Passa ai contenuti principali

VOX FAMILY - Testo e regia Francesco Petruzzelli


SPAZIO DIAMANTE
19 e 20 gennaio ore 21
21 gennaio ore 18

Sus Babi Teatro
VOX FAMILY

Testo e regia Francesco Petruzzelli

Con Carlotta Mangione, Roberta Azzarone, Michele Lisi, Cristina Poccardi, Cristina Pelliccia, Lorenzo Parrotto, Luigi Biava

Disegno Luci: Marco D'Amelio

Spettacolo vincitore Premio inDivenire sezione Prosa

Dopo la vittoria al Festival inDivenire, nella sezione Prosa, torna sul palcoscenico dello Spazio Diamante, da venerdì 19 a domenica 21 gennaio, Vox Family, il brillante e intenso spettacolo scritto e diretto da Francesco Petruzzelli, per il quale ha ottenuto, inoltre, il Premio come autore del Miglior testo del Festival.

In scena sette personaggi per una trama in fondo semplice, ma molto significativa.

Astro e la Mamma sono due elementi di una famiglia in apparenza estremamente ordinaria: lei si prende cura del figlio, in assenza di un padre troppo codardo per potersi fare carico dei compiti che la natura gli ha assegnato.

Ad assistere la Mamma e il piccolo, con consigli e incoraggiamenti (spesso oltre il limite della decenza e del buon gusto), ci sono le due Nonne, figure misteriose, visibili soltanto a chi le sa ascoltare.

Ciò che rende i problemi di questo nucleo familiare a dir poco grotteschi , è la convinzione della Mamma di aver generato in Astro un genio, dotato di intelligenza e abilità fuori dall'ordinario.

Il ragazzo tuttavia, non sembra mostrare alcun talento particolare, nonostante i continui, e il più delle volte deliranti, tentativi della madre di portare alla luce una eccezionalità che si ostina a non manifestarsi.

La relazione tra i due cresce così sempre più opprimente per il ragazzino, fino all’intervento della maestra di Astro, la quale, motivata dai brillanti risultati scolastici del ragazzo, desidera consultarne il genitore per provvedere insieme alla maturazione del genio del piccolo.

La madre di Astro, all’oscuro di tutto, comprende che il figlio le ha sempre tenuto nascosta la sua vera natura, affinché lei riuscisse ad amarlo a prescindere dalle aspirazioni di rivalsa sul mondo che da sempre era stato costretto a vedere proiettate su di sé.

La rivelazione di certi segreti, la scoperta dell’inesistenza di entrambe le Nonne e lo scioglimento della trama porteranno ad una conclusione tragica, sebbene attraverso episodi tinti anche di una vena drammaticamente comica.

Sarà tutto questo a costringere il Padre di Astro a fare la sua comparsa sulla scena, per imparare a prendersi cura del figlio che ha troppo a lungo trascurato.

Un composto di relazioni ironicamente contraddittorie, capaci di ritrarre, attraverso un gioco di multipli, i vezzi delle più classiche dimensioni familiari. Le scene si susseguono con ritmo spiazzante e frequenti incursioni in realtà parallele e degenerate.

Una messa in scena in cui si avvertono tutte le ammirevoli qualità tecniche e l’energia della giovane compagnia composta da Carlotta Mangione (vincitrice anche del Premio Migliore attrice del Festival inDivenire), Roberta Azzarone, Michele Lisi, Cristina Poccardi, Cristina Pelliccia, Lorenzo Parrotto, Luigi Biava, con una notevole omogeneità di valori drammaturgici e interpretativi.
--------------------------------------------

INFO

Spazio Diamante


via Prenestina 230 B– Roma

Biglietti: 11,5 €

Info. Tel 06.6794753

Il botteghino aprirà 1 ora prima della spettacolo

www.spaziodiamante.it


Prevendita:

Botteghino di Teatro Sala Umberto, via della Mercede 50 – Roma

Botteghino di Teatro Brancaccio, via Merulana 244 – Roma

Ticketone.it e presso i punti vendita tradizionali

Commenti

Post popolari in questo blog

UNA PIATTAFORMA PER PORTARE IN ITALIA OCCASIONI DI STUDIO CON PROFESSIONISTI DA TUTTO IL MONDO

7 marzo workshop di danza con LAYTON WILLIAMS 14 marzo workshop acting through song con JOE VETCH Nasce TAB “The Artist Bridge” un ponte per rendere accessibile la comunicazione tra studenti e artisti italiani con performers e creativi da Broadway e dal West End. Il progetto TAB nasce dall’idea di Giorgio Camandona, (protagonista di musical di successo come Peter Pan il Musical, A Chorus Line, Grease), il regista e performer Mauro Simone (Robin Hood, Grease, performer per Singing In The Rain, Pinocchio il grande musical) Martina Ciabatti Mennell, performer italiana dalla carriera internazionale (We Will Rock You, Trioperas, The Mission) e dal performer inglese Phil Mennell (Aladdin - West End, The Bodyguard, Saturday Night Fever, Newsies) in un periodo in cui la formazione e lo studio delle discipline artistiche e teatrali sono limitati a causa delle restrizioni che impediscono gli spostamenti e quindi lo scambio che spesso è linfa vitale per chi si approccia al m

Teatro Trastevere: Nuovo Progetto Artistico

                                                                                           Associazione Culturale Teatro Trastevere presenta il Nuovo Progetto Artistico   GERMOGLI Esperimenti Teatrali, per artisti e spettatori   COS'E'   È la nostra personale risposta alla riapertura delle strutture teatrali a ridosso della stagione estiva. Un percorso di RICERCA, sia del Teatro Trastevere che degli artisti coinvolti, per riabituare gli spettatori a frequentare gli spazi di condivisione artistica, riabbracciandoci, seppur simbolicamente, attraverso l'arte, portatrice di sana socialità.   MA IN PRATICA   In pratica apriamo il Teatro alle compagnie e ai singoli artisti che, dopo mesi di elaborazione di nuovi contenuti, vogliano finalmente dare viva realtà al proprio progetto. Offriamo 50 ore di RESIDENZA CREATIVA e 2 giorni di restituzione al pubblico non solo in forma di spettacolo, ma anche di semplice studio:  “...Faremo le cose in sicurezza, seguendo i protocolli e metter

MEDAGLIA D'ONORE A LUCIANO SALCE: FU DEPORTATO NEI LAGER NAZISTI

Per anni è gli è stata attribuita l'adesione alla Repubblica di Salò. Luciano Salce non è mai stato un repubblichino. Una battaglia condotta dal figlio Emanuele per portare alla luce la verità che si conclude con una Medaglia D'Onore. Sono state consegnate il 28 gennaio dal prefetto di Roma dott. Matteo Piantedosi, presso la sala “Di Liegro” di Palazzo Valentini, le Medaglie d'Onore ai cittadini italiani, militari e civili, che durante il secondo conflitto mondiale hanno subito la deportazione e l'internamento nei campi nazisti dal 1943 al 1945. Tra questi Luciano Salce il regista, attore e autore scomparso nel 1989 e protagonista di una delle epoche più feconde dello spettacolo italiano. Un riconoscimento di grande valore che rappresenta l'ultimo tassello di una ricerca di verità che si è contrapposta all’informazione disinformata di alcuni settori dell’opinione pubblica che negli ultimi tempi, evitando accuratamente di confrontarsi con fonti e documentazioni evide