Passa ai contenuti principali

In primo piano

Tornano in scena "I Nuovi Tragici"

            I NUOVI TRAGICI monologhi scritti e diretti da Pietro De Silva TEATRO MARCONI  18/19/20 GIUGNO 2021 Tornano in scena I Nuovi Tragici. La rassegna nata nel 1990 arriva sul palco del Teatro Marconi il 18, 19 e 20 giugno 2021. Si tratta di monologhi scritti e diretti da Pietro De Silva portati in scena da giovani attori che partecipano al Festival. A presentare la serata due ospiti d'eccezione: Marco Simeoli e Bruno Maccallini. Una storica rassegna dunque a cui hanno partecipato circa ottanta attori fra i quali Enrico Brignano, Flavio Insinna, Neri Marcorè, Valerio Aprea, Massimiliano Bruno, Paola Cortellesi, Francesco Pannofino, Paola Minaccioni, Massimiliano Bruno, Valerio Aprea e tanti altri Il termine NUOVI TRAGICI è dichiaratamente ironico. Si tratta di una serie di monologhi sotto forma di casi clinici singolari. Individui disperati che cercano conforto, confessando in pubblico le loro piccole e grandi manie. Si prende di mira la follia e i suoi derivati, con occhio

8 x 8 = 64 - Progetto vincitore del Premio inDivenire sezione Danza


SPAZIO DIAMANTE
16 febbraio ore 21

RITMI SOTTERRANEI
contemporary dance

8 x 8 = 64

Regia e coreografia Alessia Gatta

Ideazione e consulenza scientifica Sergio Raimondo

Interpreti Gioele Coccia, Viola Pantano, Vanessa Giudolin, Marco Grossi

Una produzione a.s.d [MATRICE] N in collaborazione con SPAZIO DIAMANTE

Progetto vincitore del Premio inDivenire sezione Danza

Dopo la vittoria come miglior studio nella sezione Danza del Festival inDivenire, ideato da Alessandro Longobardi con la direzione artistica di Giampiero Cicciò, debutta in forma completa allo Spazio Diamante, venerdì 16 febbraio, 8X8=64, il visionario e trascinante spettacolo dell’ensemble Ritmi sotterranei, diretto dalla coreografa Alessia Gatta, la quale fonde espressioni corporee, qigong e diverse arti marziali per trasportare lo spettatore in un clima di tempi antichi tra Oriente e Occidente, legando varie identità culturali.

Sin dall’antichità, sia in Occidente che Oriente, il numero 8 è presente in molte espressioni culturali, con funzioni importanti, dalla sfera religiosa alla matematica, dalla filosofia alla nomenclatura dei venti e del sistema solare, dall’architettura al gioco degli scacchi. Questi mondi tanto diversi quanto collegati dal minimo comune denominatore di un ritmo numerico si connettono in maniera celata e imprevedibile al mondo delle espressioni corporee: dal Tango al Qigong alla danza cosi come è stata codificata nella cultura occidentale, il numero 8 si insinua alla base delle partiture coreografiche, scandisce un tempo, risuona nei respiri, limita le azioni, argina l’imprevisto. La coreografia intende esplorare gli interstizi e le interferenze che il numero otto stabilisce tra ordini di pensiero molto distanti tra loro. In scena quattro danzatori, la metà di un pieno ipotizzabile nel numero otto. Otto quadri di possibili variazioni sul tema, che si sedimentano in una partitura gestuale tesa tra la danza contemporanea e il Qigong.

Il progetto, presentato in fase embrionale al Festival inDivenire, presso lo Spazio Diamante di Roma, si è sviluppato con una fase di approfondimento e completamento del lavoro.

Uno spettacolo dai temi appassionanti, dotato di un’ estetica pulita, priva di sbavature, e di un’assoluta adesione interpretativa dei danzatori in scena: Gioele Coccia, Viola Pantano, Vanessa Giudolin, Marco Grossi.

[RITMI SOTTERRANEI] è una compagnia di danza contemporanea che si muove tra coreografia e performance. La compagnia si contraddistingue per un’attenzione meticolosa alla sinergia tra movimento, spazio, suono e luce, il tutto legato da una scrittura coreografica fortemente curata nel dettaglio che ha portato la compagnia a misurarsi con numerosi palcoscenici e festival nazionali e internazionali.

----------------------------

INFO

Spazio Diamante

via Prenestina 230 B– Roma

Biglietto: 11,5 €

Info. Tel 06.6794753

Il botteghino aprirà 1 ora prima della spettacolo

www.spaziodiamante.it

Prevendita:

Botteghino di Teatro Sala Umberto, via della Mercede 50 – Roma

Botteghino di Teatro Brancaccio, via Merulana 244 – Roma

Ticketone.it e presso i punti vendita tradizional

Commenti