Passa ai contenuti principali

La squadra di Nicola Pietrangeli vince "la Sfida" per il CIR


La premiazione di Manila Flamini e Giorgio Minisini, la coppia azzurra delle Fiamme Oro, vincitrice dell’oro nel nuoto sincronizzato ai recenti mondiali di Budapest con la coreografia “Lampedusa”, da parte del ministro dell'interno Marco Minniti che ha consegnato il premio “Messaggeri di Umanità” del CIR, ha chiuso nel modo più significativo la prima edizione de "La Sfida", due giorni di sport e solidarietà voluti dal Consiglio Italiano per i Rifugiati, presieduto da Roberto Zaccaria, a sostegno delle attività in favore dei soggetti vulnerabili, vittime di tratta e di torture. Ha condotto l’evento Tiberio Timperi.

Un evento benefico che ha visto decine di campioni dello sport e personaggi del mondo dello spettacolo e della comunicazione sfidarsi sui campi da tennis del prestigioso Circolo Canottieri Aniene di Roma, raccogliendo fondi per l'attività del CIR. Divisi in due squadre, capitanate da Nicola Pietrangeli e Adriano Panatta, sono scesi in campo, tra gli altri, Giovanni Malagò, Monica Guerritore, Neri Marcorè, Paolo Bonolis, Sandro Veronesi, Margherita Buy, Luca Lucini, Giovanni Veronesi, Nicola Giuliano, Francesco Patierno, Domenico Procacci, Massimo Wertmuller, Ninni Bruschetta. I giornalisti, Valentina Bendicenti, Andrea Vianello, Donato Bendicenti, Stefano Ziantoni, Antonello Valentini e Leonardo Metalli.

Dopo una quarantina di match, in finale si è imposta la formazione di Pietrangeli grazie all'ex Davis man Vincenzo Santopadre che in coppia con la vincitrice del Roland Garros di doppio Mara Santangelo ha battuto la coppia Panatta-Valentina Bendicenti.


Il Consiglio Italiano per i Rifugiati è un’organizzazione umanitaria indipendente costituitasi nel 1990 su iniziativa delle Nazioni Unite. Il CIR lavora per favorire l’accesso alla protezione delle persone che fuggono da guerre e persecuzioni e per contribuire a costruire condizioni di accoglienza e integrazione dignitose, nel pieno rispetto dei diritti umani. È una Onlus, con una struttura leggera di operatori legali, sociali, mediatori culturali, medici e psicologi. In più di 25 anni il CIR ha assistito oltre 120 mila persone, ha contribuito a riabilitare circa 4 mila vittime di tortura e si è battuto per il riconoscimento dei loro diritti.








Commenti

Post popolari in questo blog

UNA PIATTAFORMA PER PORTARE IN ITALIA OCCASIONI DI STUDIO CON PROFESSIONISTI DA TUTTO IL MONDO

7 marzo workshop di danza con LAYTON WILLIAMS 14 marzo workshop acting through song con JOE VETCH Nasce TAB “The Artist Bridge” un ponte per rendere accessibile la comunicazione tra studenti e artisti italiani con performers e creativi da Broadway e dal West End. Il progetto TAB nasce dall’idea di Giorgio Camandona, (protagonista di musical di successo come Peter Pan il Musical, A Chorus Line, Grease), il regista e performer Mauro Simone (Robin Hood, Grease, performer per Singing In The Rain, Pinocchio il grande musical) Martina Ciabatti Mennell, performer italiana dalla carriera internazionale (We Will Rock You, Trioperas, The Mission) e dal performer inglese Phil Mennell (Aladdin - West End, The Bodyguard, Saturday Night Fever, Newsies) in un periodo in cui la formazione e lo studio delle discipline artistiche e teatrali sono limitati a causa delle restrizioni che impediscono gli spostamenti e quindi lo scambio che spesso è linfa vitale per chi si approccia al m

Teatro Trastevere: Nuovo Progetto Artistico

                                                                                           Associazione Culturale Teatro Trastevere presenta il Nuovo Progetto Artistico   GERMOGLI Esperimenti Teatrali, per artisti e spettatori   COS'E'   È la nostra personale risposta alla riapertura delle strutture teatrali a ridosso della stagione estiva. Un percorso di RICERCA, sia del Teatro Trastevere che degli artisti coinvolti, per riabituare gli spettatori a frequentare gli spazi di condivisione artistica, riabbracciandoci, seppur simbolicamente, attraverso l'arte, portatrice di sana socialità.   MA IN PRATICA   In pratica apriamo il Teatro alle compagnie e ai singoli artisti che, dopo mesi di elaborazione di nuovi contenuti, vogliano finalmente dare viva realtà al proprio progetto. Offriamo 50 ore di RESIDENZA CREATIVA e 2 giorni di restituzione al pubblico non solo in forma di spettacolo, ma anche di semplice studio:  “...Faremo le cose in sicurezza, seguendo i protocolli e metter

MEDAGLIA D'ONORE A LUCIANO SALCE: FU DEPORTATO NEI LAGER NAZISTI

Per anni è gli è stata attribuita l'adesione alla Repubblica di Salò. Luciano Salce non è mai stato un repubblichino. Una battaglia condotta dal figlio Emanuele per portare alla luce la verità che si conclude con una Medaglia D'Onore. Sono state consegnate il 28 gennaio dal prefetto di Roma dott. Matteo Piantedosi, presso la sala “Di Liegro” di Palazzo Valentini, le Medaglie d'Onore ai cittadini italiani, militari e civili, che durante il secondo conflitto mondiale hanno subito la deportazione e l'internamento nei campi nazisti dal 1943 al 1945. Tra questi Luciano Salce il regista, attore e autore scomparso nel 1989 e protagonista di una delle epoche più feconde dello spettacolo italiano. Un riconoscimento di grande valore che rappresenta l'ultimo tassello di una ricerca di verità che si è contrapposta all’informazione disinformata di alcuni settori dell’opinione pubblica che negli ultimi tempi, evitando accuratamente di confrontarsi con fonti e documentazioni evide