Passa ai contenuti principali

In primo piano

Trani Teatro Clown. L'Intervista al direttore artistico Santo Nicito.

  E' stata una prima edizione di grande successo quella del Trani Teatro Clown Festival Internazionale che dal 6 all'11 luglio ha rallegrato la città di Trani con spettacoli, incontri, laboratori e workshop tutti incentrati sulla figura del Clown. Tantissimi i partecipanti per un'edizione che ha rappresentato solo l'inizio di una nuova avventura che continuerà anche d'inverno nella bellissima città pugliese. Abbiamo intervistato Santo Nicito direttore artistico della Rassegna.       E' terminato da poco il Trani Teatro Clown qual è il bilancio di questa esperienza? Assolutamente positiva! I numeri sono dalla nostra parte, questo dimostra che l’offerta messa in campo ha   suscitato curiosità e interesse. Questa prima edizione del Trani Teatro Clown Festival Internazionale è stata la realizzazione di un sogno. Un vero miracolo! Abbiamo gettato le basi per quello che già da settembre, per la seconda edizione, speriamo e vogliamo sia un progetto molto più

IN CIMA AL MONTE BIANCO - UNA STORIA DI ALTA QUOTA


20 Ottobre 

Marco Albino Ferrari

IN CIMA AL MONTE BIANCO - UNA STORIA DI ALTA QUOTA
Chiacchierata con Marco Albino Ferrari, come ai tempi del filò

Un viaggio nell’immaginario tra mostri, draghi, demoni… che non sono mai esistiti. I primi viaggiatori-scienziati giunti sul fine del Settecento ai piedi del Monte Bianco inventarono un luogo che già esisteva, ma che nessuno aveva ancora visto. Sulle cartine il Monte Bianco era stato sistematicamente ignorato, e non era neppure certo quale fosse il suo toponimo ufficiale: Rupe Arpea, Montagnes Maudites, Montagna Maledetta? Da lì a breve il Tetto d’Europa avrebbe permesso di aprire una nuova prospettiva sul mondo. E nel grande disegno illuministico europeo sarebbe diventato un algido oggetto del desiderio, un libro aperto in cui leggere i segreti della natura.

Alta Luce torna a parlare di montagna, argomento che le è caro fin dal nome, che si ispira ad Alta luce, cima in Val di Gressoney, meraviglioso punto panoramico a 3165 metri, luogo emotivamente forte e ricco di storie proprio come il teatro è.

Marco Albino Ferrari (Milano, 1965), scrittore e giornalista, ha praticato con passione l’alpinismo. Nel 2002 ha fondato la rivista “Meridiani Montagne”, di cui è direttore. Negli anni Novanta ha diretto la rivista “Alp” e curato la collana “I Licheni”. Ha pubblicato numerosi volumi, tra i quali Frêney 1961 (Vivalda), In viaggio sulle Alpi (Einaudi); La sposa dell’aria (Feltrinelli), Alpi Segrete, La via del lupo, Montecristo, Le prime albe del mondo (Letarza), Il sentiero degli eroi (Rizzoli), La via incantata (Ponte alle Grazie). Attualmente cura per il “Corriere della Sera” la collana “Storie di Montagna” e per l’Editore Hoepli “Selle Alpine”. Collabora con varie testate come autore di reportage e racconti di viaggio, e gira l’Italia con i suoi monologhi teatrali. Grazie alla sua attività letteraria ha conseguito vari premi, tra cui il “Gambrinus”, il “Premio Cortina”, il “Pelmo d’Oro”.
-----------------------

Alta Luce Teatro

Alzaia Naviglio Grande 192 - 20144 Milano

Info e prenotazioni: 348.7076093 - alt@altaluceteatro.com

Prezzi: 13 euro con tessera associativa (costo 2 euro. Valida per la stagione 2017/2018 )

Orario spettacolo: ore 21. A seguire brindisi con gli artisti

Commenti