna a Milano la Baltic Sea Youth Philharmonic, l'orchestra che unisce le diverse tradizioni musicali dei paesi che circondano il Mar Baltico, nella convinzione che la musica non conosca né confini né limiti, sia di natura geografica che di genere. Il tour, realizzato grazie al sostegno di Saipem, debutterà il 10 settembre a Heiden, in Germania, e toccherà, in dieci giorni, nove differenti città in Svizzera, Italia, Danimarca e Polonia. In Italia la Baltic Sea Youth Philharmonic sarà a Milano il 14 settembre nel suggestivo contesto della Basilica di Santa Maria delle Grazie, ospite dell’Associazione Musicale ArteViva, e a Verona il 15 settembre al Teatro Filarmonico per il festival “Settembre dell’Accademia” dove si esibirà per il secondo anno consecutivo. Il pubblico milanese avrà il piacere di applaudire i giovani artisti della Baltic Sea Youth Philharmonic per la quarta volta. L’orchestra, fondata nel 2008 da Kristjan Järvi (affiancato da un prestigioso consiglio di consulent

Rugantino - dal 10 marzo al Sistina!

  Per la gioia del pubblico rivive una pagina indimenticabile della lunga e gloriosa storia del Teatro Sistina: dopo lo stop forzato dovuto alla pandemia, dal prossimo giovedì 10, e fino al 27 marzo, sarà di nuovo in scena, con la supervisione di Massimo Romeo Piparo, la maschera amara e dissacrante di "Rugantino" dei mitici Garinei & Giovannini. Lo spettacolo, che fonde mirabilmente tradizione e modernità, viene presentato nella sua versione storica originale, con la regia di Pietro Garinei, le splendide musiche del M° Armando Trovajoli, le preziose scene e i bellissimi costumi originali firmati da Giulio Coltellacci: un imperdibile ritorno alle radici e un'occasione per riscoprire un classico del teatro musicale italiano. Sul palco, la splendida Serena Autieri, ancora una volta straordinaria interprete dell'intrigante personaggio di Rosetta, donna bella altera e irraggiungibile, che fa battere il cuore di Rugantino, un ruolo in cui l’attrice napoletana dà prova

Tartassati dalle tasse - Biagio Izzo alla Sala Umberto

Produzione Tradizione e Turismo - Ente Teatro Cronaca Produzione esecutiva A.G. Spettacoli BIAGIO IZZO in TARTASSATI DALLE TASSE Scritto e diretto da EDUARDO TARTAGLIA Sala Umberto – dal 5 al 17 aprile 2022 Giulio Andreotti soleva dire che l’Umiltà, che di per sé costituisce una grande virtù, si trasforma in una vera iattura quando gli Italiani la praticano in occasione della loro dichiarazione dei debiti. “Io le tasse le pagherei. Ed anche volentieri! Se solo però poi le cose funzionassero veramente!” Quante volte abbiamo ascoltato simili confidenze? E quante volte anche la nostra coscienza di pur buoni ed onesti cittadini ha segretamente partorito concetti del genere? Il problema, però, è che se poi davvero ragionassimo tutti quanti sempre così, come e perché mai le cose potrebbero veramente funzionare? Sarà costretto improvvisamente a domandarselo anche Innocenzo Tarallo, 54 anni ben portati, napoletano, imprenditore nel settore della ristorazione: il classico “self made man”, che d