Passa ai contenuti principali

Il Barbiere - il nuovo libro di Claudio Proietti


IL BARBIERE

Una storia che parla di un personaggio molto particolare. Un uomo che riesce a sciogliere il dolore, apparentemente nascosto, nell’anima delle persone mentre esercita semplicemente il proprio mestiere di barbiere.

Esce il 12 ottobre il nuovo libro di Claudio Proietti: Il Barbiere, ad un anno dalla pubblicazione de “L'incredibile storia di Casiamù” un testo che sta ancora riscuotendo notevole successo. La nuova storia nata dalla penna di Proietti è portatrice di messaggio chiaro: è possibile trasformare la propria vita sciogliendo i nodi emotivi grazie all’ascolto di noi stessi e all’assenza di giudizio.

Un forestiero arriva su un’isola. Non proferisce parola, si esprime magnificamente, ed esclusivamente, attraverso le sue mani. Il forestiero è il nuovo BARBIERE.Gli isolani gli si accostano con grande diffidenza. In quel posto c’è stata sempre e solo una dinastia di barbieri. L’ultimo di quella stirpe, però, non ha eredi. La vecchia bottega rientra in funzione. Ma la gente è ancora diffidente. Toccherà proprio ad Orazio (il vecchio barbiere) fare la prima mossa. Orazio, sotto le mani dell’uomo, inizia a parlare. A vuotare il sacco. Tira fuori tutto quello che aveva seppellito in fondo al cuore per anni. Cose mai raccontate neanche a se stesso. Una liberazione. Una vera rinascita! Gli isolani prendono coraggio e si fanno avanti. Ognuno di loro racconta ciò che appesantisce la propria vita da sempre. Ognuno di loro, uscito dalla bottega, è un’altra persona. Questa storia semplice e avvincente parla alla parte più profonda di noi, invitandoci a lasciare andare ciò che appesantisce il nostro slancio e a proiettarci verso qualcosa di migliore: la nostra vera vita.

“Quel barbiere ha un potere grandissimo nelle mani: guarisce l’anima! Mentre taglia i capelli, o rade la barba, la gente parla… parla… parla! Tira fuori quello che non ha mai tirato fuori in tutta vita. L’inconscio viene liberato. Si esce da quella bottega nuovi! Fuori e dentro!” spiega l'autore. La nuova storia, sviluppata da un cortometraggio di dieci pagine, scritto sempre da Claudio Proietti quasi vent’anni fa, e che ben si presta ad un monologo teatrale e a un film dal sapore internazionale, ha un obietto: far uscire il lettore dalla propria zona di comfort! Spingerlo a vivere sul serio!


Claudio Proietti

Claudio Proietti è nato a Roma nel 1973. E’ stato allievo dello sceneggiatore Leo Benvenuti (Amici miei –di Mario Monicelli-, C’era una volta in America-di Sergio Leone-, Compagni di scuola-di Carlo Verdone-). E’ autore di diverse commedie teatrali: E tu sei bellissima, Meglio zitelle!, Da domani ti amo, Tutto per tutti, Tre anime in sala d’attesa, Papà povero papà! (premio miglior attore protagonista, come opera fuori concorso a Roberto Nisivoccia, alla I^ Rassegna di Drammaturgia emergente promossa dall'Associazione Culturale Marte 2010, avente come presidente di giuria Aldo Nicolaj). E’ stato produttore, regista e autore di cortometraggi tra cui: “VIA” (premio per il miglior film ex-aequo Nuove immagini al Salento Finibus Terrae edizione 2005) Trasmesso sull'emittente televisiva "la 7, nell'ambito del concorso di cortometraggi indetto da "la 25^ ora il cinema espanso" di Steve Della Casa. (inserito nella sezione "Confini" fuori concorso a ISCHIA FILM FESTIVAL 2005 e proiettato a Villa Colombaia di Luchino Visconti). Ha collaborato con il freepress Metro, creando Metro Story. Ha lavorato per la televisione e la radio.

Ha pubblicato i libri : "Ho due storie per te" (Armando Curcio Editore) e "L'incredibile storia di Casiamù" (Edizioni Progetto Cultura) libro per ragazzi adottato da tantissime scuole.
--------------

Il Barbiere

di Claudio Proietti

edito da Verdechiaro Edizioni

pag. 112 - 14€

Commenti

Post popolari in questo blog

UNA PIATTAFORMA PER PORTARE IN ITALIA OCCASIONI DI STUDIO CON PROFESSIONISTI DA TUTTO IL MONDO

7 marzo workshop di danza con LAYTON WILLIAMS 14 marzo workshop acting through song con JOE VETCH Nasce TAB “The Artist Bridge” un ponte per rendere accessibile la comunicazione tra studenti e artisti italiani con performers e creativi da Broadway e dal West End. Il progetto TAB nasce dall’idea di Giorgio Camandona, (protagonista di musical di successo come Peter Pan il Musical, A Chorus Line, Grease), il regista e performer Mauro Simone (Robin Hood, Grease, performer per Singing In The Rain, Pinocchio il grande musical) Martina Ciabatti Mennell, performer italiana dalla carriera internazionale (We Will Rock You, Trioperas, The Mission) e dal performer inglese Phil Mennell (Aladdin - West End, The Bodyguard, Saturday Night Fever, Newsies) in un periodo in cui la formazione e lo studio delle discipline artistiche e teatrali sono limitati a causa delle restrizioni che impediscono gli spostamenti e quindi lo scambio che spesso è linfa vitale per chi si approccia al m

Teatro Trastevere: Nuovo Progetto Artistico

                                                                                           Associazione Culturale Teatro Trastevere presenta il Nuovo Progetto Artistico   GERMOGLI Esperimenti Teatrali, per artisti e spettatori   COS'E'   È la nostra personale risposta alla riapertura delle strutture teatrali a ridosso della stagione estiva. Un percorso di RICERCA, sia del Teatro Trastevere che degli artisti coinvolti, per riabituare gli spettatori a frequentare gli spazi di condivisione artistica, riabbracciandoci, seppur simbolicamente, attraverso l'arte, portatrice di sana socialità.   MA IN PRATICA   In pratica apriamo il Teatro alle compagnie e ai singoli artisti che, dopo mesi di elaborazione di nuovi contenuti, vogliano finalmente dare viva realtà al proprio progetto. Offriamo 50 ore di RESIDENZA CREATIVA e 2 giorni di restituzione al pubblico non solo in forma di spettacolo, ma anche di semplice studio:  “...Faremo le cose in sicurezza, seguendo i protocolli e metter

MEDAGLIA D'ONORE A LUCIANO SALCE: FU DEPORTATO NEI LAGER NAZISTI

Per anni è gli è stata attribuita l'adesione alla Repubblica di Salò. Luciano Salce non è mai stato un repubblichino. Una battaglia condotta dal figlio Emanuele per portare alla luce la verità che si conclude con una Medaglia D'Onore. Sono state consegnate il 28 gennaio dal prefetto di Roma dott. Matteo Piantedosi, presso la sala “Di Liegro” di Palazzo Valentini, le Medaglie d'Onore ai cittadini italiani, militari e civili, che durante il secondo conflitto mondiale hanno subito la deportazione e l'internamento nei campi nazisti dal 1943 al 1945. Tra questi Luciano Salce il regista, attore e autore scomparso nel 1989 e protagonista di una delle epoche più feconde dello spettacolo italiano. Un riconoscimento di grande valore che rappresenta l'ultimo tassello di una ricerca di verità che si è contrapposta all’informazione disinformata di alcuni settori dell’opinione pubblica che negli ultimi tempi, evitando accuratamente di confrontarsi con fonti e documentazioni evide