Passa ai contenuti principali

In primo piano

Tornano in scena "I Nuovi Tragici"

            I NUOVI TRAGICI monologhi scritti e diretti da Pietro De Silva TEATRO MARCONI  18/19/20 GIUGNO 2021 Tornano in scena I Nuovi Tragici. La rassegna nata nel 1990 arriva sul palco del Teatro Marconi il 18, 19 e 20 giugno 2021. Si tratta di monologhi scritti e diretti da Pietro De Silva portati in scena da giovani attori che partecipano al Festival. A presentare la serata due ospiti d'eccezione: Marco Simeoli e Bruno Maccallini. Una storica rassegna dunque a cui hanno partecipato circa ottanta attori fra i quali Enrico Brignano, Flavio Insinna, Neri Marcorè, Valerio Aprea, Massimiliano Bruno, Paola Cortellesi, Francesco Pannofino, Paola Minaccioni, Massimiliano Bruno, Valerio Aprea e tanti altri Il termine NUOVI TRAGICI è dichiaratamente ironico. Si tratta di una serie di monologhi sotto forma di casi clinici singolari. Individui disperati che cercano conforto, confessando in pubblico le loro piccole e grandi manie. Si prende di mira la follia e i suoi derivati, con occhio

CONCERTO "I BEMOLLI SONO BLU" A CURA DELLA CAMERA MUSICALE ROMANA


Concerto a quattro mani "I bemolli sono Blu" Omaggio a Claude Debussy nel centenario della morte con musiche di J. Brahams e C. Debussy.

Esegue:

Daniele Adornetto - pianoforte
Stefano Giardino - pianoforte

Il concerto che avrà luogo in data 18 Giugno ore 18.30, si svolgerà come di consueto presso la Sala dell’Immacolata del Convento dei SS. XII Apostoli.


CAMERA MUSICALE ROMANA

Convento dei SS. XII Apostoli - Sala dell'Immacolata

Domenica 25 febbraio ore 18:30

“I bemolli sono Blu”

Musiche J. Brahms e C. Debussy

Daniele Adornetto, pianoforte
Stefano Giardino, pianoforte


PROGRAMMA

Jhoannes Brahms

Sedici Walzer per pianoforte a quattro mani, op. 39


Claude Debussy

En blanc et noir: Tre capricci per due pianoforti, L 142

Avec emportement (do maggiore)

Dedica: A. Koussevitzky



Lent. Sombre (do maggiore)

Dedica: Jacques Charlot



Scherzando (re minore)

Dedica: Igor Stravinskij


Petite suite, L 71 per pianoforte a quattro mani

En bateau - Andantino (sol maggiore)

Cortège - Moderato (mi maggiore)

Menuet - Moderato (sol maggiore)

Ballet - Allegro giusto (re maggiore)



Johannes Brahms

Variazioni in si bemolle maggiore per orchestra, op. 56b


DUO PIANISTICO
Daniele Adornetto - Stefano Giardino


Costituitosi nel 1994, da allora si è esibito nelle più importanti sedi musicali italiane ed estere, riportando ottimi consensi di pubblico e di critica. Il loro repertorio, vastissimo, spazia da Bach ai contemporanei, si segnalano i principali concerti: Le Tournée in Brasile per l’Istituto Italiano di Cultura di Rio de Janeiro, Museo Naïf e Palacio do Catete, Università Federale della Musica (Concerto Conferenza su “Pagine di Guerra” d’Alfredo Casella in occasione del Cinquantenario della morte) (Rio de Janeiro), Teatro Carlos Gomes (Vitória), Università Federale di Bahia (Salvador di Bahia), Conservatorio Pernambucano (Recife), Teatro Sesiminas (Belo-Horizonte), Teatro do Ibeu (Fortaleza). I concerti per l’Istituto Italiano di Cultura a Tunisi in collaborazione con la “Società Dante Alighieri”, il 250° anniversario della morte di Johann Sebastian Bach con il Concerto BWV 1061 per due pianoforti ed archi per il Centro Culturale Universitario Assunzione di Roma sotto la direzione del M° Simone Genuini. 

Hanno eseguito in prima esecuzione italiana l’opera pianistica a quattro mani di György Ligeti al Todi Arte Festival. Hanno suonato a Napoli l’integrale pianistica a quattro mani di György Ligeti e György Kurtàg per i 70 anni dell’Accademica Pianistica Napoletana. Sono invitati a tenere dei concerti per l’Istituto Spagnolo di Cultura “Cervantes” a Roma, dove hanno eseguito in prima esecuzione italiana musiche di Granados, Sabater Ribeira, Abril e Montsalvatge. Sono stati invitati al Todi Arte Festival 2006 a tenere un concerto sulla musica e la letteratura mitteleuropea con Claudio Magris, Arnaldo Colasanti e Simona Marchini. Hanno inoltre suonato per il “Todi Notte” e per la XII e la XIII Festa Europea della Musica a Roma. Hanno suonato al Teatro Nido dell’Aquila a Todi in un progetto “Niente di nuovo sul fronte Orientale” a cura del pittore Graziano Marini, eseguendo musiche di Robert Schumann e Alfredo Casella in un viaggio musicale dai colori e dai suoni dell’Oriente al dramma della Guerra in Occidente. Hanno eseguito per il Festival AssisiMosaic al Monte Frumentario di Assisi “UmbrÁqua” una Suite, di quattro brani per pianoforte a quattro mani, composta da Stefano Giardino, la suite è stata incisa in CD allegato al catalogo della mostra “Oro Blu”, a cura di Graziano Marini, edito da Umberto Allemandi di Torino. 

Hanno suonato per UmbriaMusicFest un programma legato al tema della Storia nella Chiesa della Nunziatina a Todi. Hanno eseguito, alla lettura del testo “Luci ad Oriente” di Graziano Marini, “Shéhérazade” di Nicolaj Rimsky-Korsakov, nella versione originale a quattro mani, per il progetto “Caravanserraglio” a Todi con gli attori Ilenia Torti e Fernando Cormick e per la stagione del Teatro Keiros a Roma. Per la Camera Musicale Romana, hanno eseguito in prima esecuzione italiana la versione a quattro mani originale di “Aus Italien” Sinfonische Fantasie op.16 di Richard Strauss.

Hanno tenuto Conferenze-Concerto sia in Italia che all’estero, tra cui quella del ’97 su “Pagine di Guerra” di Alfredo Casella in occasione del Cinquantenario della morte all’Università Federale di Rio de Janeiro. Sono fondatori del gruppo “Musicamera”, tengono regolarmente Corsi di Pianoforte, Musica da Camera e di Pianoforte a quattro mani a Roma e Todi ed altre città italiane.
-----------------------------------------------------

Convento dei SS. XII Apostoli - Sala Immacolata

Via Del Vaccaro, 9

Biglietti € 15,00 - ridotti € 8,00


Informazioni e prenotazioni: 333 45 71 245

Commenti

Post più popolari