Passa ai contenuti principali

DEBUTTA A ROMA "Un sacchetto d’amore”


Antonella Questa torna sul palco del Teatro del Lido di Ostia con il suo nuovo spettacolo 

“Un sacchetto d’amore” 
ovvero i sentimenti al tempo dello shopping compulsivo

17 - 18 febbraio 2018

Cosa si nasconde dietro alle nuove dipendenze comportamentali? Come nascono, in quali contesti sociali e soprattutto familiari?
A queste ed altre domande risponde Antonella Questa, autrice ed attrice che, dopo il successo dello scorso anno con “Svergognata”, torna sul palco del Teatro del Lido con il suo ultimo lavoro “Un sacchetto d’amore” in cui affronta con la consueta ironia le dinamiche relazionali di oggi, costrette a fare i conti con un mondo sempre più rivolto al consumo, all'opulenza, al bisogno di avere per affermarsi. Dietro queste patologie che, pur in ambiti diversi, sono in costante aumento, si nasconde un denominatore comune: la mancanza di relazione con noi stessi e con gli altri.

Un meccanismo che si è insinuato nella società e in cui tutti, in un modo o nell'altro, ci ritroviamo inconsapevoli vittime. Un mondo in cui ogni cosa che desideriamo sembra essere a portata di mano, ma poi a mancare davvero sono i rapporti autentici.

“L’incapacità di parlare e ascoltarsi, sempre più diffuse nella nostra società, sono alla base di questo mio nuovo lavoro. E' proprio questo - sottolinea Antonella Questa - che manca nella famiglia della protagonista Cinzia dove il marito è troppo preso dal lavoro, la cognata tratta il cane come un figlio, la suocera cucina lasagne e inventa malattie pur di tenere i figli legati a sé, mentre Cinzia si abbandona allo shopping compulsivo, pensando a strisciare la carta ed afferrare il sacchetto con il nuovo acquisto per cancellare le ansie e far svanire i problemi. Poi arriva il giorno in cui i troppi sacchetti esauriscono addirittura il credito di tutte le carte famigliari, svelando contemporaneamente conti in rosso e un uso disinvolto delle rate, portato avanti da tempo e sempre nascosto a tutti.”

Cosa succede quando ci mancano i soldi per soddisfare i nostri innumerevoli bisogni?

“Terapia di gruppo e terapia comportamentale tra nuove amiche e vecchi colleghi di lavoro - prosegue Antonella - aiuteranno Cinzia a rialzarsi e a guardare il mondo da una prospettiva nuova, aiutando anche la sua famiglia a farlo. In fondo la vera ricchezza sta proprio lì, in quel motore che muove il mondo, che non si può né vendere, né comprare: l'amore, un sacco d'amore ... ma anche un sacchetto può andar bene!”

Dopo la vecchiaia e il tradimento, al centro di Vecchia sarai Tu e Svergognata, altre tematiche sociali di grande rilievo finiscono nell’obiettivo di Antonella Questa che fotografa con maestria vizi, difetti e virtù individuando sempre una via d’uscita che porta ad una “resurrezione” personale dei protagonisti. Altri personaggi straordinari si aggiungono, dunque, alla “galleria umana ” che Antonella, sola in scena, propone con notevole successo proprio per la capacità di cogliere i numerosi volti dell’animo umano e delineare i contesti familiari, con il linguaggio comico e ironico che caratterizza il suo teatro.
----------------------------------

Teatro del Lido di Ostia

Va delle Sirene 22,00121 Ostia Roma

Sabato 17 febbraio , ore 21.00

Domenica 18 febbraio, ore 18.00


info e prenotazioni
tel. 065646962 | promozione@teatrodellido.it
www.teatrodellido.it


biglietti:
10 € intero | 8 € ridotto
--------------------------------

Comp. LaQ-Prod

Presenta

UN SACCHETTO D'AMORE

di e con Antonella Questa

coreografie e messa in scena Magali B – Cie Madeleine&Alfred

disegno luci Daniele Passeri

costumi Sara Navalesi

scene Danilo Giannetti – NewPol

foto di scena & idea grafica Barbara Gravelli

organizzazione generale Serena Sarbia 


La canzone finale “Come un albero” è di Francesco Rainero

produzione LaQ-Prod

in collaborazione con Centro di Prod. Teatrale Pupi e Fresedde/Teatro di Rifredi & Ass.Cult. Progetti&Teatro

http://www.antonellaquesta.it

Facebook: https://www.facebook.com/antoquesta/

__________________________________________________________________


Antonella Questa, attrice di lunga esperienza nel teatro, vive e lavora in Italia ed in Francia. In TV è stata tra i protagonisti della Fattoria dei Comici di Serena Dandini (“Mmmh!” Rai2 e “B.R.A.” Rai3)

Nel 2005 fonda la Compagnia LaQ-Prod con la quale produce e interpreta spettacoli nei quali l'uso del linguaggio comico, le permette di trattare temi che non lo sono affatto. Nel 2009 con “STASERA OVULO”, scritto da Carlotta Clerici e messo in scena da Virginia Martini, affronta il tema della sterilità femminile, aggiudicandosi il Premio Calandra come Migliore Spettacolo e come Migliore Interprete. Con lo spettacolo “VECCHIA SARAI TU!” (2012), in omaggio alla vecchiaia, vince invece il Premio Calandra come Migliore Spettacolo, come Migliore Interprete e Migliore Regia e il Premio Museo Cervi- Teatri della Memoria.

Nel 2014 scrive e interpreta “SVERGOGNATA” in cui affronta il tema della schiavitù dell'immagine e desiderabilità sociale e dell'importanza dello sguardo su se stessi, mentre nel 2015 con Giuliana Musso e Marta Cuscunà crea il reading-spettacolo “WONDER WOMAN – donne denaro e superpoteri” sull'indipendenza economica delle donne oggi in Italia.

Nel 2017 è la protagonista di “ALPENSTOCK”, scritto da Remi de Vos e da lei tradotto, una commedia crudele sulla paura dello straniero, dividendo il palco con Ciro Masella e Fulvio Cauteruccio, per la regia di Angelo Savelli.

Nel 2018, oltre alla tournée dei propri spettacoli, sarà impegnata a Roma e a Milano nella nuova commedia di Francesco Brandi “ PRESTAZIONE OCCASIONALE”, in scena con Massimo Brizi, Federico Vanni e Corrado Giannetti.

Commenti

Post popolari in questo blog

Teatro Trastevere: Nuovo Progetto Artistico

                                                                                           Associazione Culturale Teatro Trastevere presenta il Nuovo Progetto Artistico   GERMOGLI Esperimenti Teatrali, per artisti e spettatori   COS'E'   È la nostra personale risposta alla riapertura delle strutture teatrali a ridosso della stagione estiva. Un percorso di RICERCA, sia del Teatro Trastevere che degli artisti coinvolti, per riabituare gli spettatori a frequentare gli spazi di condivisione artistica, riabbracciandoci, seppur simbolicamente, attraverso l'arte, portatrice di sana socialità.   MA IN PRATICA   In pratica apriamo il Teatro alle compagnie e ai singoli artisti che, dopo mesi di elaborazione di nuovi contenuti, vogliano finalmente dare viva realtà al proprio progetto. Offriamo 50 ore di RESIDENZA CREATIVA e 2 giorni di restituzione al pubblico non solo in forma di spettacolo, ma anche di semplice studio:  “...Faremo le cose in sicurezza, seguendo i protocolli e metter

BROADWAY CELEBRATION - I GRANDI SUCCESSI DEL MUSICAL IN CONCERTO SPETTACOLO

                                                                  Tour 2021/22 BROADWAY CELEBRATION I GRANDI SUCCESSI DEL MUSICAL IN CONCERTO SPETTACOLO Rocky Horror Show, Jesus Christ Superstar, Rent, Mamma Mia! Sister Act, Les Misérables, Cats, Hairspray, Hair, Grease, Evita, The Phantom of the Opera… PRESENTA UMBERTO SCIDA Una produzione Marco Caselle, Alex Negro per Palco5. I due fondatori uniscono la loro ventennale esperienza nel settore del Musical il primo, e nel Gospel internazionale il secondo, per dar vita ad una serata imperdibile con un cast di 24 performer e musicisti per i grandi successi del Musical. 10 sono i performer di fama nazionale che compongono la sezione dei solisti, accompagnati da una band d’eccezione e supportati da altrettanti coristi. Non sarà un semplice concerto, ma una esperienza di storytelling attraverso parole e canzoni, come insegna il teatro di Broadway. La serata, infatti, verrà raccontata da Umberto Scida, già noto in tutto il Paese

Tornano in scena "I Nuovi Tragici"

            I NUOVI TRAGICI monologhi scritti e diretti da Pietro De Silva TEATRO MARCONI  18/19/20 GIUGNO 2021 Tornano in scena I Nuovi Tragici. La rassegna nata nel 1990 arriva sul palco del Teatro Marconi il 18, 19 e 20 giugno 2021. Si tratta di monologhi scritti e diretti da Pietro De Silva portati in scena da giovani attori che partecipano al Festival. A presentare la serata due ospiti d'eccezione: Marco Simeoli e Bruno Maccallini. Una storica rassegna dunque a cui hanno partecipato circa ottanta attori fra i quali Enrico Brignano, Flavio Insinna, Neri Marcorè, Valerio Aprea, Massimiliano Bruno, Paola Cortellesi, Francesco Pannofino, Paola Minaccioni, Massimiliano Bruno, Valerio Aprea e tanti altri Il termine NUOVI TRAGICI è dichiaratamente ironico. Si tratta di una serie di monologhi sotto forma di casi clinici singolari. Individui disperati che cercano conforto, confessando in pubblico le loro piccole e grandi manie. Si prende di mira la follia e i suoi derivati, con occhio