Passa ai contenuti principali

‘PROCESSO A PINOCCHIO’ TORNA A SAN BENEDETTO DEL TRONTO


In scena al Palariviera il 25 gennaio con Luca Giacomelli Ferrarini e Cristian Ruiz per aprire la stagione del “Mindie”, la prima rassegna del teatro musicale indipendente

LA VERITA’ COMINCIA CON UNA BUGIA
Dai creatori de “L’ultima strega”, “Lady Oscar” e “Boom” il musical rivelazione della scorsa stagione, la Freezer Dance Studios è lieta di presentare la prestigiosa commedia musicale psico-noir “Processo a Pinocchio” di Andrea Palotto e Marco Spatuzzi, con Luca Giacomelli Ferririni e Cristian Ruiz.

Chi ha ucciso il povero Salvatore Grillo? L’inguaribile bugiardo Pino, colto con l’arma del delitto ancora in mano, sembra il sospettato principale: la presenza sul luogo del misfatto di alcune persone, tutte in qualche modo legate alla vittima o all’indiziato, e tutte convinte della sua colpevolezza, sembra togliere ogni dubbio... oppure no? Solo un viaggio nella mente di Pino svelerà eventi e situazioni che sembrerà imprigionare ognuno nella propria psicosi: un percorso di psicanalisi delirante, una seduta analitica sui generis, alla ricerca del movente e dell’incredibile epilogo della vicenda. Tutti vissero felici e contenti… o forse no?

Scritto e diretto da Andrea Palotto, con le musiche di Marco Spatuzzi, le coreografie di Debora Boccuni, costumi di Bianca Borriello ,“Processo a Pinocchio” vede un cast d’eccezione, capitanato da Cristian Ruiz e Luca Giacomelli Ferrarini, due dei performer più apprezzati nel panorama del teatro musicale italiano, e con la partecipazione di: Alessandro Arcodia, Elena Nieri, Angela Pascucci, Nadia Straccia e al pianoforte Carlo Valente .

Lo spettacolo vanta prestigiosi premi vinti, tra cui quello delle Migliori Musiche agli Oscar del Musical 2015 e candidato finalista come Miglior Musical Off.

Inoltre, Processo a Pinocchio inaugura la stagione del Mindie (www.mindie.it), la prima rassegna del teatro musicale indipendente, che dopo Roma e Firenze, farà tappa anche a San Benedetto del Tronto, grazie a Renato Di Francesco, Magda Malatesta e Lorenza Virgili per Freezer Dance Studios, col patrocinio del Comune di San Benedetto del Tronto che destinerà 50 biglietti omaggio ad uno dei Comuni del Cratere colpito dal terremoto.

La rassegna del Mindie, nata dall’idea di Andrea Palotto, vedrà sul palco del PalaRiviera, oltre a Processo a Pinocchio il 25 gennaio 2018, anche due produzioni nazionali che stanno conquistando il pubblico e la critica: Disincantate - Le più Str0nze del reame l’11 marzo 2018 e Ti amo, sei perfetto, ora cambia il 25 marzo 2018.
--------------------------------

giovedì 25 gennaio 2018

PROCESSO A PINOCCHIO

PALARIVIERA - SAN BENEDETTO DEL TRONTO

INFO BIGLIETTI

Prezzi

€ 22 I settore

€ 19 II settore

€ 11 III settore


Under 12 € 10
Gruppi minimo 10 persone sconto 10%

Biglietti online su: liveticket.it

Info, prenotazioni e prevendite: 339 2961013 - 335 6269281


Orari biglietteria Palariviera

San Benedetto del Tronto (Piazza Aldo Moro n.1)

nei giorni 6-7-13-14-20-21 gennaio dalle ore 16:30 alle 18:00 e dalle 19:00 alle 21:00




Commenti

Post popolari in questo blog

UNA PIATTAFORMA PER PORTARE IN ITALIA OCCASIONI DI STUDIO CON PROFESSIONISTI DA TUTTO IL MONDO

7 marzo workshop di danza con LAYTON WILLIAMS 14 marzo workshop acting through song con JOE VETCH Nasce TAB “The Artist Bridge” un ponte per rendere accessibile la comunicazione tra studenti e artisti italiani con performers e creativi da Broadway e dal West End. Il progetto TAB nasce dall’idea di Giorgio Camandona, (protagonista di musical di successo come Peter Pan il Musical, A Chorus Line, Grease), il regista e performer Mauro Simone (Robin Hood, Grease, performer per Singing In The Rain, Pinocchio il grande musical) Martina Ciabatti Mennell, performer italiana dalla carriera internazionale (We Will Rock You, Trioperas, The Mission) e dal performer inglese Phil Mennell (Aladdin - West End, The Bodyguard, Saturday Night Fever, Newsies) in un periodo in cui la formazione e lo studio delle discipline artistiche e teatrali sono limitati a causa delle restrizioni che impediscono gli spostamenti e quindi lo scambio che spesso è linfa vitale per chi si approccia al m

Teatro Trastevere: Nuovo Progetto Artistico

                                                                                           Associazione Culturale Teatro Trastevere presenta il Nuovo Progetto Artistico   GERMOGLI Esperimenti Teatrali, per artisti e spettatori   COS'E'   È la nostra personale risposta alla riapertura delle strutture teatrali a ridosso della stagione estiva. Un percorso di RICERCA, sia del Teatro Trastevere che degli artisti coinvolti, per riabituare gli spettatori a frequentare gli spazi di condivisione artistica, riabbracciandoci, seppur simbolicamente, attraverso l'arte, portatrice di sana socialità.   MA IN PRATICA   In pratica apriamo il Teatro alle compagnie e ai singoli artisti che, dopo mesi di elaborazione di nuovi contenuti, vogliano finalmente dare viva realtà al proprio progetto. Offriamo 50 ore di RESIDENZA CREATIVA e 2 giorni di restituzione al pubblico non solo in forma di spettacolo, ma anche di semplice studio:  “...Faremo le cose in sicurezza, seguendo i protocolli e metter

MEDAGLIA D'ONORE A LUCIANO SALCE: FU DEPORTATO NEI LAGER NAZISTI

Per anni è gli è stata attribuita l'adesione alla Repubblica di Salò. Luciano Salce non è mai stato un repubblichino. Una battaglia condotta dal figlio Emanuele per portare alla luce la verità che si conclude con una Medaglia D'Onore. Sono state consegnate il 28 gennaio dal prefetto di Roma dott. Matteo Piantedosi, presso la sala “Di Liegro” di Palazzo Valentini, le Medaglie d'Onore ai cittadini italiani, militari e civili, che durante il secondo conflitto mondiale hanno subito la deportazione e l'internamento nei campi nazisti dal 1943 al 1945. Tra questi Luciano Salce il regista, attore e autore scomparso nel 1989 e protagonista di una delle epoche più feconde dello spettacolo italiano. Un riconoscimento di grande valore che rappresenta l'ultimo tassello di una ricerca di verità che si è contrapposta all’informazione disinformata di alcuni settori dell’opinione pubblica che negli ultimi tempi, evitando accuratamente di confrontarsi con fonti e documentazioni evide