Passa ai contenuti principali

LA BISBETICA DOMATA - diretto da Marco Belocchi


LA BISBETICA DOMATA

di William Shakespeare

diretto da Marco Belocchi

con Eleonora Pariante, Marco Belocchi, Giustino De Filippis, Giuseppe Alagna, Maurizio Castè, Maurizio Ranieri,Valentina Maselli, Manuel Ricco, Alessio Pedica, Teresa Marra

Teatro Anfitrione
dal 31 gennaio al 18 febbraio 2018

Dopo il successo dello scorso anno con Il Misantropo che ha registrato diversi sold out nelle due settimane di repliche, torna al Teatro Anfitrione una regia di Marco Belocchi. Dal 31 gennaio al 18 febbraio è in scena La bisbetica domata di William Shakespeare. Insieme allo stesso regista in scena troviamo Eleonora Pariante, Giustino De Filippis, Giuseppe Alagna, Maurizio Castè, Maurizio Ranieri,Valentina Maselli, Manuel Ricco, Alessio Pedica, Teresa Marra.

La bisbetica domata è certamente una delle più famose commedie del grande drammaturgo inglese e, ancorché risalente al suo primo periodo, riesce ad essere ancora oggi divertente e graffiante nello stesso tempo. La storia dell’unione forzata di un signorotto veronese con la primogenita scontrosa, e bisbetica appunto, di un benestante di Padova è uno specchio della società del suo tempo e in parte anche del nostro, dove spesso ai sentimenti d’amore viene anteposto l’interesse, il denaro, la scalata sociale, dove l’ambizione di Petruccio si scontra col carattere spigoloso di Caterina e dove i metodi per ottenere il proprio fine sono talvolta ai limiti della coercizione e della brutalità (altro tema assai vicino ai nostri giorni!).

Poi c’è la trama parallela, desunta da una commedia di Ariosto, dove invece l’amabile Bianca, sorella della prima è corteggiata da ben tre spasimanti che, con trovate, travestimenti e quant’altro, cercano di contendersi le sue grazie. Alla fine si celebreranno entrambi i matrimoni, ma sarà proprio la bisbetica Caterina a sembrare la sposa più amabile e ubbidiente e tra lei e Petruccio sembra davvero sbocciare l’amore. Però…

Però Shakespeare ci racconta questa bella e divertente storia come fosse una recita messa su da alcuni commedianti di passaggio da rappresentare a Sly, un povero ubriacone che vi assiste come ad un sogno, e, prendendo spunto da un’edizione anonima della stessa commedia dove risulta anche un epilogo che forse nella versione shakespeariana venne espunto, Sly, risvegliatosi, ne conclude che forse donne remissive non ve ne saranno mai!

Insomma una commedia mai scalfita dall’usura del tempo, giocosa e ardita, pungente e un po’ irriverente, dove l’eterno contrasto tra i due sessi viene scandito da una esuberanza verbale, da slanci vitali e situazioni bizzarre in un’alternanza che ha davvero pochi eguali.
-----------------------------------

LA BISBETICA DOMATA

di William Shakespeare

diretto da Marco Belocchi

con Eleonora Pariante, Marco Belocchi, Giustino De Filippis, Giuseppe Alagna, Maurizio Castè, Maurizio Ranieri,Valentina Maselli, Manuel Ricco, Alessio Pedica, Teresa Marra

Scene e luci Manuela Barbato

Costumi Maria Letizia Avato

Aiuto regia Francesca Di Meglio

Organizzazione Mara Fux

Ufficio stampa Rocchina Ceglia

Produzione A.C. Genta Rosselli - 1° Agosto Film


Teatro Anfitrione di Roma

via di San Saba 24

dal 31 gennaio al 18 febbraio 2018

Dal giovedi al sabato alle ore 21, domenica alle ore 18

Giovedì 8 febbraio ore 18.

Biglietti: intero 20,00 € - ridotto 15,00 €

Tel: 06.5750827

Commenti

Post popolari in questo blog

UNA PIATTAFORMA PER PORTARE IN ITALIA OCCASIONI DI STUDIO CON PROFESSIONISTI DA TUTTO IL MONDO

7 marzo workshop di danza con LAYTON WILLIAMS 14 marzo workshop acting through song con JOE VETCH Nasce TAB “The Artist Bridge” un ponte per rendere accessibile la comunicazione tra studenti e artisti italiani con performers e creativi da Broadway e dal West End. Il progetto TAB nasce dall’idea di Giorgio Camandona, (protagonista di musical di successo come Peter Pan il Musical, A Chorus Line, Grease), il regista e performer Mauro Simone (Robin Hood, Grease, performer per Singing In The Rain, Pinocchio il grande musical) Martina Ciabatti Mennell, performer italiana dalla carriera internazionale (We Will Rock You, Trioperas, The Mission) e dal performer inglese Phil Mennell (Aladdin - West End, The Bodyguard, Saturday Night Fever, Newsies) in un periodo in cui la formazione e lo studio delle discipline artistiche e teatrali sono limitati a causa delle restrizioni che impediscono gli spostamenti e quindi lo scambio che spesso è linfa vitale per chi si approccia al m

Teatro Trastevere: Nuovo Progetto Artistico

                                                                                           Associazione Culturale Teatro Trastevere presenta il Nuovo Progetto Artistico   GERMOGLI Esperimenti Teatrali, per artisti e spettatori   COS'E'   È la nostra personale risposta alla riapertura delle strutture teatrali a ridosso della stagione estiva. Un percorso di RICERCA, sia del Teatro Trastevere che degli artisti coinvolti, per riabituare gli spettatori a frequentare gli spazi di condivisione artistica, riabbracciandoci, seppur simbolicamente, attraverso l'arte, portatrice di sana socialità.   MA IN PRATICA   In pratica apriamo il Teatro alle compagnie e ai singoli artisti che, dopo mesi di elaborazione di nuovi contenuti, vogliano finalmente dare viva realtà al proprio progetto. Offriamo 50 ore di RESIDENZA CREATIVA e 2 giorni di restituzione al pubblico non solo in forma di spettacolo, ma anche di semplice studio:  “...Faremo le cose in sicurezza, seguendo i protocolli e metter

MEDAGLIA D'ONORE A LUCIANO SALCE: FU DEPORTATO NEI LAGER NAZISTI

Per anni è gli è stata attribuita l'adesione alla Repubblica di Salò. Luciano Salce non è mai stato un repubblichino. Una battaglia condotta dal figlio Emanuele per portare alla luce la verità che si conclude con una Medaglia D'Onore. Sono state consegnate il 28 gennaio dal prefetto di Roma dott. Matteo Piantedosi, presso la sala “Di Liegro” di Palazzo Valentini, le Medaglie d'Onore ai cittadini italiani, militari e civili, che durante il secondo conflitto mondiale hanno subito la deportazione e l'internamento nei campi nazisti dal 1943 al 1945. Tra questi Luciano Salce il regista, attore e autore scomparso nel 1989 e protagonista di una delle epoche più feconde dello spettacolo italiano. Un riconoscimento di grande valore che rappresenta l'ultimo tassello di una ricerca di verità che si è contrapposta all’informazione disinformata di alcuni settori dell’opinione pubblica che negli ultimi tempi, evitando accuratamente di confrontarsi con fonti e documentazioni evide