Passa ai contenuti principali

In primo piano

Trani Teatro Clown. L'Intervista al direttore artistico Santo Nicito.

  E' stata una prima edizione di grande successo quella del Trani Teatro Clown Festival Internazionale che dal 6 all'11 luglio ha rallegrato la città di Trani con spettacoli, incontri, laboratori e workshop tutti incentrati sulla figura del Clown. Tantissimi i partecipanti per un'edizione che ha rappresentato solo l'inizio di una nuova avventura che continuerà anche d'inverno nella bellissima città pugliese. Abbiamo intervistato Santo Nicito direttore artistico della Rassegna.       E' terminato da poco il Trani Teatro Clown qual è il bilancio di questa esperienza? Assolutamente positiva! I numeri sono dalla nostra parte, questo dimostra che l’offerta messa in campo ha   suscitato curiosità e interesse. Questa prima edizione del Trani Teatro Clown Festival Internazionale è stata la realizzazione di un sogno. Un vero miracolo! Abbiamo gettato le basi per quello che già da settembre, per la seconda edizione, speriamo e vogliamo sia un progetto molto più

"Signori si nasce... e noi? Lo nacquimo!" - Visto per voi.




Con l'arrivo del nuovo anno, arrivano sempre anche loro a deliziarci con un nuovo spettacolo. Sto parlando de I Legnanesi che dal 5 gennaio al 4 marzo saranno in scena al Teatro della Luna con SIGNORI SI NASCE... E NOI?

Dopo tanti anni al Teatro Nazionale, una nuova casa per la famiglia Colombo e, il Teatro della Luna, li accoglie già dall'esterno e nel foyer dove potete ammirare una galleria fotografica con le immagini dei loro spettacoli.

Una nuova storia che si articola tra il nostro amatissimo cortile e Napoli. Avete capito bene... Napoli!

Durante la festa per il suo compleanno, la Teresa scopre un messaggio vocale sul telefonino del Giovanni, un messaggio inequivocabile del tradimento del marito.

Giovanni si è "invaghito" della marchesa, proprietaria del loro cortile, e decide di andare con lei a Napoli. Ma sarà vero amore? La Teresa lo lascerà andare così facilmente? Ovviamente no... e con il supporto della Mabilia e della Pinetta, le tre donne vanno a Napoli per... "Dio perdona, la Teresa no!"



Scene esilaranti, momenti di comicità semplice e diretta, e non mancano di certo le bellissime esibizioni della Mabilia e i suoi boys, con costumi meravigliosi e omaggi musicali alla canzone napoletana e al grande Totò.

Come sempre non ci sono solo risate e momenti di varietà, ma le riflessioni finali che la famiglia Colombo ci porta alla nostra attenzione. Riflessioni vere e costruttive che arrivano dritte al cuore.



Antonio Provasio (la Teresa), Enrico Dalceri (la Mabilia) e Luigi Campisi (il Giovanni) sono diventati parte di una famiglia per tutti gli appassionati che ogni anno riempiono i teatri per vederli in scena. E ogni anno il loro successo continua e attira nuovo pubblico a teatro. Perchè? Se non avete mai visto i Legnanesi in scena, andate a vederli e poi scrivetemi.

Complimenti a tutto il cast artistico e tecnico che ci regalano una nuova perla nella storia dei Legnanesi. 

Signori si nasce... e noi? Lo nacquimo!!!










Commenti