Passa ai contenuti principali

In primo piano

Tornano in scena "I Nuovi Tragici"

            I NUOVI TRAGICI monologhi scritti e diretti da Pietro De Silva TEATRO MARCONI  18/19/20 GIUGNO 2021 Tornano in scena I Nuovi Tragici. La rassegna nata nel 1990 arriva sul palco del Teatro Marconi il 18, 19 e 20 giugno 2021. Si tratta di monologhi scritti e diretti da Pietro De Silva portati in scena da giovani attori che partecipano al Festival. A presentare la serata due ospiti d'eccezione: Marco Simeoli e Bruno Maccallini. Una storica rassegna dunque a cui hanno partecipato circa ottanta attori fra i quali Enrico Brignano, Flavio Insinna, Neri Marcorè, Valerio Aprea, Massimiliano Bruno, Paola Cortellesi, Francesco Pannofino, Paola Minaccioni, Massimiliano Bruno, Valerio Aprea e tanti altri Il termine NUOVI TRAGICI è dichiaratamente ironico. Si tratta di una serie di monologhi sotto forma di casi clinici singolari. Individui disperati che cercano conforto, confessando in pubblico le loro piccole e grandi manie. Si prende di mira la follia e i suoi derivati, con occhio

La Telefonista - di Dino Buzzati



venerdì 10 e sabato 11 Novembre 

Antonella Morassutti


La Telefonista

di Dino Buzzati

con Antonella Morassutti

regia e luci di Riccardo Ricci e Antonella Morassutti
costumi di Ilenia Rossit
produzione Associazione Culturale Villa Buzzati Belluno

Si tratta di un atto unico scritto da Dino Buzzati nel 1964 per l’attrice Laura Adani e, all’epoca, mai rappresentato. Il testo, per una sola attrice, è poco conosciuto in quanto pubblicato postumo nel 2006.

L’attrice Antonella Morassutti, pronipote di Dino Buzzati, l’ha messo in scena per la prima volta nel 2012 nella casa natale dello scrittore a Belluno.

Il monologo vede come protagonista la centralinista di un grande albergo alle prese con il suo lavoro quotidiano ed è costruito su due binari paralleli alternati: da un lato c'è il vociare insistente dei clienti dell'hotel, che pretendono di avere all'istante la linea per le destinazioni più diverse, dall’altro e contemporaneamente, c'è la voce sempre più angosciata di Laura Britti, la telefonista, che tenta di scoprire verità e sentimenti attraverso una conversazione con il suo amato.

La messa a nudo di un’anima femminile nei confronti di un partner maschile che la mette alla prova in una situazione obbligata e costretta, nella quale non si può essere liberi di esprimersi a causa della circostanza.

La protagonista infatti è sul posto di lavoro e, non potendosi staccare dalla sua postazione di telefonista, viene contrastata dalle continue chiamate dei clienti che la distraggono dal suo stato emotivo.

La regia è concepita per seguire fedelmente il testo, necessariamente raccontato dai minimi atteggiamenti del corpo e dal sensibile timbro della voce dell’attrice.

Lo spettacolo è stato presentato in Prima Assoluta il 23 luglio 2012 in Villa Buzzati a Belluno, in occasione della manifestazione Ricordando Buzzati per le celebrazioni del 40° della scomparsa di Buzzati in provincia di Belluno e Trento; e a Milano, nel dicembre dello stesso anno, al Museo del ‘900 nella prestigiosa Sala Fontana in collaborazione col Comune di Milano.

Nel 2016 a Feltre per Buzzati 110 e a Treviso.

Nel 2017 ha partecipato a IT Festival, alla Fabbrica del Vapore a Milano.

Antonella Morassutti, attrice e danzatrice, è la pronipote di Dino Buzzati. E’ nata e vive a Milano. Si diploma giovanissima all’Accademia dei Filodrammatici di Milano e si perfeziona con D.Manfredini e altri maestri italiani e stranieri, tra cui D. De Fazio, J. Alschitz, M.Dioume, C.Morganti. Ha inoltre una formazione musicale (studia il pianoforte dai 10 ai 17 anni) e in danza classica e contemporanea con C.Carlson, M.Airaudo, Sosta Palmizi. Ha lavorato in diverse produzioni del Teatro alla Scala di Milano con registi quali R.Wilson, L.Cavani, R.Carsen, G.Vick, L.Ronconi. In teatro con A.Sixty, W.Manfré, C.Beccari, P.Delbono e in produzioni televisive e cinematografiche in Italia tra le quali Vivere, Cento Vetrine e in Svizzera. Dal 2006 è socia fondatrice dell’Associazione Culturale Villa Buzzati- il granaio di Belluno, con la quale organizza e dirige da undici anni Giardino Buzzati, evento estivo di teatro, musica, danza e arti visive, dedicato alla valorizzazione della casa natale di Dino Buzzati attraverso l’arte.


Alta Luce Teatro
Alzaia Naviglio Grande 192 - 20144 Milano
Info e prenotazioni: 348.7076093 - alt@altaluceteatro.com
Prezzi: 13 euro con tessera associativa (costo 2 euro. Valida per la stagione 2017/2018)
Orario spettacolo: ore 21. A seguire brindisi con gli artisti

Commenti

Post più popolari