Passa ai contenuti principali

In primo piano

Tornano in scena "I Nuovi Tragici"

            I NUOVI TRAGICI monologhi scritti e diretti da Pietro De Silva TEATRO MARCONI  18/19/20 GIUGNO 2021 Tornano in scena I Nuovi Tragici. La rassegna nata nel 1990 arriva sul palco del Teatro Marconi il 18, 19 e 20 giugno 2021. Si tratta di monologhi scritti e diretti da Pietro De Silva portati in scena da giovani attori che partecipano al Festival. A presentare la serata due ospiti d'eccezione: Marco Simeoli e Bruno Maccallini. Una storica rassegna dunque a cui hanno partecipato circa ottanta attori fra i quali Enrico Brignano, Flavio Insinna, Neri Marcorè, Valerio Aprea, Massimiliano Bruno, Paola Cortellesi, Francesco Pannofino, Paola Minaccioni, Massimiliano Bruno, Valerio Aprea e tanti altri Il termine NUOVI TRAGICI è dichiaratamente ironico. Si tratta di una serie di monologhi sotto forma di casi clinici singolari. Individui disperati che cercano conforto, confessando in pubblico le loro piccole e grandi manie. Si prende di mira la follia e i suoi derivati, con occhio

LE NOSTRE DONNE


Dall’8 all’11febbraio
Teatro Delfino Milano

LE NOSTRE DONNE

Regia di Livio Galassi

con Edoardo Siravo, Manuele Morgese, Martino D’Amico

Arriva per la prima volta a Milano “Le nostre donne”, testo del francese Eric Assous che ha riscosso grande successo a Parigi negli anni 2013/2015 - anche grazie all’interpretazione di grandi attori fra cui Jean Reno – prodotto per l’Italia dalla Compagnia Teatrozeta.

La commedia è in scena dall’8 all’11 febbraio al Teatro Delfino e vede sul palco Edoardo Siravo, Manuele Morgese e Martino D’Amico, diretti da Livio Galassi.

Il testo, in esclusiva in Italia grazie al Teatrozeta, è una commedia brillante ai limiti della farsa, che racconta il rapporto complicato fra uomo e donna, una difficoltà ancestrale che dovrebbe essere risolta dall'amore, ma non sempre il sentimento riesce a colmare le distanze.

Le donne non sono in scena, ma nello stesso tempo la invadono, attraverso i discorsi dei protagonisti maschili. Uomini in crisi, infelici che trascinano le loro incomprensioni e cercano di risolverle.

Luci, scenografia, costumi, arredi, oggetti, tutto ciò che appare o entra in scena è funzionale alla chiarezza drammaturgica e psicologica di questa vicenda.

Lo spettacolo racconta di due amici che aspettano un terzo per una partita a carte. (il medico Paul, il radiologo Max e Simon, il proprietario di alcuni saloni di parrucchiere, con le rispettive mogli e famiglie sullo sfondo). Il ritardatario arriva sconvolto confessando che in un impeto d'ira ha strangolato la moglie (così crede) e chiede aiuto e protezione: la testimonianza di un alibi falso.

Sgomento, perplessità, indecisioni, paure ed egoismi. Tutto viene sviscerato del loro ambiguo legame: sarcasmo, disistima, ingratitudine, rivalità taciute e rinfacciate con furioso disprezzo. La partita a carte non si giocherà, ma saranno messe in gioco le carte della vita e del sentimento dell’amicizia.

Lo spettacolo si articola con un intreccio di scene fra il comico e drammatico e con dialoghi ironici di botta e risposta dei tre personaggi.
----------------------------

“Le nostre donne”

di ERIC ASSOUS

Regia di LIVIO GALASSI

Scene e costumi Lorenzo Cutuli

Produzione: Compagnia Teatrozeta



Biglietti

Intero: 15,00€ | Ridotto: 10,00€ | Prevendita Online: maggiorazione 10%

Ridotti: over 60/under 25/studenti con badge/cittadini quartiere/promo newsletter

Orari: da giovedì 8 a sabato 10 febbraio: ore 21.00 - domenica 11 febbraio: ore 16.00




Teatro Delfino – Piazza Piero Carnelli, Milano

Gestito per la Stagione Teatrale da ASS. IL MECENATE

info@teatrodelfino.it / biglietteria@teatrodelfino.it

tel. 333 573 0340 (da lunedì a venerdì ore 14-19)































Commenti

Post più popolari